Domenica 26 Giugno 2022 | 01:37

In Puglia e Basilicata

Trasporti

Passeggeri, nuovo record per gli aeroporti pugliesi

aeroporto di Bari

Già ad aprile recuperati i livelli del 2019, a maggio +18,4%

25 Maggio 2022

Marco Seclì

BARI - Un colpo d’ali per spazzare via l’incubo della pandemia e riprendere il volo. Gli aeroporti di Puglia ripartono alla grande dopo il blocco dovuto all’emergenza Covid, che per due anni ha paralizzato il settore.

Gli ultimi dati del 2022 autorizzano a vedere rosa. Perché non solo il crollo del 2020 (quando lo stop fu pressoché totale) e del 2021 (stop a intermittenza) è stato già azzerato, ma la ripresa dei viaggi in aereo, quando maggio non è ancora terminato, mostra cifre record. Superiori a quelle del 2019, l’anno-boom per gli scali regionali, che totalizzarono 8,2 milioni di passeggeri.
I numeri registrati da Aeroporti di Puglia parlano chiaro. Ad aprile 2022 la differenza con i primi quattro mesi dell’anno record era già stata praticamente azzerata: solo circa 40mila passeggeri in meno, -1,94% in totale rispetto al 2019.
E a maggio, dal primo al 20 del mese, ecco la sorpresa tutta positiva. Negli aeroporti di Bari e di Brindisi sono stati registrati nel complesso ben 563.124 passeggeri contro i 475.522 del 2019. L’incremento percentuale è a doppia cifra: +18,4% sull’anno d’oro.

Nel dettaglio, le linee nazionali da e per la Puglia hanno segnato 354.600 presenze contro le 284.430 del 2019 (+25%). Bene anche le linee internazionali con 207.200 viaggiatori e il 10,9% in più (erano stati 186.924 nel 2019). Le differenze di passeggeri per arrivare al dato complessivo sono da attribuire alla quota legata a voli privati, aerotaxi, charter.

Qui Bari

L’aeroporto internazionale «Karol Wojtyla» nei primi giorni di maggio ha visto atterrare e decollare in tutto 379.093 persone, +18,6% rispetto alle 319.600 dello stesso periodo del 2019. Si sono serviti delle linee nazionali 217.456 passeggeri contro i 173.246 del 2019 (uno sbalorditivo +25,5%). Per i voli internazionali il dato è di 160.493 contro 142.424 (+12,7%).

Qui Brindisi

Numeri in ascesa anche nell’aeroporto del Salento, da dove hanno spiccato il volo o sono atterrati in totale 184.031 passeggeri contro i 155.922 dei primi venti giorni del maggio 2019, con una crescita del 18,1%. L’aumento sui voli nazionali ha segnato il 23,3%: 137.144 viaggiatori contro i 111.184 del 2019. Mentre in 46.707 hanno viaggiato con destinazioni internazionali (+5% sui 44.500 del 2019).

Le prospettive

La Puglia sembra essere tornata destinazione prediletta dai turisti, ma gli scali regionali sono punto di partenza anche per i corregionali che optano per una vacanza all’estero o che all’estero risiedono o si recano per motivi di lavoro. E Aeroporti di Puglia, forte dei nuovi record, è intenzionato a sfruttare l’onda. Non a caso, l’ente presieduto da Antonio Maria Vasile ha già varato un piano industriale da 218 milioni di euro che prevede una serie di interventi strutturali per potenziare le aerostazioni di Bari e Brindisi ma anche quelle di Grottaglie e di Foggia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725