Venerdì 22 Gennaio 2021 | 20:40

NEWS DALLA SEZIONE

Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

Calcio Bari, Maita: «Ho passato brutte giornate con il Covid 19»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiIl caso
Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

Blitz dei Nas in due case di riposo a Brindisi e Potenza: chiuse per carenze igieniche

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

Covid 19 a Grottaglie, dipendenti comunali positivi: chiusi gli uffici

 
Covid news h 24Al San Giacomo
Covid, la denuncia della Lega: «A Monopoli niente test rapidi: bisogna andare a Bari»

Covid, la denuncia della Lega: «A Monopoli niente test rapidi: bisogna andare a Bari»

 
PotenzaIl caso
Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

Melfi, in auto con 4 quintali di cavi di rame: denunciato

 
FoggiaLa novità
Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

Policlinico di Foggia, nasce il primo reparto di Andrologia in Puglia

 
LecceLa convenzione
Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

Lecce, nasce il 'Parco della Giustizia' su terreno confiscato alla mafia

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

Shock in città

Tragedia ad Andria, sedicenne leccese si impicca in comunità

La Procura ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. C’è il video del suicidio

Procura di Trani

ANDRIA - Si toglie la vita impiccandosi nella camera di una comunità terapeutica. Sara, nome di fantasia, è morta così. A soli 16 anni. La giovane studentessa leccese ha deciso di concludere la sua esistenza, particolarmente tribolata negli ultimi mesi, in un centro di Andria dove si trovava per essere seguita da personale specializzato.

La tragedia è avvenuta martedì mattina. Intorno alle 15 un’operatrice è entrata nella stanza della ragazza, trovandosi davanti agli occhi una scena agghiacciante: Sara non respirava più, aveva un laccio stretto intorno al collo con il quale si era impiccata legandolo ad una grata della finestra. I soccorsi si sono rivelati inutili, per lei non c’era ormai più nulla da fare.
Subito dopo la telefonata ai familiari, che hanno ricevuto la notizia che nessun genitore vorrebbe sentire: «Sara non c’è più...».
Il padre e la madre della ragazza sono una coppia di professionisti leccesi: oltre alla 16enne hanno anche un altro figlio.
Sara soffriva di un profondo disagio interiore, una forma di depressione che non le ha lasciato scampo.
Da circa sei mesi i genitori avevano chiesto aiuto al Tribunale per i minorenni, per avere un supporto da parte di personale specializzato: la situazione era talmente difficile che gestire da soli il problema della 16enne era ormai diventato impossibile.
Così il Tribunale aveva aperto un fascicolo, prendendo in carico il caso di Sara.

Così era stato avviato un procedimento di volontaria giurisdizione, finalizzato a controllare il corretto esercizio della potestà genitoriale. Alla fine il giudice ha ritenuto che visti i gravi problemi dell’adolescente per lei sarebbe stato più opportuno entrare in una comunità, nella speranza che un percorso di cure specifico avrebbe potuto farla star meglio.
Una scelta che la ragazza non avrebbe mai accettato, tentando più volte di fuggire dalle strutture.
Fino a sabato scorso Sara si trovava in una comunità educativa di Barletta, ma poiché negli ultimi dieci giorni aveva tentato il suicidio ben tre volte il Tribunale ne aveva disposto il trasferimento ad Andria, in una struttura ritenuta più adeguata e attrezzata per risolvere i problemi come quelli della 16enne.
Ma nonostante gli sforzi di tutti, il suo male di vivere ha preso il sopravvento. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie