Lunedì 14 Ottobre 2019 | 03:10

NEWS DALLA SEZIONE

il caso
Acquaviva, invitato alla sagra cantante amato dai boss: Comune ritira patrocinio

Acquaviva, alla sagra cantante amato dai boss: Comune ritira patrocinio Il rapper: io sono fedele

 
Il caso
Bari, sorpresi a bruciare rifiuti in campagna: denunciati un 58enne e 36enne

Bari, sorpresi a bruciare rifiuti in campagna: denunciati un 58enne e 36enne

 
La novità
Bari, ecco il primo forno sociale: costruito dai cittadini con terra e paglia

Bari, ecco il primo forno sociale: costruito dai cittadini con terra e paglia

 
dal 15 al 18 ottobre
Bari, arriva il Festival del Cinema Spagnolo

Bari, arriva il Festival del Cinema Spagnolo

 
la protesta
Bari, corteo per la Siria: palloncini pieni di vernice rossa contro consolato turco

Bari, corteo per la Siria: palloncini pieni di vernice rossa contro consolato turco

 
Michele amoruso
Bari, la seconda vita del killer del clan: da ergastolano a detenuto modello, chiede semilibertà

Bari, la seconda vita del killer del clan: da ergastolano a detenuto modello, chiede semilibertà

 
storica decisione
Villette abusive sul litorale, via alla demolizione della «Punta Perotti» di Mola di Bari

Villette abusive sul litorale, via alla demolizione della «Punta Perotti» di Mola di Bari

 
nel Barese
Mola, polizia intercetta autocarro rubato poco prima: è caccia ai ladri

Mola, polizia intercetta autocarro rubato poco prima: è caccia ai ladri

 
Il corteo
Bari domani in marcia per il popolo Curdo: ecco le limitazioni al traffico

Bari domani in marcia per il popolo Curdo: ecco le limitazioni al traffico

 

Il Biancorosso

Bari Ternana 2-0
Bari asfalta la Ternana al San Nicola: eurogol di Hamlili

Bari asfalta la Ternana al San Nicola: eurogol di Hamlili  Foto

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batnel Nordbarese
Trinitapoli, lampeggiano per segnalare posto di blocco: 5 automobilisti multati

Trinitapoli, lampeggiano per segnalare posto di blocco: 5 automobilisti multati

 
Foggiababy gang
Foggia, ragazzini aggrediscono passanti con calci e pugni

Foggia, ragazzini aggrediscono passanti con calci e pugni

 
Potenzanel Potentino
Latronico, sistema della «gabbie» per mettere un freno all'invasione dei cinghiali

Latronico, sistema della «gabbie» per mettere un freno all'invasione dei cinghiali

 
Lecceil caso
Salento, allieve molestate a scuola? Indagini sul prete prof

Salento, allieve molestate a scuola? Indagini sul prete prof

 
Brindisinel Brindisino
Ceglie Messapica: donne e bambine donano capelli per solidarietà

Ceglie Messapica: donne e bambine donano capelli per solidarietà

 
Tarantole polemiche
Medicina a Taranto, protesta degli studenti baresi: «Noi costretti a migrare per studiare»

Medicina a Taranto, protesta degli studenti baresi: «Noi costretti a migrare per studiare»

 
MateraIl caso
Sparatoria nella notte a Policoro, due feriti: scatta un fermo

Mafia: duplice tentato omicidio a Policoro, fermato 49enne

 

i più letti

Dopo la paura

Bari, la madre della bimba malata di Seu ringrazia i medici dell'ospedale pediatrico

«Grazie per non aver mai smesso di massaggiarle il cuore o di tenerle la mano»

Ospedale Pediatrico Giovanni XXIII, Via Giovanni Amendola, 207, 70126 Bari, Italia

Ecco la lettera che la mamma della piccola Rosalba ha voluto pubblicare sulle pagine della Gazzetta del Mezzogiorno:

«Infinitamente grazie! Ogni genitore all’inizio dell’estate si appresta a programmare le vacanze, sfrozandosi di fare in modo che i propri figli possano divertirsi il più possibile.

Si sa ci nutriamo dei loro sorrisi!

Ma mai nessuno si aspetterebbe che, da un momento all’altro, la vita di quel figlio, tanto atteso e tanto amato, possa ritrovarsi appesa a un filo.

E poi perché? Per quale causa?

Una mozzarellina? Un pezzo d’anguria?

A me sa ancora di assurdo!

Rosalba a soli due anni si è ritrovata a lottare contro un batterio ("escherichia coli", mutato in Seu, sindrome emolitico-uremica) molto aggressivo che in pochissime ore l’ha ridotta in fin di vita.

Quelle parole risuonano ancora forte nella testa: "Preparatevi al peggio, la malattia della bambina è in fase cronica".

Mentre i medici della Rianimazione e delle Nefrologia dell’ospedale "Giovanni XXIII" di Bari (dottori Milella e Giordano e rispettive équipe) pronunciavano quelle parole, noi li guardavamo negli occhi e non vedevamo solo medici ma genitori, uomini e donne che stavano vivendo assieme a noi tutto quel dramma, quel grande dolore, ma nonostante la situazione fosse disperata non hanno mollato, non hanno mai smesso di credere che a quella luce in fondo al tunnel si deve provare ad arrivare.

"La situazione è critica ma Rosalba c’è e noi non possiamo mollare" ci dicevano. Noi oggi possiamo solo dirgli infinitamente grazie.

Grazie per non aver mai smesso di "massaggiare" il cuore di nostra figlia durante i due arresti cardiaci, per avere eseguito un protocollo così complicato in maniera così professionale e grazie per aver tenuto la mano alla mia bambina quando io, sua madre, non potevo farlo.

La strada per la ripresa di Rosalba è ancora lunga.

Ma adesso noi, grazie a voi medici dell’Ospedale Pediatrico, possiamo ancora lottare.

Grazie di cuore alla dottoressa Lippolis (la psicologa) per averci ascoltati e supportati in questo cammino.

Grazie a tutti voi che assieme a noi avete ininterrottamente pregato e supplicato la guarigione di Rosalba. Sono sicura che lassù qualcuno ci ha ascoltati».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie