Lunedì 25 Marzo 2019 | 22:58

Il Biancorosso

LA PARTITA
Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaQuote rosa
Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

Regionali, una donna in Regione dopo 10 anni: è una 33enne della Lega

 
TarantoInquinamento ex Ilva
Il Comune di Taranto discute di ambiente: presente Emiliano

Il Comune di Taranto discute dell'aumento della diossina: presente Emiliano

 
LecceLa protesta
Xylella a Lecce, i no Tap manifestano contro Lezzi: «Lei ci tradì, evviva Marco Poti»

Xylella a Lecce, i no Tap manifestano contro Lezzi: «Lei ci tradì, evviva Marco Poti»

 
HomeL'operazione dei cc
Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

Margherita di Savoia, rapina una farmacia e poi fugge su auto rubata: arrestato 41enne

 
GdM.TVLo spettacolo sportivo
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

 
HomeIl caso
Bari, acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

Gioia del Colle, beve al bar acido caustico al posto del succo: grave bimbo di 5 anni

 
HomeL'inchiesta
La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

La crudeltà il vero volto della mafia del Foggiano: 9 morti su 10

 
BrindisiI funerali
L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

L’addio a Davide, Sara e Giulia: tre comunità del Brindisino unite dal dolore

 

Il concerto a Perugia

Musica, il trombonista barese Petrella incanta l'Umbria Jazz

Un live importante che ha permesso al musicista di portare un po' dell'aria pugliese tra la kermesse perugina

Gianluca Petrella

Se appena qualche tempo fa la possibilità che un musicista pugliese potesse suonare in uno dei concerti ufficiali di Umbria Jazz appariva quantomeno lontana, oggi le cose sono cambiate e i nomi di alcuni dei nostri migliori alfieri di questa musica – ma inspiegabilmente non quello del loro «padre nobile» Roberto Ottaviano – figurano regolarmente nei programmi della kermesse perugina, a cominciare da Gianluca Petrella.

Ospite ormai quasi fisso, il trombonista barese è stato protagonista di un elettrizzante, affollatissimo concerto di mezzogiorno in duo con il vibrafonista Pasquale Mirra, nella Sala Podiani del Museo Nazionale dell’Umbria, da qualche anno diventato uno dei luoghi suggestivi di Umbria Jazz. Com’è noto, Petrella predilige da tempo le piccole formazioni, che gli consentono di avventurarsi più liberamente nelle sperimentazioni sonore, passando dal solo col supporto dei live electronics o, come in questo caso, al duo. E non c’è dubbio che quella con Mirra sia una formazione di grande efficacia, che permette a Petrella di spiccare fantasiosi voli improvvisativi, grazie ai quali il linguaggio del jazz si arricchisce dei colori della musica contemporanea, senza però mai cadere nell’insidia di verbosi intellettualismi.

Se una qualità va infatti riconosciuta a questo solista, è proprio quella di possedere la capacità istintiva di rimanere comunicativo anche nei momenti in cui la musica diventa azzardata e così è accaduto a Perugia, dove il trombone si è fatto declamatorio, rutilante nella costruzione di sinuose trame spesso realizzate attraverso l’iterazione ossessiva di singole cellule melodiche, ma poi ha saputo rivelarsi anche delicato e poetico nell’affrontare, ad esempio, un’ovattata, quasi rarefatta versione del mingusiano Good bye pork pie hat. Da parte sua Mirra – che ricordiamo in un entusiasmante concerto di Bari in Jazz ad Alberobello di qualche anno fa – si è confermato un vibrafonista moderno e fantasioso, srotolando a sostegno del suo collega tappeti armonici e timbrici di notevole suggestione, nei quali non era difficile cogliere la lezione – ormai lontana, ma sempre valida – del Bobby Hutcherson di Out to lunch.

Un labirinto sonoro, il loro, arricchito anche dai live electronics e che ha tenuto avvinto il pubblico per tutta la durata del concerto, conclusosi con Petrella che, prima del bis, ha abbandonato il palco per suonare a lungo camminando fra gli ascoltatori, per la gioia dei fotografi che lo hanno seguito a mo’ di pifferaio di Hamelin. Lunghi gli applausi del pubblico in standing ovation.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

MULTIMEDIA

Il meglio di Palmese-Baritutte le emozioni biancorosse

Il meglio di Palmese-Bari
tutte le emozioni biancorosse

 
Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

Matera 2019, Fiona May in scena stasera con «Maratona di New York»

 
Giornate Fai di Primavera: ecco i luoghi più belli aperti in Basilicata e Puglia

Giornate Fai di Primavera: ecco i luoghi più belli aperti in Basilicata e Puglia

 
Taranto, addio ad Annapia diventata famosa con la frase «Quanda mineral»

Taranto, addio ad Annapia diventata famosa con la frase «Quanda mineral»

 
Paura a Matera per una valigia abbandonata per strada: intervenuti artificieri

Paura a Matera per una valigia abbandonata per strada: intervenuti artificieri

 
Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

Palmese - Bari: il punto con La Voce Biancorossa

 
Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

Molfetta, vendeva in casa abbigliamento «tarocco»: fermato falsario

 
Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

Graffitaro imbratta 25 pareti a Cisternino, anche pubbliche: denunciato

 
Emiliano a manifestazione Libera: «Lottiamo con i ragazzi»

Marcia Libera, Emiliano a Brindisi «Approvata legge pugliese sulla legalità» VD

 
Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»

Gentiloni a Matera per sostenere Trerotola: «Pd ha ritrovato l'unità»