Venerdì 24 Settembre 2021 | 08:38

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

La foto

Carnevale di Putignano, vince il carro del Bacio di Klimt tra uomini

Al primo posto del podio «Chi è senza peccato scagli la prima mela», il lavoro del maestro cartapestaio Deni Bianco

Carnevale di Putignano, vince il carro del Bacio di Klimt tra uomini

BARI -  A vincere la 625esima edizione del Carnevale di Putignano, il più longevo d'Europa, è il carro "Chi è senza peccato scagli la prima mela" realizzato dall'associazione Carte in regola con alla guida il maestro cartapestaio Deni Bianco. Al secondo posto con uno scarto infinitesimale "Verso la libertà" di Carta e Colore dei maestri Vito e Paolo Mastrangelo e al terzo "La gabbia dei matti" di Chiaro e Tondo di Domenico Galluzzi, new entry di quest'anno tra i maestri cartapestai.

Seguono, nell'ordine, "The Wall Incubi dal passato" di associazione La maschera di Domenico Impedovo, "Italian dream libertà di cambiare" di associazione Con le mani di Angelo Loperfido, "La revolution italienne" di associazione Carta Bianca di Francesco Lippolis e infine "Libertà in burrasca" di associazione Carta in festa di Lello Nardelli.

"Dopo cinque anni di manifestazioni ed esperienze condivise con tante persone non posso far altro che ringraziare tutti per essersi profusi in questa magnifica avventura talvolta lastricata di difficoltà – dichiara il Presidente della Fondazione Carnevale di Putignano, Giampaolo Loperfido – Sono soddisfatto dei risultati raggiunti dimostrati anche dall'importante afflusso di visitatori che hanno scelto di vivere la magia del nostro Carnevale e condividere un momento importante della tradizione putignanese. Il mio augurio è che si possa proseguire sulla strada intrapresa aumentando sempre più la notorietà del nostro Carnevale in Italia e nel mondo».

Tra i gruppi mascherati in concorso, a salire sul podio al primo posto "Liberamente noi" dell'istituto comprensivo De Gasperi-Stefano da Putignano seguito da "Libera Mente" dell'associazione Il Coriandolo; "Free Generation" dell'istituto Losapio-San Filippo Neri; "Liberi e felici come le farfalle" dell'associazione La Zizzania; "Peter Pan e l'isola che non c'è" dell'associazione Amici del Carnevale Lizzanello; "Libertà meraviglia a doppio taglio" dell'università popolare della terza età; "Cromosoma" dell'associazione Ball Rer I Cant e infine "L'esercito dei selfie" di cooperativa sociale Apollo.

Tra le maschere di carattere, le piccole opere in cartapesta che sfidano i "giganti", al primo posto "Alla ricerca della libertà" di Giacomina Mezzapesa; secondo per "Siluratis" di Matteo Bianco; terzo a "Connessione debole" di Alessio Troilo. Seguono "Evoluzione...No grazie" di Valerio Montevago; "Il piacere del pensiero" di associazione Farinella; "Con satira e libertà...u' lotm c'ppone ama chiandà" di Gianfranco Guarnieri; "I sogni son desideri di libertà" di associazione Lumen; "Cultura e libertà" di Giambattista Detomaso e Davide Marchitelli; "Verso la libertà" di Annalisa Pantaleo e infine "Carnevale...Il ritorno al mille800" del Comitato Feste Patronali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie