Venerdì 18 Giugno 2021 | 17:12

NEWS DALLA SEZIONE

Giustizia svenduta
Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione.

Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione

 
l'appello
Bari, «I medici accanto a studenti e docenti»

Bari, «I medici accanto a studenti e docenti»

 
formazione
I giovani e il lavoro dopo la laurea: il Politecnico di Bari sopra la media Italia

I giovani e il lavoro dopo la laurea: il Politecnico di Bari sopra la media Italia

 
Il caso
Bari, ospedale in Fiera, 500 ricoveri in 3 mesi

Bari, ospedale in Fiera, 500 ricoveri in 3 mesi

 
L'arresto
Bari, maltratta la compagna: fugge ma viene arrestato

Bari, maltratta la compagna: fugge ma viene arrestato

 
Il fatto
Bitonto, sequestro ad imprenditore che imponeva a ditte edili lavori in subappalto

Lavori in subappalto ad imprese edili,  sequestro di beni ad imprenditore bitontino

 
Diritti
Bari si mobilita per la Giornata mondiale del Rifugiato

Bari si mobilita per la Giornata mondiale del Rifugiato

 
Il fatto
Monopoli, nasconde droga nel manichino ma i carabinieri lo arrestano

Monopoli, nasconde droga nel manichino ma i carabinieri lo arrestano

 
Formazione
UniSalento, Ingegneria Civile torna a respirare in cantiere

UniSalento, Ingegneria Civile torna a respirare in cantiere

 
L'emergenza
Carceri: sit-in penitenziari a Bari, «grave carenza agenti»

Carceri: sit-in penitenziari a Bari, «grave carenza agenti»

 

Il Biancorosso

verso il futuro
Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

Il Bari di Mignani vira verso il 4-3-1-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl Bollettino
Potenza, 14 positivi su 660 tamponi esaminati

Basilicata da lunedì in zona bianca

 
LecceLa tragedia
Surbo, intrappolato tra le fiamme: muore 64enne

Surbo, intrappolato tra le fiamme: muore 64enne

 
BatGiustizia svenduta
Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione.

Lecce, l'imprenditore Flavio D’Introno condannato a due anni e sei mesi di reclusione

 
BatLa curiosità
Barletta, la chiesa di Sant'Andrea come non la avete mai vista

Barletta, la chiesa di Sant'Andrea come non la avete mai vista

 
MateraIl caso
Matera, donna di 90 anni truffata dal finto nipote del cuore

Matera, donna di 90 anni truffata dal finto nipote del cuore

 
FoggiaLa storia
Foggia, poliziotto accompagna all'altare una nigeriana che salvò 23 anni fa

Foggia, poliziotto accompagna all'altare una nigeriana che salvò 23 anni fa

 
Brindisinel brindisino
Oria, furgone in retromarcia senza freni: tragedia sfiorata

Oria, furgone in retromarcia senza freni: tragedia sfiorata

 
TarantoMonitoraggio
Taranto, in carcere 34 positivi ma uno solo è ricoverato

Taranto, in carcere 34 positivi ma uno solo è ricoverato

 

i più letti

Allentamenti

Puglia, zona gialla da domani, ma a Bari sono tutti al mare. Decaro: «Attenzione per evitare nuove chiusure»

«Se si rispettano le restrizioni, la mascherina, il distanziamento, sicuramente non avremo particolari problemi. Se invece pensiamo che abbiamo superato la pandemia, e purtroppo non è così, rischiamo di ritrovarci nuovamente con i contagi»

«Se si rispettano le restrizioni, la mascherina, il distanziamento, sicuramente non avremo particolari problemi. Se invece pensiamo che abbiamo superato la pandemia, e purtroppo non è così, rischiamo di ritrovarci nuovamente con i contagi e con l’aumento del tasso di occupazione dei reparti Covid, dei reparti di terapia intensiva e davanti ad altre chiusure». Lo ha detto il sindaco di Bari e presidente Anci, Antonio Decaro commentando il passaggio della Puglia in zona gialla da domani.
«Dobbiamo stare attenti alla nostra salute e dobbiamo stare attenti alle attività economiche della nostra comunità, che rischiano di chiudere un’altra volta. Per fortuna - ha continuato Decaro - la nostra regione diventa gialla, si allentano le restrizioni e possiamo recuperare pian piano pezzi di quotidianità e pezzi di città, ma dobbiamo farlo con attenzione, per evitare di tornare nuovamente in una situazione di emergenza». 

Da domani la Puglia passerà in zona gialla, con l’allentamento di molte delle restrizioni in vigore negli ultimi due mesi nei quali la regione è stata prima rossa e poi, dal 26 aprile, arancione. Con le temperature alte e la giornata di festa, già oggi le principali città pugliesi hanno sperimentato spiagge e strade piene di persone. Nella spiaggia barese di Pane e Pomodoro, sul lungomare sud del capoluogo, in tanti si sono riversati per prendere il sole, passeggiare o andare in bicicletta. Da domani, oltre a poter circolare all’interno del proprio comune di residenza, sarà possibile anche spostarsi tra comuni diversi e tra regioni dello stesso colore e potranno riaprire teatri, cinema e musei e anche i ristoranti a pranzo a cena, ma solo all’aperto. Per dare la possibilità a tutte le attività di lavorare, il Comune di Bari ha approvato ieri un regolamento che consente ai ristoratori che non hanno spazi all’esterno di usare posti auto in strada per posizionare i tavolini. «So che è un sacrificio per i residenti e anche per le attività commerciali perché vengono sottratti alcuni posti auto - dice il sindaco Antonio Decaro - , però credo che sia giusto in questo momento fare tutti quanti un passo indietro e fare un piccolo sacrificio per permettere all’intera comunità di fare due passi in avanti, perché quelle attività economiche sono importanti per i nuclei familiari che ci lavorano, ma sono importanti anche per la città, perché hanno fatto da marketing attrattivo grazie all’enogastronomia e alla vivacità di tanti locali che hanno permesso alla nostra città di farsi conoscere nel resto del mondo».

(foto Luca Turi)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie