Martedì 09 Agosto 2022 | 19:52

In Puglia e Basilicata

nuoto

Stefanì è l’ottava meraviglia dell’armata targata Puglia

Stefanì è l’ottava meraviglia dell’armata targata Puglia

Con Pilato, Toma, Di Liddo, Tarantino, Castello e i fratelli De Tullio. Poi anche il lucano Acerenza

27 Luglio 2022

Patrizia Nettis

BARI - La sorpresa più attesa arriva sul finale. Il settebello pugliese si arricchisce dell’ottava meraviglia. La flotta che salperà per gli Europei di Roma è di quelle che pesano. Il direttore tecnico della Nazionale Cesare Butini ha aggiunto Simone Stefanì ai sette già qualificati di diritto e già annunciati. Il 22enne salentino di Castrignano de Greci è stato premiato per le buone cose fatte vedere negli ultimi mesi ed è stato aggregato alla Nazionale per «upgrade», cioè per meriti ottenuti sul campo.
E così, su 58 atleti scelti per l’appuntamento più atteso dell’anno, la Puglia farà la voce grossa. La nostra regione schiererà i quattro targati Circolo Canottieri Aniene: la 17enne tarantina allenata da Vito D’Onghia, Benedetta Pilato, i fratelli baresi allenati da Christian Minotti, Marco e Luca De Tullio (quest’ultimo tesserato anche Fiamme Oro), la 28enne biscegliese allieva di Raffaele Girardi, Elena Di Liddo (che fa parte anche del Centro sportivo Carabinieri). Con loro ci sarà anche il 22enne barese di Imola nuoto ed Esercito, Andrea Castello (allenato da Cesare Casella) e i tre salentini Chiara Tarantino (Fiamme Gialle, allenata da Mauro Borgia a Lecce), Federica Toma (la 20enne di Ruffano rivelazione ad Ostia, con tre titoli italiani, mai nessuna come lei, allenata a Casarano da Gianni Zippo e tesserata per In Sport rane rosse e carabinieri) e appunto Simone Stefanì. A rendere grande il Meridione si aggiunge il lucano Domenico Acerenza (Circolo Canottieri Napoli e Fiamme Oro, allenato da Fabrizio Antonelli).

Stefanì, anni 22, tesserato per Time Limit, è recentemente entrato nel gruppo sportivo delle Fiamme Oro (proprio contemporaneamente a Benedetta Pilato). È cresciuto nella gloriosa Fimco del grande presidente Gigi Mileti dove è rimasto fino al 2019, poi il passaggio alla Time Limit con il tecnico Andrea Sabino che lo ha ripescato dopo anni difficili e lo ha fatto emergere fino ai risultati attuali. Si era un po’ perso Stefanì, nelle categorie ragazzi e cadetti aveva dato prova di grande talento, ma negli ultimi mesi è cambiato tutto. L’esplosione è arrivata agli Assoluti in corta a dicembre e tutti si sono (ri) accorti di lui. La convocazione agli Europei è quindi una (mezza) sopresa: «Un po’ ci speravo - ammette -. A Orano, ai Giochi del Mediterraneo, ero arrivato a un centesimo dal tempo per il Mondiale nei 50 dorso». Sperava di farlo agli Assoluti, ma si è dovuto arrendere al Covid che qualche settimana prima gli ha spezzato le forze e ad Ostia è stato (solo) bronzo. Ma Butini ha deciso di premiarlo lo stesso: «Lo ringrazio e spero di ricambiare la sua fiducia. Ho un tempo che può valere la semifinale, ma so che non sarà facile perché siamo in tre italiani per due posti (la concorrenza interna nei 50 dorso è tosta con Thomas Ceccon e Lamberti, ndr) quindi prima dovrò battere un italiano, ma spero di fare bene. In ogni caso sono molto soddisfatto della mia crescita e ovviamente orgoglioso di rappresentare la mia terra agli Europei».

Intanto il comitato regionale della Federazione gongola: «Un risultato di straordinaria qualità per la nostra regione - dice il presidente Nico Pantaleo -, un punto di partenza e non di arrivo per un movimento che negli ultimi anni è cresciuto in maniera esponenziale con il boom delle nuove generazioni, nate sulle orme di grandi campioni del passato e del presente, penso ad Elena Di Liddo, la nostra Capitana sul campo, la conferma che nonostante siamo penalizzati in maniera assoluta per l’atavica mancanza di strutture con piscine olimpioniche, i nostri tecnici e i nostri atleti sono andati al di là delle difficoltà dimostrando che si può restare in Puglia e fare nuoto ad altissimo livello - di Liddo, con Tarantino, Pilato e Toma vivono e si allenano in Puglia - un risultato che mi riempie di orgoglio sia come presidente della Fin Puglia ma soprattutto come pugliese».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725