Martedì 23 Luglio 2019 | 00:27

NEWS DALLA SEZIONE

L'iniziativa
Al Policlinico di Bari arriva la «Festa del gelato»: dolcezza per i bimbi malati

Al Policlinico di Bari arriva la «Festa del gelato»: dolcezza per i bimbi malati

 
L'odissea
«Per noi cervelli in fuga è impossibile tornare»: la denuncia di una coppia a Emiliano e Decaro

«Per noi cervelli in fuga è impossibile tornare»: la denuncia di una coppia a Emiliano e Decaro

 
La nomina
Un barese alla presidenza dei parassitologi mondiali

Un barese alla presidenza dei parassitologi mondiali

 
gli enti decentrati
Bari, ecco i nomi dei consiglieri dei Municipi 3,4 e 5

Bari, ecco i nomi dei consiglieri dei Municipi 3,4 e 5

 
Il ripascimento
Monopoli, la spiaggia di Cala Porta Vecchia come a Dubai

Monopoli, la spiaggia di Cala Porta Vecchia come a Dubai

 
Lo spettacolo
Teatro Palazzo: le canzoni più belle dai '60 a oggi raccontate da Boni e Pedrini

Teatro Palazzo: le canzoni più belle dai '60 a oggi raccontate da Boni e Pedrini

 
Trasporti
«Estate, solo 2 treni da Barletta a Bari per i pendolari»: scatta la petizione online

Estate, pochi treni per i pendolari: scatta petizione online. Trenitalia risponde: «Potenzieremo»

 
La decisione
Corato, alla prima seduta del consiglio comunale si dimette il sindaco D'Introno

Corato, alla prima seduta del consiglio comunale si dimette il sindaco D'Introno

 
Nel barese
Terlizzi, tenta di uccidere prostituta in un casolare durante rapporto: arrestato

Terlizzi, tenta di uccidere prostituta in un casolare durante rapporto: arrestato

 
Igiene urbana
Bari, stop ai rifiuti nelle piazze della movida: Amiu in azione dalle 23 alle 3

Bari, stop ai rifiuti nelle piazze della movida: Amiu in azione dalle 23 alle 3

 

Il Biancorosso

IL CALENDARIO
Bari, ecco i prossimi impegnidal Pisa alla coppa Italia

Bari, ecco i prossimi impegni: dal Pisa alla coppa Italia

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'operazione
Lecce, lido abusivo a Torre Castiglione: sequestrato dalla Guardia Costiera

Lecce, lido abusivo a Torre Castiglione: sequestrato dalla Guardia Costiera

 
TarantoL'incidente
Taranto, investe donna e fugge via: rintracciato pirata della strada

Taranto, investe donna e fugge via in auto: rintracciato pirata della strada

 
Brindisi«Felicità è donare»
Brindisi, emergenza sangue: Al Bano in prima fila a sostegno delle donazioni

Brindisi, emergenza sangue: Al Bano in prima fila a sostegno delle donazioni

 
MateraIl caso
Ambiente, sopralluogo assessore Basilicata su spiagge del Metapontino

Ambiente, sopralluogo assessore Basilicata su spiagge del Metapontino

 
FoggiaSanità
Foggia sanità service, Emiliano: «firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato»

Foggia, Sanità Service: firmati 150 contratti di lavoro a tempo indeterminato

 
PotenzaDalla Polizia Locale
Basilicata, spiagge sicure: più di duemila beni sequestrati

Basilicata, spiagge sicure: più di duemila beni sequestrati

 

i più letti

Bif&st di Bari

La masterclass di Martone
«I giovani vanno guidati»

Il regista ha detto che nel suo prossimo film, Capri-Batterie, «quando abbiamo girato non c'era un attore che avesse 30 anni»

Mario Martone al Bif&st di Bari

Il regista Mario Martone

BARI - Convinto che i maestri debbano guidare i giovani e non avere nei loro confronti un atteggiamento 'accoppantè, il regista Mario Martone ha detto al Bif&st di Bari che nel suo prossimo film, 'Capri-Batteriè, "quando abbiamo girato non c'era un attore che avesse 30 anni». "Posso dire solo questo», ha sottolineato durante una master class, a proposito del suo prossimo lavoro che sarà ambientato a Napoli all’inizio del Novecento. 'Capri-Batteriè, che uscirà a ottobre, chiuderà una trilogia «del tutto casuale», iniziata con 'Noi credevamò e proseguita con 'Il giovane favolosò che è stato proiettato stamattina. Un film, quest’ultimo, in cui «ho voluto ristabilire la verità su chi era Giacomo Leopardi - ha detto Martone - al di là dell’etichetta di poeta pessimista che gli viene da sempre attribuita: era un giovane che non accettava i conformismi e gli schemi», e «ho trovato diverse affinità con Pasolini: la disperata vitalità di cui parlava lui è la stessa che si ritrova nello Zibaldone di Leopardi». 

A proposito di giovani, Martone ha rilevato l’esistenza di una «energia artistica sotterranea che si muove al lato dei canali ufficiali». E ha sottolineato la necessità che i «maestri siano guide», perché «trovo insopportabile questa maniera 'accoppantè di guardare ai giovani» ai quali «troppo spesso» ci si rivolge «senza comprendere il loro contesto né capire da dove vengano».

A proposito del contesto, questa volta storico, Martone ha spiegato che «quando con 'Noi credevamò scelsi di raccontare il Risorgimento, dell’800 non sapevo quasi nulla: non mi aveva mai attratto, mi sembrava impolverato». Ma poi, approfondendo, il «mondo del passato mi è venuto incontro con la sua violenza: volevo fare cinema con la storia, non inventando». Il «punto», per Martone, «è rendere vivo il passato perché ti parli al presente: molti dei nostri disagi - ha sottolineato - derivano dalla rimozione del passato». Anche le ambientazioni dei suoi film, ha proseguito, devono essere «autentiche e non ricostruzioni: mi piace che i muri siano effettivamente muri e non cartapesta, che trasudino vera umidità: c'è un nesso tra dove giri e come si recita». «La questione - ha evidenziato - non è estetica ma umana, e dunque cinematografica».

A giugno, al Museo Madre di Napoli, verrà inaugurata la mostra '1977-2018-Mario Martonè, con materiali del suo archivio personale: sarà un 'film-flussò su quattro schermi, in cui anche lo spettatore avrà un ruolo attivo perché, ha rilevato Martone, lo «spettatore deve partecipare attivamente al film». Intanto stasera, al Bif&st, al regista sarà consegnato il premio 'Federico Fellini Platinum Award’.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie