Sabato 25 Giugno 2022 | 16:27

In Puglia e Basilicata

il caso

Travolta e uccisa per strada, la conducente aveva tasso alcol sopra i limiti

Foggia, i volontari del 118: «Digiuniamo a oltranza»

La 39enne della provincia di Bari, coinvolta nell'incidente nell’Anconetano. Valore 'non penale' ma multa

21 Giugno 2022

Redazione online

ANCONA - Non era ubriaca ma aveva un tasso alcolico appena sopra il limite consentito la donna di 38 anni che giovedì sera 16/6 ha investito e ucciso con la sua auto una coppia di fidanzati in bici sul lungomare di Marina di Montemarciano (Ancona). A perdere la vita sono stati Alberto Catani, del posto, 41 anni, e Stefania Viterbo, 39 anni, originaria della provincia di Bari. Stando agli esiti dell’alcoltest la conducente della Fiat Panda aveva un tasso pari a 0,71 grammi/litro (il minimo consentito per mettersi alla guida è 0,5). La gradazione riscontrata non ha implicazioni dal punto di vista penale ma comporterà una sanzione amministrativa con la sospensione della patente di fatto già effettuata la sera stessa dai carabinieri intervenuti sul posto. La Procura aveva già aperto un fascicolo a carico della donna per duplice omicidio stradale.

E’ ancora in fase di ricostruzione la dinamica dell’incidente, soprattutto per determinare le cause che hanno portato la 38enne a perdere il controllo della vettura che ha centrato i fidanzati in sella a due biciclette per poi ribaltarsi dopo aver urtato un camper in sosta e un parchimetro. A bordo c'era anche la figlioletta di 7 anni. Madre e figlia sono rimaste illese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725