Giovedì 17 Ottobre 2019 | 18:13

NEWS DALLA SEZIONE

La causa civile
Bari, bimba morì all'Ospedaletto: in sala operatoria mancava il termometro

Bari, bimba morì all'Ospedaletto: in sala operatoria mancava il termometro

 
Gli accertamenti
Monopoli, case vacanza non autorizzati: sequestrato bar abusivo dalla Polizia locale.

Monopoli, case vacanza non autorizzate: sequestrato bar abusivo dalla Polizia locale

 
Dai Carabinieri
Castellana, spacciavano in casa: arrestati madre e figlio

Castellana, spacciavano in casa: arrestati madre e figlio

 
Dalla Gdf
Bari, con moglie e figlio nasconde 3 chili eroina in valigia: arrestato napoletano all'Aeroporto

Bari, con moglie e figlio nasconde 3 chili eroina in valigia: arrestato napoletano all'Aeroporto

 
Agguato in serata
Bitritto, spari tra la folla: ferite due persone, grave un pregiudicato

Bitritto, spari tra la folla: ferite due persone, grave un pregiudicato Foto

 
A Bari
Canta in via Sparano per studiare in Puglia: l'odissea di un soprano russo

Canta in via Sparano per studiare in Puglia: l'odissea di un soprano russo

 
lavoro
Bitritto, sciopero Solution 30 Italia: in 99 rischiano il posto

Bitritto, sciopero Solution 30 Italia: in 99 rischiano il posto

 
nel Barese
Corato, rapinarono negozio in centro: arrestati padre e figlio

Corato, rapinarono negozio in centro: arrestati padre e figlio

 
nel Barese
Casamassima, rapina, furti d'auto ed estorsioni al centro commerciale: 51enne in carcere

Casamassima, rapina, furti d'auto ed estorsioni al centro commerciale: 51enne in carcere

 
sanità
Bari, inaugurata nuova risonanza magnetica all'ospedale San Paolo

Bari, inaugurata nuova risonanza magnetica all'ospedale San Paolo

 

Il Biancorosso

lega pro
Sabbione, il Bari ha un bomber «di scorta», già tre reti per lui

Sabbione, il Bari ha un bomber «di scorta», già tre reti per lui

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLa decisione
Strage in famiglia a Orta Nova: funerale unico per tutti

Strage in famiglia a Orta Nova: funerale unico per tutti

 
BatLa viabilità in centro
Barletta, nessun beneficio con la chiusura di piazza Caduti

Barletta, nessun beneficio con la chiusura di piazza Caduti

 
BariLa causa civile
Bari, bimba morì all'Ospedaletto: in sala operatoria mancava il termometro

Bari, bimba morì all'Ospedaletto: in sala operatoria mancava il termometro

 
TarantoLunedì
Taranto, ministro Fioramonti a inaugurazione anno scolastico

Taranto, ministro Fioramonti a inaugurazione anno scolastico

 
PotenzaL'inchiesta
Potenza, 3 ordinanze per dossieraggio e corruzione: in manette l'avvocato De Bonis

Potenza, corruzione e mazzette: 3 arresti, anche un noto avvocato. Preso telefono di Pittella

 
BrindisiLe indagini
Brindisi, una fucilata tra i bambini prima del delitto Carvone: altri due arresti

Brindisi, una fucilata tra i bambini prima del delitto Carvone: altri due arresti

 
LecceIncidente mortale
Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

Lecce, contromano sulla statale: confermati arresti per carabiniere

 
Materamorirono in 2
Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

Matera, palazzina crollò nel 2014: chieste 8 condanne

 

i più letti

Zona Cecilia

Modugno, dopo 50 anni sarà abbattuto lo storico «bubbone»

Giovedì 19 settembre alle ore 9, consegna dei lavori alla ditta Agoraa, aggiudicataria dell'appalto per la demolizione dell'immobile

Modugno, dopo 50 anni sarà abbattuto lo storico «bubbone»

Sono ormai contate le ore per l'ecomostro del quartiere Cecilia di Modugno, un palazzo abusivo di sei piani il cui abbattimento viene chiesto dai cittadini da 50 anni e la cui fine è stata decretata anche dalla giustizia amministrativa, che si è pronunciata al riguardo più volte. Giovedì 19 settembre alle ore 9, con la consegna dei lavori alla ditta Agoraa (aggiudicataria dell'appalto per la demolizione dell'immobile), prenderanno il via le operazioni per l'abbattimento di uno dei simboli più clamorosi degli scempi edilizi consumati nel territorio di Modugno.

Si va così verso la realizzazione di un obiettivo di portata storica dell'Amministrazione Magrone: l’eliminazione del palazzo di sei piani - situato tra le vie Pordenone, Ancona, Canne della Battaglia - la cui costruzione cominciò nel 1972 senza, però, mai essere completata. Obiettivo che si realizza soprattutto grazie al pressante e duro impegno del sindaco Magrone e del vicesindaco e assessore all'urbanistica, Francesca Benedetto, con la collaborazione tecnica del responsabile del Servizio comunale ai Lavori pubblici, Franco Bruno.

Dal 1968, anno in cui fu rilasciata la prima licenza edilizia, ad oggi l’iter di realizzazione del fabbricato ha conosciuto una serie straordinariamente tortuosa di sospensioni, sequestri e dissequestri, silenzi e dimenticanze, che ha prodotto il triste risultato, ancora per poco sotto gli occhi di tutti, di un edificio ridotto al suo pericolante scheletro, noto come il 'bubbone', svettante da decenni nel cuore del quartiere Cecilia con tutta la sua portata di degrado per l'ambiente circostante. Nessuno in questi anni è riuscito a dargli vita perché – come hanno sentenziato anche il Tar di Puglia e il Consiglio di Stato – è “certamente abusivo”; tutte le amministrazioni passate avevano promesso di abbatterlo ma nessuna lo ha fatto. Tranne l’”amministrazione della legalità”, guidata da Nicola Magrone, che al posto del ‘Bubbone’ ha progettato la nascita del ‘Parco della legalità’.

“La popolazione del quartiere Cecilia sta per essere liberata dall'oppressione di un immobile ridotto da tempo allo stato di rudere, pericolante e pericoloso, dichiarato abusivo anche dalla giustizia amministrativa. Il 'bubbone' è il simbolo tristemente eloquente di una storia, soprattutto politica, di totale mancanza di rispetto per la comunità”, dice il Sindaco Magrone. “Essere giunti finalmente all'assegnazione dei lavori di demolizione significa soprattutto - sottolinea Magrone – che stiamo per sanare un'ingiuria lunga cinquant'anni e per restituire, così, dignità alla popolazione e ai luoghi del quartiere Cecilia. Contro questa ingiuria, l'amministrazione comunale ha avuto il coraggio di battersi impegnandosi in un contenzioso complicato e faticoso pur di affermare le ragioni, riconosciute dal Tar e dal Consiglio di Stato, del quartiere Cecilia e della legalità ambientale e urbanistica nel nostro territorio.”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie