Venerdì 07 Ottobre 2022 | 13:52

In Puglia e Basilicata

evento

Tennis, la Puglia apre le porte al mondo: le big della racchetta al Ct Bari

Tennis, la Puglia apre le porte al mondo: le big della racchetta al Ct Bari

Domani con le qualificazioni parte il torneo internazionale Wta da 125mila dollari

03 Settembre 2022

BARI - Il conto alla rovescia è cominciato da un bel po’. Domani si alzerà il sipario sull’«Open delle Puglie», torneo internazionale Wta dotato di un montepremi di 125 mila dollari. Quattro partite di qualificazione, tutte sul campo centrale (mille posti la capienza) che andranno a completare il tabellone principale che, come annunciato nelle settimane scorse, porterà sui campi del Ct Bari ben undici tenniste top 100 della classifica mondiale. Una delle attrazioni sarà sicuramente Tatjana Maria, semifinalista nell’ultima edizione del torneo di Wimbledon (quest’anno non sono stati assegnati punti per l’esclusione dei tennisti russi e dunque l’attuale classifica della tedesca, nr. 80, risulta pesantemente condizionata da tale evento). Ma una top 50 «reale» ci sarà comunque: a Bari giocherà la spagnola Sorribes. Resta in bilico, invece, la cinese Zheng che ha brillantemente superato i primi due turni a Flushing Meadows. Solo una sua sconfittaal terzo turno potrà consentirle di rispettare la sua iscrizione all’Open delle Puglie.

La Puglia, già. Riapre le porte al mondo. Non solo Cina, ma anche Sudamerica oltre ai prodotti europei di conclamata affidabilità. Le istituzioni sportive lo hanno sottolineato in tutti i modi, dal vice presidente federale Alvisi al consigliere nazionale Calabrese passando per il numero 1 di Puglia, Mantegazza. L’apprezzamento del Coni (Giliberto), l’entusiasmo del Comune di Bari (l’assessore Petruzzelli). La vicinanza dell’Acquedetto Pugliese (il consigliere Crudele) e di Puglia Promozione (direttore generale Scandale). Una squadra forte e coesa che ha tanta voglia di stupire. C’erano anche, ed è un bellissimo segnale, i presidenti di altri due circoli baresi (Vincenzo Elia del Njlaya e Giovanni Dell’Edera dell New Country; il presidente dell’Angiulli, Gaetano Ingravallo, ha inviato un messaggio di saluto stante l’impossibilità ad essere presente). Queste sono le occasioni in cui un intero territorio si gioca tantissimo.

La sorpresa della conferenza stampa, affollatissima, è sui titoli di coda. Una sorta di carrambata che manda in estasi la platea del Circolo Tennis. «Vittoria, vieni qui - sussurra al microfono Vincenzo Ormas - tu non giocherai le qualificazioni». Attimi di suspence, la Paganetti è quasi smarrita. Poi il direttore del torneo annuncia: «C’è un posto per te nel tabellone principale. Complimenti». Attimi di adrenalina, Nicoletta Virgintino applaude a ritmo forsennato e il direttore tecnico del Ct Bari, Raffaele Gorgoglione (presente insieme al suo staff), fatica a trattenere l’emozione. Non ci poteva essere regalo migliore: un prodotto del vivaio in campo a sfidare le big.

Vittoria Paganetti è appena rientrata da una lunga trasferta in terra serba dove ha conquistato altri punti per la classifica mondiale Itf under 18. Ora la sedicenne barese è nella top 200 e ha come obiettivo la prossima partecipazione agli Slam junior. Nelle prossime settimane, inoltre, proverà a trascinare la squadra under 16 del Ct Bari allo scudetto italiano dopo il titolo conquistato due anni. Si giocherà prima a Palermo la fase di macroarea e poi le migliori 8 d’Italia si ritroveranno proprio sui campi del Ct Bari. A proposito dell’«Open delle Puglie». Il supervisor sarà un barese, Roberto Ranieri. Tanto per ricordare che le eccellenze di casa esistono, eccome. A tutti i livelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725