Domenica 26 Giugno 2022 | 21:45

In Puglia e Basilicata

Coinvolti 17 alpinisti

Crollo Seracchi Grand Combin tra Valle d'Aosta e Svizzera

Crollo Seracchi Grand Combin: operazione di soccorso sul versante della Svizzera del massiccio che coinvolge anche la Valle d'Aosta.

27 Maggio 2022

Redazione online (video Facebook)

VALLE D'AOSTA - «Ci sono probabilmente tre o quattro persone molto gravi» e «al momento non c'è alcun indizio che porta a presuppore che ci siano persone italiane coinvolte ma non è ancora stata completata l’identificazione». Lo spiega il direttore del Soccorso alpino valdostano (Sav), Paolo Comune, in contatto con i soccorritori svizzeri a seguito della caduta dei seracchi avvenuta a 3.400 metri di quota sul Grand Combin, massiccio tra la Svizzera e la Valle d'Aosta. Nessun alpinista al momento sarebbe quindi stato dichiarato morto. Il crollo dei seracchi può essere legato anche, secondo Comune, alle temperature insolite per la stagione primaverile, con lo zero termico molto in alto. Il Sav si era messo a disposizione con i propri elicotteri e i propri tecnici ma dalla Svizzera non è stato richiesto supporto (video Facebook).

Crolla una massa di ghiaccio sul Grand Combin, due morti

27/05/2022 ore 18:29 - Una massa di ghiaccio e pietre li ha travolti mentre salivano all’alba verso la vetta, legati in cordata. Così sono morti due alpinisti sulla via 'normalè del versante svizzero del Grand Combin, montagna di 4.314 metri tra la Valle d’Aosta e il cantone Vallese. L’incidente è avvenuto alle 6,20. Erano 17 gli scalatori - divisi in vari gruppi - che si trovavano a 3.400 metri di quota, nella zona chiamata 'Plateau du Déjeuner», lungo l’itinerario conosciuto come la «Voie du Gardien», quando alcuni seracchi (masse pensili di ghiaccio) si sono staccati da sotto la cima e sono piombati a valle travolgendo tutto e tutti. Le vittime sono una quarantenne francese e un sessantacinquenne spagnolo. Ci sono anche nove feriti, due dei quali sono molto gravi: sono stati portati all’ospedale di Sion. A dare l’allarme sono stati gli scalatori sfiorati dal crollo e rimasti illesi.

Le operazioni di soccorso sono state imponenti: sul posto sono giunti sette elicotteri di Air Glaciers, Air Zermatt e della Guardia aerea svizzera di soccorso. Sul terreno, oltre ai medici del pronto intervento, hanno operato una quarantina di tecnici dotati di tutte le attrezzature necessarie per recuperare gli infortunati. Le operazioni sono durate alcune ore. Gli alpinisti illesi sono stati subito evacuati e trasportati a valle mentre procedevano le ricerche degli altri, alcuni dei quali sepolti sotto la neve. Gli alpinisti erano partiti poche ore prima dalla Cabane de la Panossiere, rifugio a 2.650 metri di quota che in questi giorni è aperto con custode in occasione della Settimana del Grand Combin, una delle montagne più affascinanti e meno frequentate delle Alpi. La «Voie du Gardien» non presenta grandi difficoltà alpinistiche ma è insidiosa proprio per la possibilità che si verifichino crolli di ghiaccio. Le condizioni della montagna in questi giorni non sono ottimali a causa del rialzo termico degli ultimi giorni.

La polizia cantonale di Sion invita alla massima prudenza: «Quando lo zero termico è a circa 4.000 metri di altitudine - si legge in un comunicato - è meglio stare molto attenti o rinunciare all’escursione in caso di dubbi. La regola d’oro è informarsi in anticipo sulle condizioni del percorso scelto e sulle condizioni meteorologiche con i gestori dei rifugi o con le guide alpine» (Ansa, di Enrico Marcoz).

Crollo seracchi Grand Combin, due morti e 9 feriti

27/05/2022 ore 16:20 - Due morti e nove feriti, alcuni in gravi condizioni: è il bilancio del crollo di alcuni seracchi avvenuto sul versante svizzero del Grand Combin, massiccio tra la Valle d’Aosta e il cantone Vallese. Lo ha comunicato la polizia cantonale. Il crollo ha coinvolto 17 alpinisti impegnati nella salita verso la cima. Le vittime sono una quarantenne francese e un sessantacinquenne spagnolo.

Altri nove scalatori sono stati portati e ricoverati all’ospedale di Sion, due di loro sono in gravi condizioni. L’incidente è avvenuto verso le 6,20 a 3.400 metri di quota.

Crollo seracchi Grand Combin, polizia: si cercano vittime

27/05/2022 ore 12:38 - Nel crollo di seracchi sul versante svizzero del Grand Combin «una quindicina di alpinisti sono stati coinvolti e ci sono delle vittime». Lo comunica la polizia cantonale in merito all’incidente avvenuto all’alba di oggi nel massiccio tra la Valle d’Aosta e il cantone Vallese della Svizzera. «Altri alpinisti che erano sul posto - precisa la polizia - sono stati evacuati».

La caduta dei seracchi è avvenuta a 3.400 metri di quota, nella zona chiamata «Plateau du Déjeuner», lungo l’itinerario «Voie du Gardien». La Procura della Repubblica di Sion ha aperto un’indagine.

Crollo seracchi sul Grand Combin, scatta operazione soccorso

27/05/2022 ore 11:59 - A causa di un crollo di seracchi un'«importante» operazione di soccorso è stata lanciata sul versante svizzero del Grand Combin, massiccio che raggiunge i 4.314 metri di altezza e che si trova tra Valle d’Aosta e il cantone Vallese. Sul posto stanno operando sette elicotteri e una quarantina di tecnici del soccorso. Il crollo è avvenuto verso le 6,20. Si ipotizza che possano essere coinvolti alcuni alpinisti ma la polizia cantonale in merito non ha fornito informazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725