Martedì 23 Ottobre 2018 | 03:27

NEWS DALLA SEZIONE

Alla chiusura
Rapinano banca a Barletta: sfondano ingresso con furgone e fuggono

Barletta, rapinatori assaltano banca sfondando la vetra...

 
A Bisceglie
Sicurezza, chiude Teatro Garibaldi, polemica ritardi nei lavori

Sicurezza, chiude Teatro Garibaldi, polemica ritardi ne...

 
Davanti alla chiese
Bisceglie, spacciano 50 euro falseper le piantine dei malati di tumore

Bisceglie, spacciano 50 euro false per le piante dei ma...

 
Il prodigio
Mons. Dimiccoli, il miracolo fu valido: curò paraplegico

Mons. Dimiccoli, il miracolo fu valido: curò paraplegic...

 
Presi dalla Polizia
Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in sala giochi

Andria, in cella due rapinatori: pestarono cliente in s...

 
la tragedia di Andria
Scontro treni, il gup chiama in causail Ministero e la Ferrotramviaria

Scontro treni, gup chiama in causa il Ministero e la Fe...

 
Il caso
Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito in tilt

Barletta, cantieri «a sorpresa» e il traffico va subito...

 
Il convegno
Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurezza a Canosa

Bat? Territorio fragile, ma lo Stato c'è: focus sicurez...

 
Il bilancio
Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

Vendemmia: un'ottima annata, +20% rispetto al 2017

 
La strage
Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

Cani morti in strada a Trani, mistero irrisolto

 
Ad Andria
Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Murgia

Sequestrate costruzioni abusive nel Parco Nazionale Mur...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

prefettura

Nasce a Barletta lo sportello
antiracket ed antiusura

Nasce a Barletta lo sportello antiracket ed antiusura

BARLETTA - Il commissario straordinario del Governo per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura, prefetto Domenico Cuttaia, si è recato al Palazzo del Governo dove, alla presenza del Procuratore della Repubblica di Trani, dott. Antonino Di Maio, dei rappresentanti dei vertici provinciali delle Forze di Polizia di Bari e di Foggia nonché dei sindaci dei Comuni capoluogo e di Trinitapoli e dei componenti del Nucleo di Valutazione operante in Prefettura, ha presentato il Vademecum contenente le procedure di accesso ai benefici di legge per le vittime dell’estorsione e dell’usura, redatto a cura dell’Ufficio del Commissario.

«Il documento si basa sul fondamentale principio di offrire un incentivo alla denuncia da parte delle vittime, attraverso la garanzia della protezione dello Stato a chi collabora con le istituzioni nella lotta alla criminalità organizzata, mettendo spesso a rischio la propria incolumità personale, quella della propria famiglia ed il proprio patrimonio» ha spiegato.

Secondo il principio di solidarietà, lo Stato si fa carico del costo derivante dalle denunce degli operatori economici, per contrastare in modo efficace i fenomeni criminosi e per garantire sostegno ai cittadini che si ribellano al racket ed all’usura. A seguire è stata resa testimonianza della recente vicenda che ha coinvolto la ditta “Fratelli Elia” di Trinitapoli, riconosciuta vittima del reato di estorsione, conclusasi con l’erogazione di un’elargizione di 136mila euro da parte del Commissario Straordinario per il coordinamento delle iniziative antiracket ed antiusura del Ministero dell’Interno.

Nel dicembre 2015, infatti, la ditta di Trinitapoli richiese l’accesso al Fondo di solidarietà per le vittime dell’usura e dell’estorsione, a seguito della denuncia presentata al Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia per il danneggiamento di un appezzamento di terreno coltivato ad una pregiata varietà di carciofi, che ne pregiudicò l’intero raccolto, per il quale la Procura della Repubblica di Foggia ha avviato un procedimento penale a carico di ignoti, tuttora in fase di indagine.

Poi il commissario Cuttaia, il prefetto Maria Antonietta Cerniglia, ed il Commissario Straordinario del Comune di Barletta, Gaetano Tufariello, hanno inaugurato presso il Castello Svevo di Barletta il nuovo sportello di prevenzione usura, estorsione e sovraindebitamento delle famiglie di Barletta, per il quale è stato sottoscritto un apposito Protocollo d’Intesa cui hanno aderito la Federazione regionale e quella provinciale delle Associazioni Antiracket ed Antiusura Italiane.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400