Lunedì 27 Giugno 2022 | 11:22

In Puglia e Basilicata

il fatto

Barletta, «False accuse per un parcheggio»

comune barletta

Ex consigliere comunale (ricandidato) nei guai per calunnia in concorso

17 Maggio 2022

Rino Daloiso

BARLETTA - Riflettori della Procura di Trani sulle aree parcheggio lungo la litoranea di Ponente: il sostituto Alessandro Donato Pesce, infatti, ha inviato un avviso di conclusione delle indagini preliminari a Cosimo Damiano Diviccaro, 31 anni, e a Massimo Spinazzola, 33 anni. Il magistrato contesta a entrambi l’accusa di calunnia in concorso tra loro e un’altra persona rimasta ignota. Siamo, come sottolinea l’avviso, nella fase delle indagini preliminari, ragione per la quale vale più che mai la presunzione di non colpevolezza dei destinatari della notifica, che hanno venti giorni di tempo (il termine è ordinatorio) per esporre le proprie ragioni tramite i legali.

Spinazzola è consigliere comunale uscente: è stato eletto nel 2018 nella lista Scelta popolare (a sostegno del candidato poi diventato sindaco Cosimo Cannito). Successivamente è approdato al raggruppamento Cantiere Barletta e ora corre per la riconferma nell’assemblea comunale nella lista del Partito demoratico, che sostiene la candidata sindaco Santa Scommegna.

Continua a leggere sull'edizione cartacea o sulla nostra digital edition

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725