Venerdì 20 Settembre 2019 | 05:33

NEWS DALLA SEZIONE

Nella notte
Bari, furto in stazione di servizio con inseguimento: 2 arresti e 2 ricercati

Bari, furto in stazione di servizio con inseguimento: 2 arresti e 2 ricercati

 
Arte
Molfetta si trasforma in capitale della scultura

Molfetta si trasforma in capitale della scultura

 
L'inchiesta
Carbonara, medici in trincea. Lo sfogo del direttore: «Nessuna regola, tante aggressioni»

Carbonara, medici in trincea. Lo sfogo del direttore: «Nessuna regola, tante aggressioni»

 
La decisione
Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

Ucciso per errore a Carbonara, Cassazione: «Si farà nuovo processo»

 
nel Barese
Polignano, non rispettano divieto di balneazione: multati due acquascooter

Polignano, non rispettano divieto di balneazione: multati due acquascooter

 
Il caso dress code
Bari, il Riesame anulla sequestro telefoni e pc all'ex giudice Bellomo

Bari, il Riesame anulla sequestro telefoni e pc all'ex giudice Bellomo

 
Arrestato dalla Polizia
Terlizzi, maltrattava la moglie: in cella 53enne per stalking

Terlizzi, maltrattava la moglie: in cella 53enne per stalking

 
La sentenza
Bari, licenziato e reintegrato: torna in carica il direttore Feltrinelli

Bari, licenziato e reintegrato: torna in carica il direttore Feltrinelli

 
Dopo la nostra denuncia
Bari, negato fitto a studentessa disabile. L'Adisu le «trova» casa

Bari, negato fitto a studentessa disabile. L'Adisu le «trova» casa

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
TarantoNel tarantino
Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

 
PotenzaSul raccordo Potenza-Sicignano
Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

 
MateraTentato omicidio
Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

 
BatLa proposta
Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

 
Foggianel foggiano
Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

 
BrindisiNel Brindisino
Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

 

i più letti

I nuovi scenari

M5S programma in 10 punti per sconfiggere Xylella in Puglia

«Chiederemo al governo di superare il decreto Martina e rinegoziare con l'Ue». La linea del M5S sulla Xylella in Puglia è stata illustrata in conferenza stampa

Antonella Laricchia, M5S, ha indicato l'obiettivo per debellare Xylella in Puglia: «una agricoltura sostenibile» su cui «lavorerà il nuovo governo»

M5S e Xylella Puglia - Da sinistra i pentastellati Antonella Laricchia, Gianpaolo Cassese, Cristan Casili, Ruggiero Quarto, Patty L’Abbate, Giovanni Vianello, Vincenzo Garruti e Maria Soave Alemanno

M5S e Xylella Puglia - Da sinistra i pentastellati Antonella Laricchia, Gianpaolo Cassese, Cristan Casili, Ruggiero Quarto, Patty L’Abbate, Giovanni Vianello, Vincenzo Garruti e Maria Soave Alemanno

BARI - «Chiederemo al governo di superare il decreto Martina e rinegoziare con l'Ue». La linea del M5S sulla crisi Xylella in Puglia è stata illustrata ieri con una conferenza stampa alla quale hanno partecipato consiglieri regionali (Cristian Casili e Antonella Laricchia) e parlamentari (Patty L’Abbate, Ruggiero Quarto, Giovanni Vianello e Gianpaolo Cassese), ma la posizione è stata elaborata con i vertici nazionali e indica la volontà dei pentastellati di voler incarnare le modalità d’azione di una nuova forza governista anche per la Puglia, in linea con le posizioni assunte nel recente passato.

Antonella Laricchia del M5S ha indicato l’obiettivo, «una agricoltura sostenibile», e ha specificato che su questo orizzonte «lavorerà il nuovo governo». Cristian Casili, M5S, ha riservato una critica circostanziata al governatore Michele Emiliano, insieme ad una richiesta di maggiori risorse per affrontare la crisi: «Le nostre linee guida servono per rompere l'impasse che il governo Emiliano, con ritardi e inefficienze, ha creato. Anche l'Europa è corresponsabile di quanto accaduto ed deve essere chiamata al pari dello Stato italiano ad investire risorse importanti».

Questo il decalogo grillino: potature biennali, diserbo meccanico nel periodo in cui si sviluppa la mosca sputacchina, diserbo con tecniche innovative (vapore d’acqua ad alta temperatura) per aree pubbliche e marginali, interventi chirurgici di eradicazione delle piante infette unite a monitoraggi capillari ed efficienti, reimpianto nelle zone infette di cultivar resistenti, rigenerazione paesaggistica, monitoraggi estesi della Regione Puglia con modalità per studi geostatici, controlli tempestivi sull'adempimento delle azioni di controllo del vettore e ricerca multidisciplinare su diffusione e gestione della Xylella.

Alla base c’è una grande attenzione per l’agricoltura biologica, specificato dal senatore Ruggiero Quarto del M5S: «Siamo per la profilassi fitosanitaria ma con prodotti sostenibili nel biologico, superando così il decreto Martina». Il deputato del M5S Giampaolo Cassese, imprenditore agricolo di Grottaglie: «Con il decreto si rischia di penalizzare proprio il settore biologico. Una volta usciti dai canoni ci vogliono tre anni per rientrare nel settore. Una prospettiva che genererebbe enormi danni economici». Poi sulle eradicazioni: «Proponiamo l’eradicazione chirurgica degli alberi infetti da Xylella nelle fasce di contenimento, con monitoraggi fissi nella zona circostanti per studiare il fenomeno, proteggendo gli alberi monumentali per evitare contagio». Casili aggiunge: «Finora i monitoraggi si fanno a campioni. Noi vogliamo aumentarli per far crescere la tutela. La Regione Puglia non ha tutte le risorse per gestire la zona cuscinetto ed Emiliano ha una colpa: non è stato in grado di rinegoziare i finanziamenti europei per il monitoraggio». «Purtroppo siamo stati silenti con l’Ue», puntualizza Quarto. La senatrice economista Patty L’Abbate del M5S postula poi un patto con il territorio, per una rete che coinvolga «tutti gli stakeholder».

A margine dell’incontro c’è anche spazio per una puntualizzazione sulla Tap: «Ne discuteremo nel comitato di conciliazione, dove non arretreremo di un centimetro rispetto alla nostra tradizionale opposizione all’opera», chiosa la Laricchia.

Ai grillini hanno replicato i consiglieri regionali di maggioranza Fabiano Amati, Donato Pentassuglia, Sergio Blasi, Ruggiero Mennea e Napoleone Cera: «Anche su Xylella in Puglia il M5S ha cambiato opinione, passando dal negazionismo sulla malattia e contrarietà ad ogni forma di eradicazione, al decalogo che in buona sostanza replica tutti i provvedimenti attualmente in attesa di esecuzione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie