Lunedì 03 Ottobre 2022 | 13:19

In Puglia e Basilicata

il caso

Turiste violentate a Bari, 21enne resta in carcere

La storia di Giovanna, vittima di stalking: «La poesia mi ha salvata»

Interrogato dal gip dopo arresto in flagranza ha negato accuse

10 Agosto 2022

Redazione online

BARI - Resta in carcere il 21enne barese accusato di aver violentato due turiste francesi di 17 e 18 anni, in un appartamento nel quartiere Libertà di Bari, nella notte tra l’8 e il 9 agosto, dopo averle sequestrate, rapinate e aggredite. Il gip del Tribunale di Bari Angelo Salerno ha convalidato l’arresto eseguito in flagranza di reato dalla Polizia e ha emesso contestuale ordinanza di custodia cautelare in carcere riconoscendo il 21enne responsabile di tutti i reati contestati dalla pm Desireè Digeronimo: duplice violenza sessuale aggravata, lesioni, rapina e resistenza a pubblico ufficiale.

Per circa due ore, nel carcere di Bari dove è detenuto da ieri, l’indagato ha risposto alle domande di gip e pm, negando le accuse e cercando di fornire una versione diversa da quella data dalle due vittime. Una versione che il giudice ha ritenuto evidentemente non credibile, sulla base anche dell’esito degli accertamenti medico-legali che hanno confermato le lesioni e le violenze. Le due turiste, una minorenne, erano state soccorse in strada, subito dopo i presunti abusi, in lacrime e con gli abiti lacerati e poi portate al Policlinico dove è stato attivato il cosiddetto «binario rosa» per le vittime di violenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725