Giovedì 13 Dicembre 2018 | 12:33

NEWS DALLA SEZIONE

L'omaggio

Bari, intitolata a Marzulli la caserma della Polizia locale

Presente il sindaco Decaro, il comandante Michele Palumbo, ma anche i familiari del generale e i comandanti dei corpi delle polizie locali delle province pugliesi intervenuti a Bari per una tavola rotonda su Safety e security

BARI - E' stata intitolata a Nicola Marzulli la caserma del comando della Polizia locale al rione Japigia. Il generale, stroncato da un malore il 14 febbraio scorso nella sua abitazione al rione Japigia poco distante dal comando, è stato ricordato nel corso di una cerimonia di scopertura della targa di intitolazione della caserma a colui che ha rappresentato un simbolo della legalità. A rendere gli onori a Marzulli c'erano il nuovo comandante, Michele Palumbo, che con il generale ha condiviso un periodo come suo vice, ma anche i comandanti dei corpi delle polizie locali delle province pugliesi intervenuti a Bari per una tavola rotonda su Safety e Security in vista del riordino regionale del settore. In particolare il generale Palumbo, ha letto un pensiero di tutto il corpo di polizia locale dedicato al'ufficiale scomparso. Nel corso dell'intervento il neocomandante ha voluto ricordare anche degli episodi che hanno caratterizzato la storia professionale di Marzulli, come ad esempio quando una sera di oltre 20 anni fa emerse dal mare vestito da sub per richiamare a una maggiore vigilanza due agenti che erno fermi nella piazzola di Santo Spirito. Presente alla cerimonia anche il sindaco, Antonio Decaro, che a tratti commosso, ha ricordato il periodo trascorso insieme al generale, lodando Marzulli per il lavoro svolto a servizio della città ma soprattutto per aver garantito il rispetto delle regole in talune circostanze, come durante la rivolta degli abusivi della festa di San Nicola.

Durante la manifestazione è intervenuta anche una delle figlie del comandante scomparso, sottolineando la grande sensibilità del padre e l'impegno profuso nei confronti dell'amministrazione, invitando tutti i presenti a prenderlo come esempio. Alla cerimonia hanno preso parte i vertici delle forze dell'ordine cui Marzulli era molto legato, dirigenti e dipendenti comunali, alcuni sindaci (tra cui quello di Alberobello che ha conferito la cittadinanza onoraria al comandante) nonché gli agenti della polizia locale. (Foto Luca Turi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400