Martedì 26 Gennaio 2021 | 16:48

NEWS DALLA SEZIONE

L'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
viabilità
Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

Andria, lavori infiniti sulla Sp 231 aumentano disagi e pericoli

 
L'inchiesta
«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

«Chiavi della città», il 12 febbraio la decisione del gup di Trani

 
Nella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 
Il caso
Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

Andria, muore transessuale: è polemica sull'«identità»

 
sanità
Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

Trani, muore d’infarto a 200 metri dall’ospedale: «Soccorsi in ritardo»

 
La disgrazia
Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni il travestito vittima di insulti

Andria, addio a Gianna: muore sola in casa a 49 anni una transessuale vittima di insulti

 
Maltempo
Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate

Primi fiocchi di neve in Puglia: Castel Del Monte e Murgia imbiancate. Scatta l'allerta gialla

 
emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 

Il Biancorosso

Il post-partita
Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

Auteri incontentabile: «Dobbiamo migliorare»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Bariemergenza Covid
Bari, Sos lanciato dalle guide turistiche: «Siamo senza lavoro da due anni»

Bari, Sos lanciato dalle guide turistiche: «Siamo senza lavoro da due anni»

 
PotenzaL'appello
Basilicata, riapertura scuole: «Sui trasporti serve massima attenzione»

Basilicata, riapertura scuole: «Sui trasporti serve massima attenzione»

 
FoggiaControlli dei CC
Rignano Garganico, 8 persone sorprese in bar sprovvisto di licenza: fioccano multe e sanzioni

Rignano Garganico, 8 persone sorprese in bar sprovvisto di licenza: fioccano multe e sanzioni

 
TarantoIl virus
Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

Covid 19 a Taranto, positivi docenti del Conservatorio: sospese le lezioni

 
HomeIl caso
Crolla solaio di un capannone a S. Michele Salentino: un morto. Altri sotto le macerie

Crolla solaio di un capannone a San Michele Salentino: un morto. Altre persone sotto le macerie: 4 feriti gravi

 
LecceIl caso
Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

Lecce, donna morì cadendo dalle scale mentre lavorava: 6 indagati

 
BatL'incidente
Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

Barletta, furgone contro autocarro sulla Sp 21: muore agricoltore 73enne

 
MateraIl caso
Reati contro la Pubblica Amministrazione a Matera: 11 arresti e sequestrati 8,2 mln

Matera, truffa per fondi pubblici in agricoltura: 11 arresti, tra loro funzionari Ismea e Regione Basilicata. 22 indagati e sequestrati 8,2 mln. Le intercettazioni VD

 

Una nota dell'azienda

Ferrotramviaria: i passaggi a livello
hanno sistemi avanzati di protezione

Ferrotramviaria: i passaggi a livello hanno sistemi avanzati di protezione

BARI - Tutti i passaggi a livello gestiti da Ferrotramviaria S.p.A. «sono attrezzati con sistemi avanzati di protezione».

Lo precisa in una nota l’azienda «a seguito - si legge nel comunicato - di continue e reiterate notizie tendenti a creare un clima di allarme in ordine alla pericolosità dei passaggi a livello presenti sulla linea Bari Barletta gestita da Ferrotramviaria S.p.A.».
Ferrotramviaria e la Regione Puglia - viene sottolineato - "hanno da tempo avviato un importante programma di soppressione dei passaggi a livello sulla linea ferroviaria, che sono passati dagli 87 inizialmente presenti agli attuali 43. Sono attualmente in corso i lavori di soppressione di altri 10 passaggi a livello; altri 7 interventi di eliminazione sono già finanziati. Un ulteriore progetto per la eliminazione di altri 6 passaggi a livello ha da poco iniziato il preliminare iter approvativo presso i comuni interessati in vista del successivo inoltro alla Regione Puglia per la necessaria individuazione delle fonti di finanziamento».

«Tutti i passaggi a livello ancora esistenti - viene evidenziato - sono protetti da barriere comandate automaticamente dai treni, ai quali vengono fornite dall’ impianto stesso informazioni in ordine allo stato di 'apertò o 'chiusò». Le stesse informazioni «vengono fornite automaticamente al sistema SCMT che provvede a regolare la marcia del treno per arrestarlo in caso di malfunzionamento dell’impianto di passaggio a livello ove, ovviamente, la procedura di frenatura non sia stata attuata dal personale di bordo».

«E' di tutta evidenza - prosegue la nota - che i passaggi a livello sono un punto di interferenza strada-rotaia che rappresenta una criticità soprattutto per la indisciplina degli utenti stradali. Dal 1 gennaio 2018 al 31 luglio 2018 sulla rete gestita da Ferrotramviaria su 73 episodi che hanno comportato l’arresto di un treno in prossimità di un passaggio a livello e l’attesa delle squadre che consentissero il suo attraversamento in sicurezza, ben 50 (pari al 68,49%) sono stati generati da abbattimento delle barriere da parte di veicoli stradali o da veicoli intrappolati tra le barriere per non aver rispettato i segnali ottico-acustici di preavviso di chiusura.

Gli altri 23 episodi sono stati generati da guasti agli impianti (tasso di guasto medio nel periodo sul complesso degli impianti 4,73%) che non hanno comportato alcun rischio per cose e persone, date le protezioni in essere, e che sono stati prontamente riparati dalle squadre di manutenzione. Gli intrappolamenti di veicoli tra le barriere rappresentano gli episodi a più alto rischio. Non a caso sono stati finanziati dal Ministero dei Trasporti (con fondi CIPE) e prossimi ad essere installati, sistemi di controllo ottico dello stato di ingombro dei passaggi a livello a più alto momento di traffico stradale».

«I quasi 6000 passaggi a livello presenti sulle reti ferroviarie (Nazionale e Regionali) - si conclude - rappresentano un problema sul quale si sta incidendo con la graduale eliminazione e l’adozione di tecnologie sempre più sofisticate. Ma in ogni caso, non si potrà mai prescindere dalla educazione stradale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie