Mercoledì 18 Settembre 2019 | 06:58

NEWS DALLA SEZIONE

Serie A
Calcio, Torino - Lecce:

Calcio, Torino - Lecce: affondo dei giallorossi, battono il Toro 2-1

 
serie a
Lecce, Liverani: «A Torino saremo umili e aggressivi»

Lecce, Liverani: «A Torino saremo umili e aggressivi»

 
Serie A
Lecce calcio riprende gli allenamenti: in campo Babacar

Lecce calcio riprende gli allenamenti: in campo Babacar

 
Serie A
Lecce calcio, è ufficiale arriva Babacar: l'attacco si rinforza

Lecce calcio, è ufficiale arriva Babacar: l'attacco si rinforza

 
Serie A
Lecce, esordio amaro al Via del Mare: vince il Verona con un gol all'81'

Lecce, esordio amaro in casa: vince il Verona con un gol all'81'

 
Serie A
Lecce calcio, Liverani: «Verona è alla nostra portata ma gara sarà difficile»

Lecce calcio, Liverani: «Verona è alla nostra portata ma gara sarà difficile»

 
Serie A
Lecce, Imbula scalda i motori e «punta» anche Diagne

Lecce, Imbula scalda i motori e «punta» anche Diagne

 
Il gesto
Lecce, il Comune consegna 146 tessere dello stadio per bambini disagiati

Lecce, il Comune consegna 146 tessere dello stadio per bambini disagiati

 
Calcio
Lecce, Mancosu: «Sfida con l'Inter ci è servita per capire la serie A»

Lecce, Mancosu: «Sfida con l'Inter ci è servita per capire la serie A»

 
Serie A
Lecce, le mani sul centrocampista Imbula

Lecce, le mani sul centrocampista Imbula

 
La polemica
Inter-Lecce, tifosi giallorossi contro Conte: «Quell'esultanza fuori luogo...»

Lecce, tifosi contro Conte: «Quell'esultanza fuori luogo...»

 

Il Biancorosso

Dopo Bari Reggina
Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

Bari non vince al San Nicola, Cornacchini: nessun tabù

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiDai Cc
Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

Mesagne, una coltellata vicino all'occhio: preso l'aggressore

 
BatIl personaggio
Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

Luigi, il super ingegnere di Barletta che fa «volare» la McLaren

 
Foggia
Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

Mafia, interdette due società a Foggia: parentela con il boss

 
MateraSasso Caveoso
Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

Matera, la conferma di due rabbini: qui la sinagoga più antica d'Europa

 
BariPolis-Deloitte
toghe, avvocati

Bari, Finanza e diritto penale: alleanza tra studi legali barese e milanese

 
PotenzaA Sant'Arcangelo
Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

 
TarantoIn centro
Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

Taranto, si barrica in casa e minaccia d far saltare in aria lo stabile

 
LecceIl duello
Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

Lecce, Gibò contro Billionaire: così il Salento sfida Briatore

 

i più letti

Coppa Italia

Lecce superstar batte la Salernitana 4-0. Bari, «schiaffo» ad Avellino. Monopoli asfaltato dal Frosinone

Una doppietta di Lapadula corona l'esordio della nuova squadra di Liverani

Lecce Salernitana

Il terzo turno di Coppa Italia è caratterizzato da un successo del Lecce che vince 4-0 in casa contro la Salernitana approdando al quarto turno, dall'eliminazione del Bari - che riceve il primo schiaffo ad Avellino perdendo 1-0 - e  dal Monopoli, sconfitto 5-1, che vede sfumare il sogno nella trasferta contro il Frosinone.

A dominare la scena, dunque, i giallorossi che davanti a 15mila tifosi danno spettacolo allo stadio Via del Mare salutando così la prima uscita stagionale della formazione salentina di Fabio Liverani impegnata contro la Salernitana nella gara valida per il terzo turno di Tim Cup.

Lecce subito avanti al primo tempo con il gol di Lapadula in solitario dopo appena 4 minuti dal fischio di inizio. Il secondo gol arriva nel secondo tempo, al 62esimo, con una azione di Falco che rifinisce nel migliore dei modi con un tiro preciso. A distanza di meno di un quarto d'ora (al 76esimo) è una doppietta di Lapadula (la prima in giallorosso) a beffare la difesa ospite e siglare il 3-0 portando in cassaforte il risultato finale. Ma a 3 minuti dalla fine del tempo regolamentare è Mayer con un tiro a volo a regalare il poker ai giallorossi.

La partita ha visto sulle due panchine contrapposte gli unici allenatori che, nella storia del Lecce, hanno centrato la doppia promozione dalla C alla A in due stagioni di fila. Liverani l’ha ottenuta nel 2017/2018 e nel 2018/2019 e guiderà il team salentino anche nella massima serie, mentre Ventura, che dirige la Salernitana, l’ha conquistata nel 1995/1996 e nel 1996/1997, per poi andare via.

La cronaca e altri commenti nell'edizione in edicola acquistabile anche on line

Tabellino:

LECCE (4-3-1-2): Gabriel, Riccardi, Petriccione, Lucioni, Lapadula, Falco, La Mantia, Calderoni, Rispoli, Majer, Tachtsidis. A disp.: Vigorito, Vera, Haye, Rossettini, Dumancic, Farias, Pierno, Dubickas, Tabanelli, Gallo, Dell’Orco, Felici. All. Fabio Liverani

SALERNITANA (3-5-2): Micai, Billong, Firenze, Jallow, Kiyine, Di Tacchio, Karo, Akpa Akpro, Jaroszynski, Lombardi, Giannetti. A disp.: Vannucchi, Russo, Lopez, Migliorini, Odjer, Calaiò, Djuric, Cicerelli, Kalombo, Morrone, Maistro, Carillo. All. Giampiero Ventura

AVELLINO-BARI 1-0, BIANCOROSSI NON SUPERANO IL TURNO

Ai biancorossi di Cornacchini mancava solo un punto per per vincere il triangolare e passare alla fase di eliminazione diretta. Ma il Bari è stato battuto al Partenio 1-0 dall'Avellino (che passa il turno) nella partita di Coppa Italia.

La svolta nel match che si era chiuso 0-0 al prImo tempo, è arriva alla ripresa, al 51esimo quando Perrotta compie in area barese un fallo di mano che il direttore di gara non può non sanzionare e così fischia il rigore che Di Paolantonio si incarica di battere: il giocatore biancoverde è freddo dal dischetto e batte Frattali.

Subito il gol di svantaggio, i biancorossi hanno tentato l'assalto per mezz'ora ma non sono riusciti a superare la difesa biancoverde. Annullato un gol di tacco di Simeri all'81esimo ritenuto dall'arbitro in posizione di fuori gioco. Al sesto minuto di recupero, Neglia va vicino al pareggio e il match si chiude con la protesta del Bari per un mancato rigore.

La cronaca e altri commenti nell'edizione in edicola acquistabile anche on line

MONOPOLI, TRAMONTA IL SOGNO: BATTUTO A FROSINONE 5-1

Il Monopoli vede sfumare il sogno sul campo del Benito Stirpe di Frosinone asfaltato dalla corazzata di Alessandro Nesta che, dopo aver infilato un poker alla Carrarese, affonda i pugliesi e passa il turno. «Nel calcio bisogna sempre saper credere in qualcosa» aveva detto l’allenatore del Monopoli Giorgio Roselli alla vigilia dell'incontro, pur consapevole del match impegnativo con una squadra di serie A.

A demoralizzare i monopolitani, una doppietta di Trotta che, nel giro di quattro minuti del primo tempo, al 31esimo e al 35esimo, fulmina Menegatti. Archiviato il primo tempo, al 12esimo della ripresa i padroni di casa vanno in vantaggio con Ciano. Dieci minuti dopo, al 22esimo, Citro sigla il 4-0. La tregua dura sette minuti perchè al 29esimo è Brighenti a segnare il quinto gol.

Al 36esimo il goal del Monopoli con un colpo di testa di Ferrara negli sviluppi di un calcio di punizione che si insacca alle spalle di Bardi. il Monopoli saluta la Coppa Italia entrando nella storia per aver raggiunto per la prima volta il terzo turno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie