Sabato 21 Luglio 2018 | 19:37

fiocco azzurro

Acerenza, nascita record
primo cucciolo di alpaca
nato nel Sud Italia

Si chiama Sasha ed è venuto alla luce lo scorso 24 agosto nell’unico allevamento del Meridione avviato da due giovani fratelli lucani

cucciolo di alpaca

di ALESSANDRO BOCCIA

È nato ad Acerenza il primo cucciolo di alpaca del Meridione. Si chiama Sasha ed è venuto alla luce lo scorso 24 agosto nell’unico allevamento del Sud Italia avviato due anni fa per iniziativa di due giovani fratelli lucani, Canio e Manuela Caruso. «Siamo partiti con tre esemplari giunti dal Perù con l’obiettivo di portare avanti – spiegano i due fratelli – un allevamento ‘alternativo’ e innovativo, ben diverso da quello tradizionale legato al territorio».
L’alpaca, un mammifero appartenente alla famiglia dei camelidi, non ha bisogno di grandissimi spazi, la sua alimentazione consiste in circa un chilogrammo di fieno al giorno e nel periodo del pascolo è sufficiente l’erba. Necessitano di poche cure e devono essere tosati una volta l’anno tra maggio e giugno.

L’attività imprenditoriale dei fratelli Caruso prevede corsi per grandi e piccini, a diretto contatto con gli alpaca; corsi di filatura, feltratura, tessitura, lavoro a maglia, laboratori didattici, trekking con gli animali, vendita di lana e capi di abbigliamento di lana d’alpaca e sedute di pet-therapy. «La produzione di fibra in questi due anni di tosatura, un’operazione che viene fatta a giugno, è stata pari a 15 kg – continuano i giovani imprenditori – e in questi due anni la nostra clientela si è estesa non solo a famiglie e piccoli gruppi che vengono da zone limitrofe, e in alcuni casi anche dal nord e centro Italia, ma anche a scuole e associazioni, comprese quelle dei disabili».
Quali i prossimi obiettivi? «Vorremmo incrementare l’allevamento con la nascita di altri cuccioli di alpaca – concludono i fratelli Caruso – anche perché la lana dei piccoli è ancora più pregiata per la sua brillantezza e finezza della prima tosatura. Inoltre tra qualche settimana inizieremo la vendita dei primi prodotti di alpaca, tra cui gomitoli, cappellini e sciarpe, prodotti esclusivamente a mano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari, terrorista iracheno torna libero e chiede asilo

Bari, terrorista iracheno torna libero e chiede asilo

 
Ristorazione, l'azienda Ladisaconferma trend crescita: +24%

Ristorazione, l'azienda Ladisa conferma trend crescita: +24%

 
Andria, mutilato il CrocifissoL'ira del vescovo: fatto grave

Andria, mutilato il Crocifisso
L'ira del vescovo: fatto grave

 
Gara Ilva, bufera su Di Maio«Annullamento è una follia»Cantone (Anac) frena sul parere

Gara Ilva, bufera su Di Maio «L'annullamento è una follia. Verifichiamo» 
Sul parere frena Cantone (Anac)

 
Nozze pugliesi per la show girl Justine Mattera. Pace fatta Nazzaro-Volpe

Nozze pugliesi per la show girl Justine Mattera. Pace fatta Nazzaro-Volpe

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
San Ferdinando, esecuzione in strada: commando fredda un pregiudicato

San Ferdinando, pregiudicato freddato nell'auto in centro Foto

 
Brindisi, assalto a bancomat:bandito ucciso dalla Polizia

Brindisi, assalto al bancomat: bandito ucciso in sparatoria con Polizia Foto

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS