Sabato 17 Novembre 2018 | 17:50

NEWS DALLA SEZIONE

settimana della Cucina italiana nel mondo
Emiliano vola in Albania per promuovere la Puglia «come stile di vita»

Emiliano vola in Albania per promuovere la Puglia «come stile di vita»

 
Il dossier del «Sole 24 Ore» con «Statista»
Il Gruppo pugliese Maiora e la Prestige S.r.l.tra le aziende «leader della crescita 2019»

Il Gruppo pugliese Maiora e la Prestige S.r.l.
tra le aziende «leader della crescita 2019»

 
Decisione della Cassazione
Bari, appalti truccati all'Arca: arresto bis per l'ex direttore

Bari, appalti truccati all'Arca:
arresto bis per l'ex direttore

 
A Bari
Sopralluogo di Decaro, a fine anno riapre il Teatro Piccinni

Sopralluogo di Decaro, a fine anno riapre il Teatro Piccinni

 
Nei guai un circolo nautico
Specchio d'acqua occupato abusivamente, sequestro a Mola

Specchio d'acqua occupato abusivamente, sequestro a Mola

 
Da sabato 17 novembre
Polignano, tornelli e biglietto a 5 euro per le luminarie di Natale Il sondaggio

Polignano: tornelli e biglietto a 5 euro per entrare nel centro storico. Giusto o no? Il sondaggio

 
A Bari
Pregiudicato ferito a San Girolamo, arrestati 3 uomini clan Strisciuglio-Campanale

Pregiudicato ferito a San Girolamo, arrestati 3 uomini clan Strisciuglio-Campanale

 
La vertenza
Ex Om, gli operai davanti al Ministero cantano l'ìnno di Mameli

Ex Om, gli operai al Ministero cantano l'inno di Mameli Vd

 
L'annuncio
Nuove 171 assunzioni entro febbraio in arrivo nel Comune di Bari

Bari, entro febbraio nuove 171 assunzioni in arrivo in Comune

 
Le indagini
Mafia e scommesse online, per il gip «Vitino l'Enel e figli erano pronti a fuggire»

Mafia e scommesse online, per il gip «Vitino l'Enel e figli erano pronti a fuggire»

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

L'intervista

Sergio Silvestris: «In Europa per difendere la Puglia, non per fondare partiti dello 0 virgola»

L'esponente azzurro: cruciali le partite su Xylella, industria e Pac

Sergio Silvestris: «In Europa per difendere la Puglia, non per fondare partiti dello 0 virgola»

Sergio Silvestris (Foto Fb)

Onorevole Sergio Silvestris, con l'intervento ad Everest il vicepresidente di Forza Italia, nonché presidente del parlamento Ue Antonio Tajani, rilancia l'impegno degli azzurri per l'autunno caldo. Con che coordinate?
«Tajani ha affermato la necessità di ripartire dai nostri valori e, soprattutto, dalla nostra gente. Dai tanti ragazzi, dai militanti, dalle donne e dagli uomini che ogni giorno sono impegnati nelle loro città, e che non si riconoscono nella demagogia inconcludente del M5S. Idee chiare e merito sono i migliori punti di partenza».(Silvestris, già deputato europeo per il Pdl nel 2009 con oltre 100mila preferenze, è stato tra gli organizzatori della Festa dei Giovani di Fi a Giovinazzo, e sarà tra i candidati di punta degli azzurri per le prossime Europee nella circoscrizione Sud)


La prossima scadenza politica è quella delle Europee. Quanto è stata vicina alla Puglia l'Ue in questi anni di crisi?
«Chi volesse davvero rappresentare la Puglia a Bruxelles dovrebbe tenere sulla sua scrivania cinque dossier sempre aperti: l'Ilva, la Pac, la Xylella, i fondi strutturali e la direttiva Bolkestein».


Perché?
«Sono i cinque temi da cui dipende il futuro della nostra terra. Il rischio di un forte ridimensionamento dell'Ilva significherebbe, a cascata, la fine dell'industria pugliese. Così come la nuova Pac che partirà dal 2020, per come si stanno orientando i lavori della commissione Agricoltura, provocherebbe un altro fortissimo ridimensionamento degli aiuti diretti, quella che in Puglia chiamiamo "integrazione". Sta prevalendo l'impostazione dei Paesi del nord: pochi euro a tutti in modo uguale, sia che coltivino olive o uva da tavola come facciamo noi, sia che si tratti di pascoli d'altura della Germania o della Polonia. L'agricoltura pugliese finirebbe in ginocchio».


E cosa non ha funzionato questi anni nel rapporto con l'Europa?
«La nostra rappresentanza. Chi doveva difendere la Puglia nell’Ue non si è occupato dei temi essenziali, ma piuttosto ha fondato quattro partiti dello 0 virgola. Dobbiamo capirci: si va in Europa per rappresentare il territorio o per mettere al sicuro il proprio seggio? Ci si va ad occupare della Xylella o dei collegi in cui piazzare i propri amici alle elezioni politiche? L'Europa non ci regala nulla, ma se lì ci vanno i soliti politici di lungo corso interessati a difendersi la poltrona, è certo che non ne caveremo nulla. Per non parlare degli indici di presenza al voto in aula e commissione: una vergogna assoluta».


Il centrosinistra pensa a organizzare le primarie per le regionali 2020 già in questo autunno. Il centrodestra?
Le parole d'ordine sono due: unità e competenza. Oggi il centrodestra unito vince, sia a Bari e Foggia che alla Regione. I vertici regionali delle forze moderate si stanno incontrando da settimane: sapranno trovare le giuste sintesi. Evitando che qualcuno usi le elezioni europee per riportare indietro l'orologio della Puglia».

In che senso? «Per tre volte il centrodestra ha perso le elezioni regionali. Per divisioni interne e per incapacità di parlare con chiarezza ai pugliesi. Spero che il responsabile principale di queste sconfitte non usi le europee per riciclarsi in uno dei partiti del centrodestra, per poi tentare di tornare a dirigere le scelte della coalizione. Se questo accadesse risalirebbero vertiginosamente le quotazioni di Michele Emiliano, oggi ridotte al lumicino».


Quale popolarismo per Forza Italia in Europa?
«Max Weber, candidato del Ppe alla presidenza della Commissione, ha aperto l'altro giorno un confronto con Orban e Salvini. Populisti e popolari possono e devono parlare. Ci sono forti disagi, immigrazione e disoccupazione innanzitutto, e ricette distinte. Ma non distanti. In Italia Forza Italia e la Lega di Salvini governano bene in tante città e Regioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400