Venerdì 24 Settembre 2021 | 05:08

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

l'emergenza

Turi, focolaio Covid in Rssa: 45 i contagi accertati di cui 37 anziani. Altri 99 positivi a Mola, Modugno e Sannicandro

Otto sono gli operatori positivi. Lo rende noto su facebook la sindaca Tina Resta

Soleto, salgono a 17 i decessi tra i contagiati dal Coronavirus nella Rsa

TURI - Un focolaio Covid con 45 contagi è stato accertato nella Rssa «Mamma Rosa» di Turi.

Lo rende noto in una diretta facebook la sindaca Tina Resta. Nel dettaglio sono risultati positivi 8 operatori e 37 anziani ospiti, quattro dei quali sono sintomatici, gli altri asintomatici. «Mi hanno rassicurato che la situazione nella struttura è sotto controllo - dice la sindaca - e che martedì prossimo saranno effettuati nuovi tamponi». 

FOCOLAI ANCHE MODUGNO E SANNICANDRO - Due focolai Covid con 72 contagi complessivi sono stati accertati in altrettante Rsa di Modugno e Sannicandro, nel Barese, del gruppo «Villa Argento».

Lo fa sapere il procuratore del gruppo, Fabio Carfagno. Nel dettaglio, nella struttura di Modugno sono risultati 46 positivi, dei quali 13 dipendenti e 33 anziani, circa la metà del totale degli ospiti. A Sannicandro sono risultati 26 positivi, 4 dipendenti e 22 anziani, anche in questo caso circa la metà degli ospiti.

«Siamo in continuo contatto con il dipartimento di prevenzione della Asl e con l’Usca» dice Carfagno, spiegando che «abbiamo sdoppiato le strutture in due blocchi, Covid e no-Covid, con servizi e assistenza differenziati». I focolai, chiarisce Carfagno, «sono stati scoperti perché sottoponiamo settimanalmente gli ospiti a screening antigenici e così abbiamo riscontrato le positività, poi confermate dai tamponi molecolari». 

27 POSITIVI IN RSA DI MOLA - «Sono 27, al momento - di cui 11 ospiti quasi tutti appartenenti al nucleo Alzheimer e 16 operatori - le persone risultate positive al test molecolare per la diagnosi del Covid-19 nella Rsa di via Russolillo a Mola di Bari. Ad ora, non si registrano particolari problemi di salute, tranne piccole manifestazioni febbrili in un caso. Si attende in giornata l’esito degli ulteriori accertamenti diagnostici avviati immediatamente dal dipartimento di prevenzione della Asl. La situazione è, comunque, sotto controllo sin da ieri. Si attendeva il risultato dei primi tamponi naso-faringei per fornire dati certi».

A darne notizia è il sindaco di Mola, Giuseppe Colonna, che questa mattina, insieme al direttore del distretto sociosanitario, Giuseppe Carminucci e all’Ispe che gestisce la Rsa, ha effettuato un sopralluogo per l’allestimento di percorsi differenziati per gli ingressi nella residenza sanitaria assistenziale e per gli utenti e operatori del distretto sanitario.

«I servizi socio-sanitari – precisa Colonna – continueranno ad essere erogati in sicurezza. A questo scopo, sono in corso di predisposizione due ingressi distinti. Inoltre, per quanto riguarda la residenza sanitaria, l’Ispe sta gestendo al meglio la situazione. Al secondo piano della struttura sono stati allestiti percorsi differenziati per pazienti Covid e noCovid. Il primo piano è Covid free. Nelle prossime ore saranno forniti gli aggiornamenti relativi agli altri tamponi effettuati che, ci auguriamo, possano dare esito negativo. Nel frattempo, fermo restando le azioni di controllo che l’amministrazione comunale, in collaborazione con le forze di polizia, sta ponendo in essere, invito tutti a una maggiore cautela e al rispetto delle regole che tutelano la nostra salute e quella degli altri. I nostri comportamenti individuali assumono, oggi più che mai, un ruolo determinante nel contenimento del contagio. Mi appello alla responsabilità di tutti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie