Lunedì 19 Agosto 2019 | 14:01

NEWS DALLA SEZIONE

Il Biancorosso

Coppa Italia
Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

Bari perde ad Avellino 1-0, sfiorato gol alla fine

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccea Melpignano
Gué Pequeno alla Notte della Taranta: «La pizzica come il rap è musica pop»

Gué Pequeno alla Notte della Taranta: «La pizzica come il rap è musica pop»

 
FoggiaGiovani e la musica
La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

 
PotenzaLa storia a lieto fine
Potenza, il treno parte e lui resta a bordo: papà "abbandona" figlia a terra

Potenza, il treno parte e lui resta a bordo: papà "abbandona" figlia a terra

 
Bariviabilità
L'allarme dell'ass. Giannini: «Bari rischia di perdere i fondi per la 16»

L'allarme dell'ass. Giannini: «Bari rischia di perdere i fondi per la 16»

 
BatIl furto
Barletta, ruba monete dalla cassetta delle offerte: arrestato

Barletta, ruba monete in chiesa dalla cassetta delle offerte: arrestato

 
MateraI dati del Sole 24 ore
Tempo libero, maglia nera per la Basilicata: in fondo alla classifica Matera e Potenza

Tempo libero, maglia nera per la Basilicata: in fondo alla classifica Matera e Potenza

 
BrindisiAtti vandalici
Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

Ceglie Messapica, vandali al castello: 3 turisti minorenni denunciati

 

i più letti

L'appello

Disastro Capo Gallo, familiari delle vittime a Mattarella: «Non conceda grazia»

Il volo Bari Djerba precipitò al largo di Palermo: morirono 23 persone. L'errore denunciato dall'associazione delle vittime

Un appello al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, perché non conceda la grazia alle sette persone condannate per il disastro aereo di Capo Gallo, che il 6 agosto 2005 causò la morte di 16 persone (14 pugliesi) e il ferimento di altri 23 passeggeri, viene lanciato oggi dai familiari delle vittime in occasione della cerimonia di commemorazione nel parco Perotti di Bari.

La presidente dell’associazione 'Disastro Aereo di Capo Gallo', che riunisce le famiglie dei passeggeri morti nell’ammaraggio del volo Bari-Djerba al largo delle coste di Palermo, Rosanna Albergo Baldacci, madre di una delle vittime, non ha partecipato oggi fisicamente alla cerimonia ma ha mandato un testo scritto che è stato letto dagli altri familiari presenti, i quali definiscono «inaccettabile» la richiesta di grazia avanzata da piloti, tecnici e dirigenti della Tuninter, condannati per disastro colposo, omicidio plurimo colposo e lesioni gravissime colpose.

«I sette tunisini condannati in via definitiva e che sono a piede libero nel loro paese senza aver scontato un giorno di galera, - è scritto nel messaggio - hanno avuto l’ardire di chiedere la grazia al capo dello Stato italiano e la Procura di Palermo ha convocato tutti i parenti delle 16 vittime e singolarmente 23 superstiti per esprimere il loro parere. Da ciò che mi risulta il dissenso è stato totale. Non meritano la grazia. Dopo che non hanno scontato un giorno di pena perché nel trattato italo-tunisino non è prevista l’estradizione, ora vogliono liberarsi pure del fastidio di non poter lasciare la Tunisia senza essere arrestati per via del mandato d’arresto internazionale ed europeo che ancora pende sul loro capo». "Bisogna fare in modo che quella giustizia arrivi» ha detto durante la cerimonia il governatore pugliese Michele Emiliano, evidenziando che «assicurare il rapporto tra verità e giustizia è una necessità di ogni comunità», come «trasmettere la memoria degli errori. Oggi noi erigiamo monumenti ai nostri errori, - ha detto Emiliano - che hanno i nomi e i volti di vite spezzate».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie