Lunedì 20 Settembre 2021 | 09:37

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

di oria

Fra i 15 migliori
«innovatori under 35»
dell'intero pianeta

Francesco Spina

Francesco Spina

Ancora un riconoscimento importante per Francesco Spina, un ingegnere aerospaziale pugliese, di 32 anni, nato ad Oria, già premiato diverse volte dalla NASA e dall’ESA in passato. Ora è stato nominato uno dei 15 migliori Innovatori Under 35 del 2017 dalla prestigiosa rivista americana «MIT Technology Review». Lo scorso giugno ho ritirato il premio a Bologna, nella splendida cornice di Villa Guastavillani, dove ha trascorso due intensi giorni in cui ha presentato il suo progetto di ricerca e ha discusso con politici, imprenditori e scienziati sulle sfide che l’umanità sarà chiamata ad affrontare nel futuro e il ruolo che la tecnologia e l’innovazione avranno nel risolverle.

«MIT Technology Review» è la più antica e blasonata rivista tecnologica al mondo, fondata nel 1899 dal famoso Massachusetts Institute of Technology (MIT) di Boston. Questa pubblicazione è oggi un punto di riferimento mondiale per il futuro delle telecomunicazioni, energia, information technology, materiali, biomedicina e internet.

Il suo obiettivo principale è quello di promuovere la conoscenza di tecnologie emergenti e analizzarne le implicazioni commerciali, politiche e sociali. La sua prospettiva innovativa aiuta e guida i leader dell’industria tecnologica (imprenditori, ricercatori ed investitori) nel migliorare l’economia mondiale.

Ogni anno MIT Technology Review scova e premia le menti più brillanti, i più talentuosi e migliori innovatori ed imprenditori al mondo attraverso il premio «Innovators Under 35».

L’obiettivo è di premiare l’innovazione, lo sviluppo di nuove tecnologie e applicazioni creative di tecnologie già esistenti per risolvere problemi e stimolare il progresso a livello mondiale, e creare una comunità di innovatori, pionieri e change-makers in diversi campi della scienza e della tecnologia.

Tra i premiati nelle passate edizioni, ci sono personaggi del calibro di Sergey Brin (2002), fondatore di Google, e Daniel Ek (2012), fondatore di Spotify.

Il lavoro di ricerca di Spina mira a consentire una esplorazione dello spazio ed un utilizzo delle sue risorse in modo più sostenibile ed accessibile, accelerando nel contempo applicazioni utili della tecnologia spaziale sulla Terra. Egli ha studiato in Italia, Germania, Svezia e Francia, laureandosi in Ingegneria Aerospaziale presso il Politecnico di Torino, in Space Engineering presso la Luleå University of Technology, ed in Astrophysics and Space Instrumentation presso l’Université Paul Sabatier Toulouse III.

Il suo impegno di ricerca concerne la convergenza di diverse tecnologie esponenziali per affrontare alcune delle maggiori sfide del futuro: un lavoro di grandissimo interesse scientifico. Nel 2016 è stato selezionato da Google tra oltre 5000 candidati provenienti da tutto il mondo, per una borsa di 40.000 dollari, che gli ha consentito di frequentare il Global Solutions Program della Singularity University. [Lorenzo Ruggiero]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie