Domenica 16 Dicembre 2018 | 15:46

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Foggiano
Troia, centro di salute mentale: due ex ospiti diventano operatrici

Troia, centro di salute mentale: due ex ospiti diventano operatrici

 
Nel Foggiano
A casa di un'anziana confezionavano la droga: 4 arresti a San Severo

A casa di un'anziana confezionavano la droga: 4 arresti a San Severo

 
L'operazione dei cc
Foggia, dalla bomba alla pretesa di 50mila euro: arrestata «La tigre del Gargano»

Foggia, dalla bomba alla pretesa di 50mila euro: arrestata «La tigre del Gargano»

 
Inaugurata la struttura
Lucera, tornano visitabili dopo dieci anni i mosaici di San Giusto

Lucera, tornano visitabili dopo dieci anni i mosaici di San Giusto

 
Ambiente
Wwf denuncia: «Sventrata montagna Gargano per arrivare al mare»

Peschici, «sventrata» montagna per arrivare al mare: area sequestrata

 
Nel foggiano
In 8 mesi 4500 telefonate alla ex: divieto di avvicinamento a Manfredonia

In 8 mesi 4500 telefonate alla ex: divieto di avvicinamento a Manfredonia

 
Record negativo
Cerignola: cinque rapine in poche ore, è allarme

Cerignola: cinque rapine in poche ore, è allarme

 
La decisione del Comune
Da Orsara di Puglia un riconoscimento all'ex brigatista Curcio: è polemica

Da Orsara un riconoscimento all'ex brigatista Curcio: dopo polemica evento annullato

 
Nel foggiano
Torremaggiore, incendiata auto dirigente Sanitaservice

Torremaggiore, incendiata auto dirigente Sanitaservice

 
Di Jean-Marie Benjamin
Ragazzi sulle tracce di Padre Pio: stasera la prima del film

Ragazzi sulle tracce di Padre Pio: stasera la prima del film

 

Accusato di peculato

Cene di lusso con soldi pubblici, indagato ex amministratore Sanitaservice

Spese per oltre mezzo milione di euro, GdF sequestra beni ad Antonio Di Biase

Foggia, l’Asl rassicura  Sanitaservice va avanti

I militari della Guardia di Finanza di Lucera (Fg) hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo confiscando quasi mezzo milione di euro di beni a Antonio Di Biase, amministratore unico pro tempore di Sanitaservice ASL S.r.l., società a totale partecipazione pubblica. L'uomo è indagato per peculato.

Il provvedimento è nato da un'indagine partita a febbraio scorso e che ha analizzato il periodo compreso tra il 2011 e i primi mesi del 2016. L'amministratore si sarebbe appropriato di una somma di denaro della società, pari a 497.180,53 euro per utilizzarle a scopo personale, senza fini societari. Tra i gravi indizi di colpevolezza a suo carico c'è anche la percezione di compensi non dovuti per 150mila euro, e il ricorso ad alcuni benefit come acquisto di carburante, assicurazioni, cene, pernottamenti in hotel di lusso, non previsti dall'oggetto sociale della società.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400