Sabato 23 Gennaio 2021 | 14:57

NEWS DALLA SEZIONE

L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl virus
Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

Covid, 26 positivi all'ospedale Lastaria di Lucera: anche 15 pazienti

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

Coronavirus in Basilicata, 62 positivi e 2 decessi. Regione resta in zona gialla

 
BariIl virus
Covid 19 nel Barese, quasi 3mila tamponi in 25 scuole: 9 i positivi

Covid 19 nel Barese, quasi 3mila tamponi in 25 scuole: 9 i positivi

 
HomeIl caso
Racale, lancia dal balcone bombola del gas su auto con a bordo moglie e figlia: arrestato

Racale, lancia dal balcone bombola del gas su auto con a bordo moglie e figlia: arrestato

 
MateraOmicidio
Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: gravemente ferito un altro

Agguato a Rotondella, uomo ucciso a coltellate: è un ingegnere di 46 anni. Gravemente ferito un altro

 
TarantoLa decisione
Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

Un tarantino ai vertici dei servizi segreti, nominato da Conte l'ammiraglio Massagli

 
BatL'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
BrindisiL'inchiesta
Fasano, maxi-truffe on line scoperta su scala nazionale: rinviato a giudizio

Fasano, maxi-truffe on line scoperte su scala nazionale: rinviato a giudizio imprenditore

 

i più letti

La vicenda

«Bat, Cenerentola per scuola e piste ciclabili»

L’accusa: «I vecchi amministratori della Provincia non hanno presentato per tempo le richieste alla Regione»

«Bat, Cenerentola per scuola e piste ciclabili»

ANDRIA - La Regione Puglia ha finanziato progetti per lavori di ristrutturazione in 74 edifici scolastici della Regione, miranti alla ristrutturazione, al miglioramento, alla messa in sicurezza, all’adeguamento sismico, all’efficientamento energetico per un impegno di oltre 133 milioni.

Ma nessuno, però, è previsto nel territorio della sesta provincia. Così sei consiglieri provinciali della Bat, Rosa Cascella, Michele Lamacchia, Barbara Costabile, Pier Paolo Pedone, Savino Tesoro e Beppe Corrado, sono intervenuti per chiedere spiegazioni. «Quando nel giugno del 2018 – scrivono in una nota - bisognava candidare le proprie scuole ai finanziamenti per lavori di ristrutturazione, messa in sicurezza, adeguamento sismico ed efficientamento energetico, evidentemente chi aveva il dovere e l’onore di Amministrare la Provincia si godeva le ferie anticipate o, semplicemente, dormiva sonni profondi. Non sappiamo – proseguono i consiglieri provinciali - se per incapacità, superficialità o semplicemente perché impegnati in altre faccende, ma quel che è certo è che l’allora Amministrazione Provinciale, guidata dal presidente Nicola Giorgino, si fece scappare dalle mani un’altra ghiotta possibilità per restituire nuovo volto ad alcuni edifici scolastici della nostra Provincia che, come noto, versano da tempo in condizioni di degrado assoluto».

«Il presidente Lodispoto – prosegue ancora il gruppo dei sei - ha già incontrato l’assessore regionale Leo e i dirigenti regionali per comprendere come riuscire a risolvere questa ennesima problematica e salvaguardare gli interessi della nostra comunità. Abbiamo attivato gli uffici tecnici della Provincia per predisporre Progetti immediatamente finanziabili. Ma questa è solo una delle tante “falle” della passata gestione che abbiamo scoperto sin dall’insediamento dell’Amministrazione guidata dal presidente Lodispoto».

Per i consiglieri, «una situazione a dir poco disastrosa tanto dal punto di vista economico quanto da quello organizzativo, con una situazione debitoria ormai cronica, senza dimenticare le innumerevoli opere pubbliche incompiute e l’incapacità di saper attingere a finanziamenti. Oggi la musica è cambiata – avvertono - siamo tornati ad intercettare finanziamenti utili per la programmazione futura, come dimostrano i 3 milioni e 300mila euro per il Centro Ricerche Bonomo o i 5 milioni di euro per i lavori sulla Minervino-Spinazzola. Il coinvolgimento dei Sindaci, dei consiglieri provinciali e di tutte le forze politiche è la vera novità dell’amministrazione provinciale.

La vicenda era stata anche oggetto di intervento la scorsa settimana del segretario del Partito Democratico di Andria, Giovanni Vurchio. «E’ una notizia sconvolgente se pensiamo che la maggior parte delle scuole presenta uno stato di manutenzione del tutto inadeguato, non ha il certificato di idoneità statica, di collaudo statico, di agibilità e di prevenzione incendi. Insomma, ancora una volta – aveva pubblicamente dichiarato Vurchio - la politica dell’ultimo decennio (con un governo di centrodestra) ha dimostrato tutta la sua inefficienza, con pesanti ripercussioni sul futuro delle giovani generazioni».

Vurchio aveva già preannunciato la richiesta di chiarimenti sulla questione sia all’attuale presidente della provincia Bat, Bernardo Lodispoto sia al precedente Nicola Giorgino, ex sindaco di Andria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie