Martedì 04 Ottobre 2022 | 03:40

In Puglia e Basilicata

La decisione

«Ikea Bari, troppi 1700 clienti nel punto vendita»: domani sciopero

Bari, chiedevano «pizzo» sui carrelli nel parcheggio Ikea: arrestati 3 nigeriani

È stato proclamato da Filcams Cgil. La segretaria Cgil Bari, Gigia Bucci, parla di «irresponsabilità»

31 Ottobre 2020

Redazione online

BARI - La Filcams Cgil di Bari ha proclamato per domani lo sciopero per l’intera giornata dei lavoratori dello store Ikea di Bari, per la scelta dell’azienda «di incrementare il numero massimo di clienti consentito come ingressi contemporanei nel punto vendita».

La segretaria Cgil Bari, Gigia Bucci, parla di «irresponsabilità» per le «1700 presenze contemporanee di clienti, soprattutto in un momento come questo, con le terapie intensive al limite della capienza e con il personale medico e infermieristico costretto a doppi, tripli turni, stremati e costantemente in pericolo di contagio data l’alta esposizione al virus in prima linea negli ospedali.

Chiediamo quindi al prefetto - aggiunge - di convocarci con estrema immediatezza per prendere decisioni subitanee». Il sindacato «ha chiesto più volte di tornare al limite massimo di 1300 presenze, considerando già il predetto numero quasi inadeguato al costante aumento dei casi da Covid».
«Chiediamo di osservare regole e comportamenti responsabili sia per i lavoratori che per i clienti - dice Antonio Miccoli, segretario Filcams Cgil Bari - . Siamo preoccupati per il lavoro di tutti ma siamo terrorizzati anche dallo stato di salute di cittadine e cittadini. Ora come non mai è doveroso chiudere i centri commerciali nel fine settimana».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725