Martedì 22 Gennaio 2019 | 23:41

NEWS DALLA SEZIONE

Il match

Portici Bari, i gol, l'esultanza della panchina e l'euforia nello spogliatoio

Il Bari conquista il 14esimo risultato utile di fila e resta in vetta a quota 36 vincendo col Portici 3-0. Mentre i biancorossi segnavano l'ennesima vittoria per le strade della città capeggiavano striscioni degli ultras «Vicini alle vittime di Ancona" come manifestazione di solidarietà nei confronti dei giovani e delle famiglie travolte dalla tragedia della discoteca di Corinaldo, nelle Marche. Foto degli striscioni sono state pubblicate sulle pagine social dei gruppi che guidano la curva nord del tifo dei biancorossi.

LE DICHIARAZIONI DEL MISTER - Cornacchini guarda oltre il punteggio: «Sono molto contento, era un campo ostico. Non tanto per la forza della squadra, ma per il manto sintetico, molto veloce. Siamo stati bravi e fortunati nello sbloccare subito. Abbiamo amministrato bene. Loro hanno giocato alla morte, ma ci siamo difesi ordinati. Solo alla fine abbiamo concesso qualcosa. Era una partita per capire il nostro livello di maturità, l’esame è superato. Mercoledì avremo un altro passaggio importante».

Bianchi e Iadaresta, all’esordio oggi: «Sono giocatori validi, con qualità, che ci daranno sicuramente una mano. Quando ci serviranno, e capiterà, verranno utilizzati. Sono contento del loro esordio».
Giudizi positivi sul suo operato, dentro e fuori dal campo: «Sinceramente la cosa che mi preme di più è il rapporto che uno instaura con tutti. La correttezza è alla base. Se mi giudicano male a livello lavorativo m’interessa relativamente. L’importante è andare sempre a testa alta. Per il resto, ringrazio per i complimenti ricevuti».
Nonostante le assenze, il gruppo ha risposto compatto: «Sono onesto, alla base di tutto ci deve essere una società forte a supporto. Parto da un presupposto, serve essere molto corretti e coerenti. Se sei così, meriti il rispetto dei giocatori, se fingi i calciatori se ne accorgono immediatamente. Penso a Liguori, lui merita per come si pone, ha passato un momento iniziale di difficoltà quando si sentiva poco considerato, ha grandi qualità e si allena a 200 all’ora. Mi ero ripromesso che mi sarei buttato in scivolata per esultare in caso di suo gol».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400