Domenica 19 Settembre 2021 | 17:10

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

A Melpignano

So What Festival, arrivano gli Zen Circus

Andrea Appino, Karim Qqru, Massimiliano «Ufo» Schiavelli arrivano nell'ex convento degli Agostiniani

So What Festival, arrivano gli Zen Circus

The Zen Circus

Tornano nel Salento The Zen Circus ospiti del So What Festival a Melpignano. La storica rock band toscana si esibirà all’ex convento dei Agostiniani per presentare, tra gli altri, i brani del decimo album in studio «Il fuoco in una stanza», prodotto da La Tempesta Dischi e Woodworm. Il gruppo è formato da Andrea Appino, Karim Qqru, Massimiliano «Ufo» Schiavelli. L’album affronta e sviscera i rapporti affettivi che segnano l’esistenza e determinano l’identità dell’uomo. È un lavoro musicalmente e narrativamente eterogeneo, dedicato alla ricerca di un senso molto più profondo dell’esistenza dove il sentimento di una madre, di un padre, un figlio o un amante sono espressioni della stessa verità. «Parlare degli altri parlando di se stessi. E viceversa - dicono gli Zen Circus -. Una volta abbiamo cantato che “gli altri siamo noi, gli altri siamo tutti” e con questo album abbiamo voluto approfondire entrando direttamente nelle stanze dei nostri personaggi, ovvero noi stessi e le persone alle quali siamo indissolubilmente legati da catene più o meno invisibili».
Prima degli Zen Circus spazio a I Botanici, band indie, alternative, post-emo nata a Benevento e caratterizzata da influenze emocore, post-punk, post-rock. I Botanici nascono crescono e muoiono come le piante. La band è composta da Mirko Di Fonso (voce, chitarra), Gianmarco Ciani (chitarra, seconda voce), Antonio Del Donno (basso e tastiere), Gaspare Vitiello (batteria). In apertura Elso, nuovo percorso di Luca Cascella, nato a Genova nel 1989. Tutto ha inizio dopo la scomparsa del nonno, il vero Elso. È un modo per non dimenticarsi mai di lui, per ricordare tutti i suoi insegnamenti, per non dimenticare le proprie origini, i valori importanti della vita. Lo fa mischiando sangue ed elettronica, merda e amore, pop ed ansia, luci a led, arduino e tantissimi watt. Start alle 22.
Dopo i documentari di Mondovisioni, il Festival, organizzato da Altatensione, proporrà anche Wu Ming Contingent e Lercio (9 agosto) e una due giorni dedicata all'elettronica e ai suoi derivati con Ninos du Brasil, Yakamoto Kotzuga e Inude (11), GodblessComputers, Jolly Mare e Joyfull Family (12).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie