Martedì 19 Marzo 2019 | 02:44

NEWS DALLA SEZIONE

I controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
Dall'ispettorato del lavoro
Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

 
Il comizio
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

 
Le parole
Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

 
A Melfi
Melfi, Berlusconi su morte giovane testimone processo Ruby: mi spiace

Berlusconi su morte teste processo Ruby: mi spiace
E sui cogl...: ho esagerato Vd

 
Il fenomeno
Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

 
La rapina
Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

 
La decisione
Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

 
La denuncia
Potenza, 5 mesi di attesa per prenotare visita fisiatrica

Potenza, 5 mesi di attesa per prenotare visita fisiatrica

 
l’altra faccia della disoccupazione
Il 66% dei disoccupati lucani non cerca più un lavoro

Il 66% dei disoccupati lucani non cerca più un lavoro

 

Il Biancorosso

LE PAGELLE
Iadaresta aumenta il peso offensivoPozzebon grigio: neanche un tiro

Iadaresta aumenta il peso offensivo
Pozzebon grigio: neanche un tiro

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

ambiente

Corleto Perticara contro Tempa Rossa: «Non vogliamo il petrolio a colazione»

Gli attivisti (provenienti in prevalenza da Basilicata, Puglia, Calabria e Campania) si sono radunati in piazza Plebiscito per poi spostarsi verso l’impianto della Total

CORLETO PERTICARA - Circa 300 ambientalisti hanno manifestato, ieri mattina, a Corleto Perticara contro il Centro olio di Tempa Rossa che sta per accendere i motori. Con lo slogan «Tempa Rossa è invasione, no al petrolio a colazione», gli attivisti (provenienti in prevalenza da Basilicata, Puglia, Calabria e Campania) si sono radunati in piazza Plebiscito per poi spostarsi verso l’impianto della Total con ritorno in piazza per l’assemblea pubblica. Sulla falsariga di uno slogan ambientalista anglosassone «Coal for breakfast» (carbone a colazione) gli attivisti nostrani hanno coniato il motto «No al petrolio a colazione».

«A colazione ci resterà solo il petrolio visto che le risorse naturali, i prodotti agricoli e le eccellenze gastronomiche non vengono tutelate», dice Francesco Masi, portavoce del coordinamento No Triv della Basilicata che ha sottolineato una partecipazione «tiepida» da parte dei tarantini all’iniziativa di ieri.

Il corteo è stato organizzato dal coordinamento No triv della Basilicata. Vi hanno aderito decine di associazioni, tra cui i No tap del Salento, Potere al popolo, Eolico Selvaggio, Epha Basilicata, ScanZiamo le scorie, Raspa (Rete autonoma Sibaritide per il Pollino), Libera Basilicata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400