Mercoledì 12 Agosto 2020 | 00:13

NEWS DALLA SEZIONE

La denuncia
Regionali 2020, candidato Lega a Bari: «Un balordo mi ha devastato sede del comitato»

Regionali 2020, candidato Lega a Bari: «Un balordo mi ha devastato sede del comitato»

 
L'annuncio
Acquaviva delle Fonti, in due al rientro dall'estero contraggono il Coronavirus

Acquaviva delle Fonti, in due rientrati dall'estero sono positivi al Coronavirus

 
La denuncia
Bari, «Povero giardino Garibaldi ormai ridotto a una pattumiera»

Bari, «Povero giardino Garibaldi ormai ridotto a una pattumiera»

 
Emergenza al Policlinico
Coronavirus Bari, partoriente positiva i neo genitori: «Non possiamo vedere il nostro piccolo»

Coronavirus Bari, partoriente positiva, parla il compagno: «Non possiamo vedere il nostro piccolo»

 
Il caso
Sannicandro di Baro. seguono il cliente che cerca rifugio dal pusher: arrestato 37enne

Sannicandro di Bari, seguono il cliente che cerca rifugio dal pusher: arrestato 37enne

 
Il caso
Bari, turisti milanesi lasciano portafoglio in un bar, la Polizia Locale recupera il borsello: "Grazie infinite«

Bari, turisti milanesi lasciano portafoglio in un bar, la Polizia Locale recupera il borsello: "Grazie infinite«

 
istruzione
Ripartenza: comune Bari stanzia 1 milione per banchi e arredi scolastici

Ripartenza: comune Bari stanzia 1 milione per banchi e arredi scolastici

 
I roghi in città
Bitonto, sorpreso dai carabinieri mentre appicca il fuoco

Bitonto, sorpreso dai carabinieri mentre appicca il fuoco

 
LA GAZZETTA NEI BARI
Gravina, Gazzetta & coni gourmet

Gravina, Gazzetta & coni gourmet

 
IL DISAGIO
San Cataldo, petizione dei residenti contro le auto

San Cataldo, petizione dei residenti contro le auto

 
l'emergenza
Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

Bari, potenziato laboratorio Covid al Di Venere: 500 tamponi al giorno

 

Il Biancorosso

LEGA PRO
Fatti il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

Fatto il Napoli, tocca al Bari. Vivarini più fuori che dentro

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeVerso il voto
Regionali 2020, Elena Gentile probabile candidata a Lecce

Regionali 2020, Elena Gentile probabile candidata a Lecce

 
TarantoIn ospedale
Sanità, Asl Taranto potenzia il Cup: ridotti i tempi d'attesa

Sanità, Asl Taranto potenzia il Cup: ridotti i tempi d'attesa

 
MateraLa scoperta
Montescaglioso, uomo trovato morto in un uliveto dopo un incendio

Montescaglioso, uomo trovato morto in un uliveto dopo un incendio

 
BariLa denuncia
Regionali 2020, candidato Lega a Bari: «Un balordo mi ha devastato sede del comitato»

Regionali 2020, candidato Lega a Bari: «Un balordo mi ha devastato sede del comitato»

 
FoggiaLe misure anticontagio
Covid 19, troppi focolai a Cerignola: scatta obbligo di mascherina anche all'aperto

Covid 19, troppi focolai a Cerignola: scatta obbligo di mascherina anche all'aperto

 
Batnella Bat
Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

 
PotenzaPOLITICA
Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

Basilicata, si spacca la Lega: chiesta espulsione di Zullino

 

i più letti

Il caso

Lungomare San Girolamo, Melini: «Resta una brutta incompiuta»

A dirlo è Irma Melini, consigliere comunale di Bari e candidata sindaco alle Amministrative 2019

mare a Bari

BARI - «Il waterfront di San Girolamo resta un’opera incompiuta. È questa la triste verità che Decaro dovrebbe raccontare ai baresi che oggi avrebbero dovuto assistere alla consegna dei lavori e che invece aspettano ancora di vedere completato il “lungomare più bello dell’Adriatico”, rimasto un cantiere a cielo aperto». Così ha commentato Irma Melini, consigliere comunale di Bari e candidata sindaco alle Amministrative 2019 sul waterfront di San Girolamo.  

«Oltre 11 milioni di euro spesi per i lavori il cui risultato finale è più che discutibile e che sta provocando più disagi che benefici all’intero quartiere, dai residenti ai commercianti. Errori di progettazione, ritardi accumulati, date di consegna mai rispettate e un’attesa infinita per vedere oggi che cosa? Il lungomare che lascia questa Amministrazione è un lungomare dove la prima spiaggia, inaugurata due anni fa dal sindaco, oggi non esiste più, dove le barriere frangiflutti non assolvono alla loro funzione e le correnti marine distruggono quanto appena realizzato, dove il verde è inesistente e i pochi alberelli piantati sono inadeguati, piegati dal maestrale e nemmeno messi in sicurezza, e dove la zona destinata ai bagni pubblici, oggi assenti, è diventata un’area di degrado. Senza tener conto dell’ecomostro di cemento che campeggia sullo sfondo e che toglie dignità al quartiere».

«A questo si aggiunga che la viabilità di San Girolamo - aggiunge Melini - è completamente compromessa proprio per l’incapacità di questa Amministrazione di programmare prima l’allargamento di strada San Girolamo, che è arteria principale, e di realizzare i marciapiedi, che per il 90 per cento sono inesistenti, e quindi di mettere in sicurezza i pedoni, e poi di fare il lungomare seppur con dei lavori infiniti. Può essere questa un’opera pubblica? Chi pagherà tutto ciò se non ancora i baresi? Quello che manca a chi ci amministra oggi è l’amore per la nostra terra, la cura nel migliorare i luoghi in cui viviamo per far sì che siano rispettati. Non ci meritiamo tutto ciò, ecco perché bisogna cambiare questa Amministrazione per affidarsi, invece, a chi Bari la ama davvero».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie