Sabato 26 Settembre 2020 | 01:00

NEWS DALLA SEZIONE

Calcio
Il Lecce mette gli occhi su Pablo Rodriguez, la punta del Real Madrid

Il Lecce mette gli occhi su Pablo Rodriguez, la punta del Real Madrid

 
Serie b
«Lecce da promozione un esordio da brividi»

Calcio, «Lecce da promozione un esordio da brividi»

 
Calcio serie B
Andreazzoli lancia il Lecce: reciterà da protagonista

Andreazzoli lancia il Lecce: «Reciterà da protagonista»

 
Calcio serie B
Il Lecce cerca i giovani giusti: Bouah e Pobega nel mirino

Il Lecce cerca i giovani giusti: Bouah e Pobega nel mirino

 
Serie B
Doppio test di allenamento per il Lecce calcio di Corini

Doppio test di allenamento per il Lecce calcio di Corini

 
Serie B
Paganini pronto a suonare una musica dolce per il Lecce

Paganini pronto a suonare una musica dolce per il Lecce

 
Serie B
Lecce calcio, definiti i numeri delle maglie da gioco per il prossimo campionato

Lecce calcio, definiti i numeri delle maglie da gioco per il prossimo campionato

 
mercato
Lecce, i nuovi Paganini e Listowski si presentano

Lecce, i nuovi Paganini e Listowski si presentano

 
calcio
Longo non ha dubbi: «Il Lecce sarà grande protagonista in Serie B»

Longo non ha dubbi: «Il Lecce sarà grande protagonista in Serie B»

 
Calcio
Lecce, c'è Hestad a un passo dal sì

Lecce, c'è Hestad a un passo dal sì

 
calcio
Lecce, sabato al Via del Mare doppia amichevole contro Nardò e Fasano

Lecce, sabato al Via del Mare doppia amichevole contro Nardò e Fasano

 

Il Biancorosso

serie c
Bari calcio, ds Romairone: «Dalla Coppa Italia buone indicazioni per prossimi acquisti»

Bari calcio, ds Romairone: «Dalla Coppa Italia buone indicazioni per prossimi acquisti»

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoAl Frascolla
Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

Taranto, docente positivo al Covid: sindaco chiude scuola sino al 7 ottobre

 
LecceLe indagini
Fidanzati uccisi a Lecce, il killer aveva una mappa per evitare le telecamere

Fidanzati uccisi a Lecce, il killer aveva una mappa per evitare le telecamere

 
PotenzaL'iniziativa
Covid, da Shell 70mila mascherine per 14 comuni Val d'Agri e Sauro

Covid, da Shell 70mila mascherine per 14 comuni Val d'Agri e Sauro

 
Bariil raggiro continuato
Bari, ex barbiere truffa anziana: si fa consegnare 450mila euro in sei anni

Bari, ex barbiere truffa anziana: si fa consegnare 450mila euro in sei anni

 
Batambiente
Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

Andria capannone incendiato, Arpa Puglia: «In corso indagini per definire inquinamento provocato»

 
Foggia«In vino veritas»
Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

Torremaggiore, imprenditori agricoli vessati da richieste estorsive: due in manette

 
BrindisiControlli dei CC
Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

Mesagne, a spasso con fucile, machete e munizioni: arrestato 29enne ghanese

 

i più letti

L'intervista

Lecce, «Bene Corvino, ora porti nel Salento una punta con la fame di La Mantia»

Parla Domenico Progna, ex difensore del Lecce, cresciuto nel vivaio giallorosso

«Bene Corvino, ora porti nel Salento una punta con la fame di La Mantia»

Lecce - «I 14 calciatori che il Lecce ha attualmente sotto contratto, reduci dalla A, costituiscono una buona base sulla quale costruire una formazione in grado di essere competitiva in B e di lottare per il ritorno della massima serie. I punti fermi, tra di loro, sarebbero diversi. Si tratta di capire se hanno le motivazioni giuste per inseguire la risalita con la maglia giallorossa o se avranno richieste importanti da altri sodalizi. La cosa certa è che tutti sanno già cosa significhi disputare il torneo cadetto italiano, quanto sia estenuante. Molti di loro, infatti, lo hanno vinto nel 2018/2019 proprio con il team salentino». A parlare è Domenico Progna, ex difensore del Lecce nel 1980/1981 e nel 1981/1982, cresciuto nel vivaio della società giallorossa, poi passato al Campobasso, al Pisa e, per cinque stagioni, all’Atalanta.

Come valuta la scelta della proprietà di affidarsi a Pantaleo Corvino come responsabile dell’area tecnica?
«Meluso, dopo avere fatto benissimo in C ed in B, non aveva certo fatto male in A. Il Lecce è retrocesso perché, nel post quarantena, ha steccato alcuni incontri-chiave ed in particolare, sul piano del risultato, lo scontro diretto con il Genoa. Corvino è un profondo conoscitore del mondo del calcio ed un bravissimo scopritore di talenti. Ha tirato fuori giocatori di prim’ordine prima nel Lecce e poi nella Fiorentina, garantendo ad entrambi i sodalizi significative plusvalenze. Suppongo che il club presieduto da Sticchi Damiani gli abbia chiesto proprio di fare questo perché è la strada giusta per restare a certi livelli. Il professionista di Vernole ha senza dubbio le competenze e le motivazioni per riuscire nel compito che gli è stato affidato».

A guidare il Lecce in B dovrebbe essere ancora Fabio Liverani. La convince questa scelta?
«Il trainer romano ha dimostrato di essere preparato. Inoltre, sono certo che abbia imparato molto da ciò che è accaduto nel campionato di serie A da poco passato in archivio con la retrocessione. E’ chiaro a tutti che il grande handicap sia stato costituito dai troppi gol che la sua compagine ha incassato e sono convinto che in futuro saprà curare con la massima attenzione questo aspetto, apportando anche i giusti accorgimenti».

Tra i calciatori in forza attualmente al Lecce ce n’è uno al quale lei non rinuncerebbe?
«Senz’altro Petriccione. Il play è uno degli elementi intorno ai quali costruirei la formazione del futuro. So che si parla, per lui, di un interessamento dell’Udinese, ma tornare in A con la maglia giallorossa potrebbe fare la sua fortuna. Quando l’ho visto all’opera mi ha sempre impressionato positivamente ed è destinato a crescere ancora. Il capitano Mancosu ed il fantasista Falco sarebbero altri due uomini preziosi. Mi rendo conto, però, che anche per loro potrebbero arrivare le sirene del mercato. Nel gruppo attualmente sotto contratto, invece, manca un attaccante centrale di peso. Mi auguro che Corvino porti nel Salento una punta con le caratteristiche e la fame di La Mantia, il cui apporto è stato importantissimo nel 2018/2019».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie