Giovedì 18 Aprile 2019 | 18:58

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

La denuncia

Barletta, nell'ex scalo merci
incuria e malaffare

Barletta, nell'ex scalo merciincuria e malaffare

GIUSEPPE DIMICCOLI

BARLETTA - Una situazione di incredibile degrado nel pieno centro della città. La Gazzetta ritorna per l’ennesima volta denunciando quanto avviene, alla luce del sole e delle stelle, nell’ex scalo merci della stazione di Barletta. In pratica a tutte le ore. Un vero e proprio luogo «terra di nessuno» - anzi di molti - dove è possibile fare di tutto. Una problematica per la quale nessuno tra Comune e Ferrovie dello Stato trova una soluzione efficace. Solo qualche giorno fa vi è stato l’ennesimo intervento delle Forze dell’Ordine che hanno allontanato i soliti noti che vi bivaccano. Dopo poche ore sono tornati come se niente fosse successo.

Lo scorso mese di maggio il Comune di Barletta «in «particolare Servizi Sociali e la Polizia Locale» era intervenuto a supporto di una operazione della Polizia Ferroviaria nell’ex scalo merci della stazione di Barletta coinvolgendo anche la Caritas. Risultato? Zero.

Purtroppo, però, questi interventi servono a ben poco, anzi forse a nulla, se non si riesce a rendere invalicabile la zona. I residenti della zona sono esasperati e invocano interventi risolutivi.

«Assistiamo a scene pazzesche dai nostri balconi - ha riferito una signora -. Purtroppo non siamo più liberi di affacciarci. Ogni giorno avvengono scene di ordinaria follia. Tutto senza un minimo di decenza: fanno i bisogni, si lavano con taniche di acqua, cucinano, fanno sesso e tante altre cose losche. Vediamo entrare auto e gente molto poco raccomandabile».

Insomma una situazione assolutamente fuori controllo che necessita di un impegno costante. Perchè non iniziare a regolamentare l’accesso a quell’area? Chi ha la responsabilità? Sulla porta di ferro ci sono almeno una decina di lucchetti? Comune e Ferrovie dello Stato possono sedersi ad un tavolo e impegnarsi seriamente per questa situazione?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400