Domenica 25 Settembre 2022 | 01:34

In Puglia e Basilicata

verso le elezioni

Bagno di folla per Giuseppe Conte al comizio di San Severo

Prosegue il tour pugliese per il leader del Movimento Cinque Stelle

01 Settembre 2022

Aldo Losito (foto Maizzi)

SAN SEVERO - Un bagno di folla ha accolto il leader del Movimento Cinque Stelle a San Severo. L'ex premier Giuseppe Conte ha tenuto un comizio nella città foggiana, inserita nel tour pugliese ricco di appuntamenti. Entra nel vivo la campagna elettorale in vista delle elezioni politiche del 25 settembre. Come mostrano le immagini, per il professor Conte il ritorno nella sua terra d'origine è stato foriero di abbracci, applausi e sostegno ai candidati dei Cinque Stelle che sono scesi in campo per la prossima tornata elettorale.

IL COMIZIO A SAN GIOVANNI ROTONDO

Giuseppe Conte, forte dei sondaggi che danno il Movimento Cinque Stelle in forte crescita, incassa l'abbraccio della sua terra. A 24 giorni del voto, la campagna elettorale lo porta tra la sua gente, nelle piazze, nei bar, dal Gargano a San Giovanni Rotondo, il paese noto per Padre Pio, di cui è devoto, e dove lui stesso visse da ragazzo.
Soddisfatto della calda accoglienza delle piazze, il leader dei Cinque Stelle torna ad affondare il draghismo, attacca il Pd colpevole di aver rotto l’intesa del 'campo largò e registra soddisfatto, pur senza commentare, che secondo gli ultimi sondaggi, ormai tra lui e Salvini c'è un testa a testa per la conquista del terzo posto, nel podio ideale tra le forze politiche.

L’avvocato del popolo posta su twitter una foto del primo comizio della giornata: «Quanto affetto questa mattina a San Severo! Avanti, sempre dalla parte giusta. Ci vediamo più tardi - cinguetta l’ex premier - a Vico del Gargano, poi Vieste e questa sera a San Giovanni Rotondo. Vi aspetto!».
L’obiettivo dichiarato è parlare alla sinistra del Paese, lanciare la sua agenda sociale per rosicchiare voti tra i delusi del Pd e del governo e chi non vorrebbe andare a votare. «I temi della transizione ecologica, della legalità, dell’etica pubblica, dell’antimafia e della giustizia sociale sono nel nostro dna», osserva in un’intervista a Repubblica. «I numeri ufficiali sul lavoro precario e i salari da fame - prosegue - smentiscono le tante fake news sul reddito di cittadinanza, una misura oggi ancora più necessaria vista la grave crisi economica che stiamo vivendo».

Ai microfoni di Radio Cusano torna a incalzare il Tesoro sul tema del caro-bollette: «Ho chiesto al Mef di presentare la lista delle imprese che hanno versato e di quelle che non hanno versato» le tasse sugli extraprofitti.
Quindi attacca «gli orfani della forma di governo e dell’agenda Draghi», il Pd, Calenda, Renzi, che, aggiunge: « auspicano ancora di poter nascondere le loro responsabilità politiche dietro l’ombrello della formula Draghi», «priva di contenuti, «un metodo», che, osserva Conte, se diventasse la regola, «sarebbe insidioso per nostra democrazia». «E' un’agenda - insiste - che non auspico affatto per la salute della nostra democrazia. La politica deve riappropriarsi di questo spazio pubblico, fare scelte di responsabilità».

Nessun rammarico per il mancato accordo con Enrico Letta: «Noi - esclama da San Severo tra gli applausi - non ci siamo pentiti di nulla. Non dobbiamo pentirci di nulla anche perché é il vertice del Pd che ha fatto questa scelta cinica, e adesso si lamenta e agita lo spauracchio delle destre. Doveva pensarci prima».
I sondaggi ormai descrivono un Movimento in grande crescita a un passo dalla Lega, per alcuni addirittura davanti.
Tuttavia Conte si schermisce: «Due settimane fa ci davano al 5%, ora ci fa piacere vedere che siamo in ascesa. Questo entusiasmo mi dà la misura della voglia di riscatto che c'è nel Sud. Ho sempre detto che non facciamo la politica nel Movimento guardando i sondaggi. Lo dicevo prima e lo dico anche oggi che ci danno per aver superato la Lega. Il nostro obiettivo è raccogliere con il consenso popolare quanta più forza politica anche perché il cuore e il coraggio lo mettiamo noi per portare avanti le nostre battaglie in modo sempre più deciso e determinato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725