Lunedì 08 Agosto 2022 | 12:46

In Puglia e Basilicata

spettacoli

«Puglia, eccomi con la vita vissuta», Panariello porta in tour il nuovo show «La favola mia»

«Puglia, eccomi con la vita vissuta», Panariello porta in tour il nuovo show «La favola mia»

L’11 luglio a Vico del Gargano, a Grottaglie il 12 e alla Basilica della Madonna del Pozzo a Capurso

28 Giugno 2022

Nicola Morisco

Tante risate, un pizzico di irriverenza, attualità e grandi classici del suo repertorio: sono questi gli ingredienti dello spettacolo «La favola mia» dell’attore Giorgio Panariello. Il comico toscano racconta e si racconta ripercorrendo in una veste inedita e attuale i 20 anni che lo hanno visto protagonista tra teatro, cinema e televisione. Ad accogliere Panariello in Puglia sarà il pubblico di tre città diverse: nell’Anfiteatro comunale di Vico del Gargano (lunedì 11 luglio), nelle Cave di Fantiano a Grottaglie (martedì 12 luglio) e il sagrato della Basilica della Madonna del Pozzo a Capurso (mercoledì 13 luglio).

Originariamente previsto nel 2020, anno specialissimo per Panariello che ha compiuto 60 anni e festeggiato i 20 anni di carriera, il tour «La favola mia» è stato rimandato a causa dell’emergenza Covid e riprogrammato per il 2022. Nonostante la pandemia, Panariello ha realizzato molti progetti di successo. Pensiamo alla fiction «Pezzi unici» (serie tv di Rai 1 diretta da Cinzia TH Torrini, ndr), lo spettacolo nei teatri in trio con gli amici di sempre Leonardo Pieraccioni e Carlo Conti, fino alla pubblicazione del romanzo «Io sono mio fratello» (Mondadori), un grande successo di pubblico e critica in cui racconta la sua vita e quella del fratello Franco, prematuramente scomparso, e il programma televisivo di Rai 3 «Lui è peggio di me», in coppia con l’attore Marco Giallini.

Panariello, a parte i drammi del momento (covid e guerra), è contento di tornare in teatro e riabbracciare il suo pubblico?

«Sì, abbiamo già avuto questa bella sensazione subito dopo il covid e non nascondo che mi chiedevo come avrei fatto a far ridere la gente e come avrebbe risposto. Invece, ho trovato persone ben disposte. In fondo noi comici serviamo a questo: siamo un po’ i virologi dell’anima. Credo che ora più che mai ci sia bisogno di quattro risate, quindi mi sento investito da questa specie di “missione”, ma sento anche la voglia di divertirmi con il pubblico. È un’estate particolare perché ci sono tanti spettacoli in giro, un po’ perché devono recuperare il fermo di quasi due anni, poi perché la gente ha bisogno di staccare il cervello almeno un paio d’ore da tutto quello che di negativo ci viene bombardato dai media».

Nello spettacolo racconta proprio tutto della sua vita, o ha tagliato alcune parti?

«Ho tagliato le cose più noiose, perché raccontare una vita in un solo spettacolo non basterebbe. Ho, quindi, cercato di riassumere facendo una piccola biografia, costruito come un piccolo racconto. Anche questo spettacolo l’ho scritto durante il lockdown, un periodo in cui stavo preparando uno spettacolo per festeggiare i miei 60 anni e i primi 20 anni di carriera. Poi, mi sono reso conto che c’era bisogno di semplicità, uno spettacolo alla portata di tutti e molto meno preparato di quello che stavo scrivendo. Alla fine è venuto fuori un raccontino sulla mia vita, anche con momenti più brutti. Racconto di quando facevo il chierichetto, di quando lavoravo in un cantiere, come cameriere in Versilia, nelle discoteche, nelle radio e poi dell’incontro con Carlo Conti e gli spettacoli televisivi. Insomma, è la storia dei personaggi che ho intemperato sul palcoscenico e, soprattutto, come sono nati, ma è anche un modo per far conoscere l’uomo che c’è dietro quelle maschere».

Ci sono anche spunti tratti dal suo romanzo?

«Sì, è un po’ figlio di quel romanzo. Nello spettacolo racconto anche quella storia che mi è realmente accaduta: una vita vissuta accanto a un fratello problematico com’è stato Franco».

Dove la vedremo prossimamente dopo il tour estivo?

«Intanto, il programma con Marco Giallini su Rai 3 per il momento non lo farò, perché lui è perennemente impegnato sui set cinematografici. Lo rifaremo sicuramente, magari quando saremo più liberi entrambi. Continuerò con questo spettacolo anche in autunno, con una tournée nei maggiori teatri italiani. La novità è che questo spettacolo diventerà un programma televisivo. Poi, sarò nel cast di una nuova fiction, mi hanno proposto un ruolo bellissimo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

EDITORIALI

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725