Mercoledì 25 Maggio 2022 | 17:38

In Puglia e Basilicata

Economia

Banca Popolare di Bari, il prefetto De Gennaro si dimette dalla presidenza: «Ricostituita legalità dell'istituto»

Banca Popolare di Bari: i soci approvano il bilancio

Gli azionisti increduli e preoccupati: «Invochiamo l'intervento dei politici pugliesi per evitare peggiori conseguenze e danni ai risparmiatori»

28 Aprile 2022

Redazione online

BARI - Il Prefetto Gianni De Gennaro lascia la presidenza della Banca Popolare di Bari a decorrere dal 1 maggio. La decisione, spiega una nota, è stata comunicato, oggi, al Consiglio di Amministrazione di Banca Popolare di Bari,(gruppo Mcc).
«La decisione di rassegnare le dimissioni, maturata anche per motivazioni personali, fa seguito al raggiungimento dell’obiettivo della ricostituzione di una cultura dell’Etica e della legalità nell’Istituto» sottolinea il comunicato. «Quando nell’ottobre 2020 Gianni De Gennaro accettò l’incarico, il compito del Presidente comprendeva anche l’esigenza di costituire un forte presidio di legalità presso l’istituto finanziario uscito da una gestione commissariale, cui era stato necessario ricorrere in ragione del grave squilibrio patrimoniale al quale si erano aggiunte le vicende penali che avevano interessato i precedenti vertici aziendali, colpiti da provvedimenti cautelari dell’Autorità giudiziaria.Il CdA ha preso atto della decisione del Presidente e lo ha ringraziato per l’importante lavoro svolto in questi anni".

De Gennaro ha affermato di essere "grato per l’opportunità che ho avuto di lavorare al fianco di professionisti esperti ed integerrimi. Sono certo che sotto l'equilibrata guida del CdA, del Collegio Sindacale e dell’Organismo di Vigilanza, il nuovo management condurrà la Banca a conseguire quegli obbiettivi e quei traguardi imprenditoriali per il raggiungimento dei quali ci siamo, in questi mesi, tutti intensamente adoperati».

LE REAZIONI - «Per un verso prendiamo atto delle dimissioni del presidente, poiché da tempo chiedevamo la sostituzione dell’intero cda e l’arrivo di amministratori specializzati e competenti di tematiche bancarie; per l’altro siamo increduli davanti allo stillicidio di dimissioni e di fughe dalla nostra Banca». Lo scrivono i risparmiatori del Comitato Indipendente Azionisti Popolare di Bari e AssoBPB, che in una nota si dicono «sconcertati dall’ennesimo capitolo della saga Banca Popolare di Bari/Medio Credito Centrale». «Appena il tempo di terminare l’assemblea ordinaria per l'approvazione del terribile bilancio 2021, con 170 milioni di perdite - dicono - , e per nominare due nuovi componenti del cda e del collegio sindacale in sostituzione dei dimissionari, che arrivano le dimissioni del presidente De Gennaro». «Rinnoviamo la richiesta ai rappresentanti politici pugliesi - concludono - di occuparsi della Banca Popolare di Bari e di intervenire presso MCC per evitare peggiori conseguenze e danni ai risparmiatori dalla lenta agonia della BpB».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725