Mercoledì 17 Luglio 2019 | 00:32

NEWS DALLA SEZIONE

Rifiuti
Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

 
Il caso
Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

Bisceglie, in 5 a giudizio per gestione Salsello, Procura di Lecce: «Accertamenti sull'indagine»

 
Il caso
Barletta, sindaco insultato su Facebook sporge denuncia

Barletta, sindaco insultato su Facebook sporge denuncia

 
Arte in cucina
Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

Il volto di Jovanotti su una pizza: così Barletta aspetta il concerto

 
La paura
Barletta, 50enne grave dopo puntura di vedova nera: salvato da antidoto

Barletta, 50enne grave dopo puntura di vedova nera: salvato da antidoto

 
Il festival
Trani è tutta un tango con Zotto e Guspero, tra i ballerini più bravi al mondo

Trani è tutta un tango con Zotto e Guspero, tra i ballerini più bravi al mondo

 
Rifiuti sospetti
Barletta, degrado in via Bellini: scatta denuncia al Noe

Barletta, degrado in via Bellini: scatta denuncia al Noe

 
Il bilancio
Maltempo, la grandinata distrugge le percoche di Loconia

Maltempo, la grandinata distrugge le percoche di Loconia

 
La nota
Bisceglie, chiusura ostetricia: Ministero smentisce Regione. «Mai chiesto stop»

Bisceglie, chiusura punto nascita, Ministero smentisce Regione: «Mai chiesto stop»

 
Dalla polizia
Barletta, a bordo di uno scooter rapinò 90enne facendolo cadere a terra: preso

Barletta, a bordo di uno scooter rapinò 90enne facendolo cadere a terra: preso

 
L'episodio
Festa da ballo non autorizzata a Bisceglie: cc interrompono lo spettacolo e sequestrano il locale

Festa da ballo non autorizzata a Bisceglie: cc interrompono lo show e sequestrano il locale

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

GdM.TVIl video
San Severo, la festa del Soccorso con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

San Severo, la festa del Carmelo con la corsa dei «fujenti» tra i petardi

 
TarantoMorti bianche
Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

 
BatRifiuti
Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

 
BrindisiUn mistero di 2000 anni fa
Brindisi, dalla Germania archeologi setacciano il mare a caccia del disco di Nebra

Brindisi, dalla Germania archeologi in mare a caccia del disco di Nebra

 
MateraL'omicidio
Pastore nel Materano, killer condannato a 26 anni di carcere

Pastore ucciso nel Materano, killer condannato a 26 anni

 
BariIl caso
Bari, dress code alle corsiste: al via interrogatorio dell'ex giudice Bellomo

Bari, dress code alle corsiste: dopo 9 ore di interrogatorio Bellomo nega tutto

 
LecceOrganizzato da Prog On
«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

 
PotenzaDai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 

i più letti

Arte e cultura

Lectio Magistralis di Zecchino su Federico II

Oggi e domani a Castel Del Monte si parla delle Costituzioni di Melfi

Lectio Magistralis di Zecchino su Federico II

Due prestigiosi approfondimenti, nell’ambito della mostra “Il potere dell’armonia. Federico II e il De Arte venandi cum avibus” in corso a Castel del Monte si terranno, sempre nel maniero federiciano oggi 4 e domani 5 aprile, su iniziativa de “Il Cigno GG Edizioni” e “Novapulia”.
“Federico II e le Costituzioni di Melfi. La sponda giuridica” è il titolo della lectio magistralis che Ortensio Zecchino, terrà oggi alle 16.30, presidente del Centro Europeo di Studi Normanni, che è stato curatore della mostra allestita a Castel del Monte e autore delle fotografie in esposizione.


Zecchino illustrerà “Le Costituzioni di Melfi”, volute da Federico II per disciplinare la vita istituzionale e sociale del Regno di Sicilia, furono promulgate nell’agosto del 1231 dall'imperatore svevo nella città di Melfi e raccolte nel Liber Augustalis. Il codice legislativo, fondato sul diritto romano e normanno, è considerato tra le più grandi opere della storia del diritto. Prevedeva infatti la realizzazione di uno Stato centralizzato, burocratico e tendenzialmente livellatore, con caratteristiche che gli storici hanno reputato “moderne”.


«È il primo testo legislativo scritto, dopo il crollo dell’impero romano, emanato da un legislatore laico – spiega il prof. Zecchino -. Non a caso è riconosciuto come il più grande monumento legislativo laico del Medioevo, pietra miliare della cultura politico-giuridica occidentale. È un testo molto importante perché pone le basi della sovranità, sulle quali si svilupperanno le ideologie che porteranno allo Stato moderno. Non solo. È importante perché affronta tutti gli aspetti fondamentali della vita concreta del regno meridionale”. Un vero capolavoro giuridico.


“Il testo costituzionale di Federico II contiene norme dettagliatissime in tema di istruzione, sanità, università, difesa delle donne: ha gettato così le basi di uno Stato “moderno” in grado di acquisire la pienezza delle sue funzioni, capace di ricomporre all’unità nella sovranità dello Stato. Dopo questa Costituzione, purtroppo, è seguito un lungo periodo di regresso”.
Venerdì 5 aprile alle 11 sarà Anna Laura Trombetti Budriesi, ordinaria di storia medievale all’Università di Bologna “Alma Mater Studiorum” e massima specialista del trattato “De Arte venandi cum avibus”, avendone curato l’edizione critica e la prima traduzione completa in italiano, che discuterà di “Federico II, la vita e il manoscritto del De Arte”. Trombetti ha realizzato l’apparato scientifico su cui si snoda la mostra, ancora allestita a Castel del Monte.


Anna Laura Trombetti presenterà i momenti fondamentali della vita e dell’azione politica di Federico II, per soffermarsi  quindi  sul trattato di falconeria “De arte venandi cum avibus” e sulla sua tradizione manoscritta descrivendo i due codici più antichi che recano la versione del trattato in due libri (miniati), che si deve al figlio Manfredi e quella in sei libri   che si deve al figlio Enzo, prigioniero nella Bologna guelfa tra il 1249 e il 1273.
Trombetti, inoltre, tratterà delle qualità del perfetto falconiere a partire dal trattato arabo di falconeria  “Al Bayzara” (X secolo, Egitto),  passando per il Dancus rex (scritto in Sicilia durante il regno di Ruggero II),  per finire con il Libro del falcone, opera in versi del capo militare e padre della lingua pashtu, l'afghano Khushal Khan Khattak (1613-1689), mettendo il luce analogie e  differenze con il trattato federiciano. Alle due lectio magistralis si può accedere solo con invito, che può essere richiesto, fino ad esaurimento dei posti, inviando una mail a redazione@ilcigno.org. L’ingresso è gratuito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie