Mercoledì 23 Ottobre 2019 | 20:22

NEWS DALLA SEZIONE

A popggofranco
Bari, auto dei magistrati su posti di polizia: fioccano le multe. «Faremo ricorso»

Bari, auto dei magistrati su posti di polizia: fioccano le multe. «Faremo ricorso»

 
Sanità
Al Miulli intervento di chirurgia microinvasiva per la cura di un tumore dell'appendice

Al Miulli intervento di chirurgia microinvasiva per la cura di un tumore dell'appendice

 
L'intervista
Gervasoni: «Gli operai a destra, la sinistra con Greta. Emiliano populista come il dem Sanders»

Gervasoni: «Gli operai a destra, la sinistra con Greta. Emiliano populista come il dem Sanders»

 
Il caso
Palese, 15enne aggredito: ecco le immagini dell'inseguimento della baby gang

Palese, 15enne aggredito: ecco le immagini dell'inseguimento della baby gang

 
Dal 25 al 27 ottobre
Al Politecnico di Bari arriva Need Next: il primo «hackathon» di idee su tecnologia e futuro

Al Politecnico di Bari arriva Need Next: il primo «hackathon» di idee su tecnologia e futuro

 
In treno
Droga, agenti PolFer fermano giovane corriere sulla tratta Foggia-Bari

Droga, agenti PolFer fermano giovane corriere sulla tratta Foggia-Bari

 
Il caso
Palese, 15enne picchiato in spiaggia dai coetanei: arrestati i 5 del branco

Palese, 15enne picchiato in spiaggia dai coetanei: arrestati i 5 del branco VD

 
Il rogo
Conversano, fumo e fiamme nel castello: domato l'incendio

Conversano, fumo e fiamme nel castello: domato l'incendio

 
la sentenza
Triggiano, sorpresi con 70 grammi di cocaina: arrestati 2 pusher

Triggiano, sorpresi con 70 grammi di cocaina: arrestati 2 pusher

 
La replica all'inchiesta
Sanità, il duello tra il governatore e «Le Iene»: «L’ospedale di Terlizzi? Sarà riconvertito»

Sanità, duello tra Emiliano e «Le Iene»: «L’ospedale di Terlizzi? Sarà riconvertito». «Uno spreco»  VD

 
I disagi
Bari, tornelli al vecchio tribunale: code e attese, protesta avvocati

Bari, tornelli al vecchio tribunale: code e attese, protesta avvocati

 

Il Biancorosso

la partita
Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariA popggofranco
Bari, auto dei magistrati su posti di polizia: fioccano le multe. «Faremo ricorso»

Bari, auto dei magistrati su posti di polizia: fioccano le multe. «Faremo ricorso»

 
FoggiaAeronautica militare
Foggia, problemi a un motore: drone «Predator» atterra in campagna

Foggia, problemi a un motore: drone «Predator» atterra in campagna

 
Tarantocasa a luci rosse
Martina Franca, faceva prostituire sue connazionali: arrestata 46enne cinese

Martina Franca, faceva prostituire sue connazionali: arrestata 46enne cinese

 
MateraLa manifestazione
A Matera nonni e nipoti in un girotondo per la vita e per la pace

A Matera nonni e nipoti in un girotondo per la vita e per la pace

 
BrindisiL'operazione dei cc
Pezze di Greco, vendono cerchi in lega online: ma è una truffa, 2 denunce

Pezze di Greco, vendono cerchi in lega online: ma è una truffa, 2 denunce

 
PotenzaRete ferroviaria
La Puglia non paga più, il Frecciarossa taglia Taranto e il treno diventa lucano

La Puglia non paga più, il Frecciarossa taglia Taranto e il treno diventa lucano

 
Leccestartup
Dipendenza da social? Ci pensa un’app leccese: trasforma in gara il tempo passato off line

Dipendenza da social? Ci pensa un’app leccese: trasforma in gara il tempo passato off line

 
BatLa denuncia
Trani, carcere al collasso: occorre più personale

Trani, carcere al collasso: occorre più personale

 

i più letti

sanità

Seu, a Bari c’è un quarto caso: ricoverata una bimba di due anni

I medici: «Non è in pericolo di vita». Scattano controlli sugli allevamenti specie dopo la morte della piccola di 13 mesi della scorsa settimana

ospedale pediatrico bari

L'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari

BARI - Un nuovo caso di Seu, il quarto del 2018, stavolta molto meno grave di quello che la scorsa settimana ha portato alla morte una bimba di 13 mesi di Lucera. Non è un emergenza, secondo i medici, ma la Regione si prepara a lanciare un piano rafforzato di controlli sulla filiera alimentare e sull’ambiente per scongiurare i focolai di infezione: con la stagione turistica già partita, si vuole evitare quanto accaduto nel 2017 quando la Puglia ha «esportato» otto casi di Seu, bambini che hanno contratto il batterio in vacanza e hanno sviluppato la malattia al ritorno a casa.

Il nuovo caso, ricoverato da sabato al «Giovanni XXIII» di Bari, riguarda una bimba di poco meno di due anni che venerdì scorso era stata portata dai genitori all’ospedale San Paolo. Da qui, i medici la hanno trasferita all’ospedale pediatrico, prima in Malattie infettive e quindi nel reparto di Nefrologia, diretto da Mario Giordano, che è il centro di riferimento regionale per la Sindrome emolitico-uremica.

Si tratta, come ormai i pugliesi hanno imparato, di una complicanza di un’infezione intestinale batterica, trasmessa soprattutto per via alimentare ma anche per contatto con animali infetti o ambiente contaminato, che nei casi più gravi può portare alla morte. La causa va ricercata soprattutto nel latte non pastorizzato (e nei suoi derivati), ma anche - ad esempio - negli insaccati «artigianali» e nelle verdure irrigate con l’acqua contaminata. A far accendere il campanello d’allarme è la presenza di sangue nelle feci: non a caso la diagnosi di gastroenterite emorragiche fa scattare il protocollo messo a punto dalla Regione, che prevede l’effettuazione di analisi sui campioni per verificare la presenza di Vtec, la verocitotossina prodotta dall’Escherichia Coli.

«Quando l’infezione da Vtec è rilevata tempestivamente - spiega il dottor Giordano -, il trattamento di iperidratazione è in grado di ridurre sensibilmente il rischio di contrarre la Seu». Al momento in Puglia sono segnalati due ricoveri per infezioni da Vtec, uno al «Giovanni XXIII» e uno al San Paolo di Bari, nessuno dei quali è evoluto in Seu.

L’attenzione è insomma molto alta. Dopo l’epidemia del 2013, e i due decessi dello scorso anno, gli ospedali pugliesi hanno sviluppato un’attenzione particolare alla Seu. La Regione sta per ufficializzare il nuovo protocollo, che prevederà il coinvolgimento attivo dei reparti di Pediatria e dei pediatri di libera scelta: l’obiettivo, appunto, è ridurre il tempo necessario alla diagnosi per attivare la profilassi e scongiurare conseguenze gravi. «I genitori - commenta Maria Chironna, responsabile del laboratorio di Epidemiologia molecolare del Policlinico - devono rivolgersi al pediatra o al pronto soccorso quando rilevano la presenza di sangue nelle feci. E devono prestare particolare attenzione alle normali misure igieniche e ai cibi consumati dai bimbi piccoli, perché anche piccole cariche batteriche possono causare l’infezione». [m.s.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie