Venerdì 14 Dicembre 2018 | 02:11

NEWS DALLA SEZIONE

Università
Intelligenza artificiale e Big Data al Politecnico di Bari: progetto pilota con Microsoft

Intelligenza artificiale e Big Data al Politecnico di Bari: progetto pilota con Microsoft

 
Occupazione
Bari, protesta dei lavoratori Cara: rischio tagli del 50% sulle pulizie

Bari, protesta dei lavoratori Cara: rischio tagli del 50% sulle pulizie

 
Il caso
Bari, bimbo morto per polmonite in ospedale: oggi l'autopsia

Bari, bimbo morto in ospedale: l'autopsia conferma il decesso per polmonite

 
Dalla digos
Terrorismo: fermato somalo a Bari per pericolo di fuga

Terrorismo: fermato somalo a Bari per pericolo di fuga

 
IL caso luminarie
Meraviglioso Natale: tra le 'casette' carenze igieniche e irregolarità, multe dei Nas

Polignano, blitz dei Cc: multe e irregolarità igieniche al Villaggio di Natale

 
La storia
Niente più carri a Carnevale: oggi Gino restaura presepi

Niente più carri a Carnevale: oggi Gino restaura presepi

 
Musica e letture
Il volo di Smikrà: a Bari omaggio alla compagna di D'Annunzio

Il volo di Smikrà: a Bari omaggio alla compagna di D'Annunzio

 
La mobilitazione
Welfare, in 2mila protestano per servizi socio-sanitari davanti la Regione

Diritto cure, protesta dei sindacati alla Regione: in 2mila al sit in

 
Il rimborso
Da Milano a Bari con cinque ore di ritardo: Ryanair risarcirà 9 passeggeri

Da Milano a Bari con cinque ore di ritardo: Ryanair risarcirà 9 passeggeri

 
Il gesto estremo
Bari, uomo minaccia di buttarsi giù dal palazzo dell'Acquedotto

Bari, uomo minaccia di buttarsi giù dal palazzo dell'Acquedotto

 

Il caso

Bari, viola i domiciliari per duettare con un cantante neomelodico per il suo compleanno: arrestato

«Galeotta» è stata la festa organizzata nel vicolo dai suoi amici per i 18 anni documentata con foto e video sul web. Il giovane torna al Fornelli: fu arrestato per aver chiesto il pizzo a Natale 2017

Agguato a Bari vecchia gambizzato un incensurato

Foto Luca Turi

BARI - Maledetti «social network». È tutta colpa loro se le porte del «Fornelli» si sono riaperte per un ragazzino terribile, adesso appena maggiorenne. A tradirlo foto e immagini che ritrarrebbero anche lui durante il concerto a sorpresa organizzato in suo onore per festeggiare, sia pure in ritardo, la maggiore età. Sotto casa si stava esibendo uno dei suoi cantanti neomelodici preferiti. Come resistere alla tentazione di scendere per strada e abbracciare sia l’artista, sia chi gli aveva fatto un regalo così grande? Nulla di male se in quel momento non fosse sottoposto alla misura della «permanenza in casa», l’equivalente dei «domiciliari» per gli adulti. Quanto basta, insomma, per tornare dritto nell’Istituto minorile.
Per capire questa storia occorre riannodare i fili sino a quasi un anno fa. Il minorenne aveva poco più di 17 anni quando venne arrestato dalla Polizia con l’accusa di tentata estorsione in relazione alla vicenda del «pizzo» imposto all’imprenditore che, per conto del Comune, stava allestendo l’albero di Natale in piazza Ferrarese. In quella occasione vennero arrestati anche Antonio Manzari, 31 anni, che nel corso dell’interrogatorio di garanzia si scusò per il gesto, e il 43enne Francesco Longo. Quest’ultimo e l’allora minorenne avrebbero spalleggiato Manzari durate gli abboccamenti con la vittima.

Dopo una severa condanna in primo grado, poi ridotta in appello, i giudici minorili avevano modificato la misura cautelare nei confronti del giovanissimo imputato, concedendogli appunto la «permanenza in casa». Tutto, però, è andato in fumo nei giorni scorsi. Foto e video postate sui «social network», lo avrebbero immortalato mentre partecipava alla festa a sorpresa che qualcuno, forse i suoi amici, avevano organizzato tra i vicoli di Bari Vecchia per celebrare il compleanno. Una ricorrenza necessariamente rimandata di qualche settimana rispetto alla data effettiva di nascita, proprio in ragione della detenzione. Un ritardo, evidentemente, da recuperare alla grande. Con tanto di ospite d’eccezione. Solo per lui, infatti, si è esibito un noto cantante neomelodico catanese.

Insomma, un concerto tra i vicoli, organizzato sotto casa del neo maggiorenne, legato da vincoli di parentela con una famiglia del quartiere collegata alla malavita organizzata. Un’esibizione, stando alle immagini postate sui «social», molto apprezzata dal pubblico di curiosi costituito in prevalenza da giovanissimi, compresi i bambini. Ora, se l’artista è uscito tra gli applausi, nei confronti del festeggiato la magistratura minorile ha disposto l’aggravamento della misura cautelare. Il ragazzino terribile, infatti, non sarebbe riuscito a trattenersi. Ad un certo punto avrebbe aperto la porta di casa scendendo per strada, cosa che non poteva fare, vista la «detenzione» tra le mura domestiche. Un entusiasmo travolgente al punto che il giovane indagato avrebbe persino duettato al microfono con il suo beniamino. L’artista, infatti, pare abbia l’abitudine di invitare il festeggiato o la festeggiata di turno a cantare insieme a lui. Mai selfie, baci e abbracci furono più autolesionistici. L’esibizione rilanciata sui social dell’artista, ma non solo su quelli, non è sfuggita all’autorità giudiziaria minorile, né, tanto meno, ai Carabinieri della Stazione di Bari Vecchia che si trova a due passi dal palco improvvisato.
Una passione fortissima, dunque, è costata al giovanissimo indagato, il ritorno al «Fornelli».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400