Giovedì 16 Settembre 2021 | 13:39

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Emergenza Covid

Lecce, la variante indiana preoccupa il Salento sono una decina i tamponi «sospetti»

Al momento il pericolo «sudafricana» sembra scongiurato

Emergenza Covid, in Puglia non vaccinato solo meno 10% personale sanitario

Lecce - Covid, resta alta l’attenzione per le varianti nel Salento. In questo momento continua a preoccupare quella indiana. Il Servizio di Prevenzione della Asl di Lecce ha inviato al laboratorio analisi del Policlinico di Bari una decina di tamponi sospetti, perché siano sottoposti al sequenziamento.

«Siamo in una situazione di attenzione - dice il direttore del Servizio di Prevenzione della Asl di Lecce, Alberto Fedele - La variante indiana è quella che ci interessa di più, in questo momento. Abbiamo una decina di tamponi che sono in fase di sequenziamento».

La cosiddetta variante sudafricana, invece, al momento sembra essere scongiurata. Intanto, ieri, il bollettino epidemiologico regionale ha registrato 84 nuovi contagi in provincia di Lecce e, purtroppo, anche 9 decessi. Un numero che conferma il calo degli ultimi giorni, anche se resta alto rispetto ai dati delle altre province pugliesi.

Un falso allarme è stato registrato, invece, in un liceo del capoluogo, dove i tamponi di screening previsti dalla delibera di giunta regionale per la ripresa delle attività scolastiche, avevano dato una positività per una decina di studenti, poi smentita dalla verifica con il tampone molecolare, che ha dato esito negativo per tutti. Passando alle vaccinazioni, è da dire che finora sono state 388.541 le dosi somministrate sino a ieri. Di queste, 261.373 sono state prime dosi.

Nello specifico, sono state somministrate 104.610 dosi ai cittadini ultraottantenni, delle quali 56.240 sono prime dosi. Risulta vaccinato, dunque, il 92,81 per cento degli over 80 salentini. Quindi, sono state somministrate 94.334 dosi - delle quali 72.533 prime dosi - alle persone tra 79 e 70. Questa fascia d’età, dunque, ha raggiunto una copertura vaccinale dell’87,79 per cento.
Infine, i cittadini tra 69 e 60 anni hanno ricevuto 77.315 vaccini - delle quali 62.694 prime dosi - attestando su una copertura vaccinale del 62,93 per cento.

Passando ai cosiddetti pazienti fragili, sono state somministrate 53.821 dosi, delle quali 38.205 prime dosi.
Infine, i medici di medicina generale hanno provveduto a vaccinare 36.373 pazienti, con complessive 50.607 dosi (comprese le seconde). Quanto all’ultimo dato giornaliero, è da dire che soltanto nella giornata di mercoledì sono stati somministrati 4.500 vaccini in tutti i Punti della provincia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie