Giovedì 30 Giugno 2022 | 14:56

In Puglia e Basilicata

Cortili aperti

Bitonto, riapre le porte l’antico e restaurato Torrione angioino

Bitonto, il Torrione angioino

Il lavoro è durato un anno ed è stato reso possibile grazie al finanziamento ottenuto nel 2016

21 Maggio 2022

Redazione Cronaca

BITONTO - I lavori di riqualificazione, iniziati a febbraio 2021, sono ancora in corso, ma il Torrione Angioino di Bitonto tornerà a spalancare le sue porte già oggi e domani.

La torre difensiva, che si erge in piazza Cavour, sarà infatti visitabile in occasione di «Cortili Aperti», la manifestazione organizzata dall’Associazione Dimore Storiche Italiane in collaborazione con il Comune.
L’evento, riproposto dopo lo stop dovuto alla pandemia, permette di far conoscere a turisti e non solo luoghi non sempre accessibili e di trasmettere l’amore per la città anche alle giovani generazioni. Ciceroni di eccezione saranno infatti 400 studenti dei licei e istituti tecnici e professionali bitontini. Ma la manifestazione è utile anche per ricordare l’importanza della conservazione, valorizzazione e corretta gestione delle dimore storiche.

Tra i 50 siti aperti per l’ottava edizione, ci sono infatti molti palazzi privati. Ma anche chiese, cortili, chiostri e monumenti, tutti visitabili gratuitamente stasera dalle 18 alle 22 e domani dalle 10 alle 13 e dalle 16.30 alle 22. Le bellezze storiche bitontine saranno inserite in quattro diversi percorsi: medievale, rinascimentale, barocco e ottocentesco. 

Nel primo, ci sarà anche la torre costruita nel XIV secolo dagli angioini, che si è rifatta e continuerà a rifarsi il look grazie al finanziamento intercettato nel 2016 dal Patto per la Città Metropolitana di Bari.
Oggetto di intervento la terrazza, già completamente ristrutturata, avvolta da ringhiere in stile antico, che la proteggono dagli atti vandalici. Ma anche gli impianti di illuminazione delle parti esterne e del fossato, che saranno accesi in via eccezionale oggi e domani sera.

Nel progetto sono inserite anche opere essenziali, come l’impianto antincendio, l’allestimento museale, un nuovo impianto elettrico e il restauro delle coperture. Il monumento è infatti da tempo sede della Galleria d’arte contemporanea e un contenitore culturale, da adeguare sempre più a mostre, come quella visibile da stasera per «Cortili aperti». Per l’occasione, è stata infatti allestita un’esposizione di elaborati di progetto più rappresentativi.

«Il cantiere – ha spiegato il sindaco Michele Abbaticchio sui social - diviene così un momento e un luogo di conoscenza, di valorizzazione e di divulgazione storica, tecnica e artistica di particolare valore culturale orientato verso i cittadini e quindi all’intera città». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725