Sabato 12 Giugno 2021 | 17:09

NEWS DALLA SEZIONE

La curiosità
Euro 2020, i gol di Insigne e Immobile e quella dedica a Lino Banfi

Euro 2020, i gol di Insigne e Immobile e quella dedica a Lino Banfi

 
Nel Brindisino
Torre S.Susanna, estorcono denaro a un 13enne per due anni: arrestati

Torre S.Susanna, estorcono denaro a un 13enne per due anni: arrestati

 
Nel Foggiano
Cerignola, inaugurato bene confiscato a mafia intitolato a Michele Cianci, vittima innocente

Cerignola, inaugurato bene confiscato a mafia intitolato a Michele Cianci, vittima innocente

 
L'incidente
Monopoli, neopatentato ubriaco non si ferma allo stop: l'impatto diffuso dalla Polizia

Monopoli, neopatentato ubriaco non si ferma allo stop: l'impatto diffuso dalla Polizia

 
Il video
Il consigliere Gianfranco Lopane in visita alla Gazzetta

Il consigliere Gianfranco Lopane in visita alla Gazzetta

 
L'intervento
Bari, bus in fiamme in pieno centro: attimi di panico

Bari, bus in fiamme in pieno centro: attimi di panico VIDEO/FOTO

 
L'intervista
Video San Giovanni Rotondo Casa Sollievo

San Giovanni Rotondo, l'allarme di Giuliani: «Ospedali ancora in attesa degli aiuti del Governo»

 
La curiosità
Potenza, vacche a spasso di buon mattino

Potenza, vacche a spasso di buon mattino

 
La guardia costiera
Giornata Mondiale degli Oceani, al via la bonifica dei fondali di Santa Maria di Leuca

Giornata Mondiale degli Oceani, al via la bonifica dei fondali di Santa Maria di Leuca

 
Nel Barese
Locorotondo: vendevano cocaina ed eroina in una casa popolare e anche a domicilio, 6 arresti

Locorotondo: vendevano cocaina ed eroina in una casa popolare e anche a domicilio, 6 arresti

 
Dopo la scomparsa
«Ninella mia», l'omaggio di Giuliano Sangiorgi al genio di Daniele Durante

«Ninella mia», l'omaggio di Giuliano Sangiorgi al genio di Daniele Durante

 

Il Biancorosso

La novità
Bari, Ciro Polito è il nuovo direttore sportivo

Bari, Ciro Polito è il nuovo direttore sportivo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'intervento
Bari, 11enne operato d'urgenza all’Istituto Tumori: asportata una cisti di 15 cm che comprimeva il polmone

Bari, 11enne operato d'urgenza all’Istituto Tumori: asportata una cisti di 15 cm che comprimeva il polmone

 
LecceTurismo
Lecce, da lunedì chiese aperte tutto il giorno

Lecce, da lunedì chiese aperte tutto il giorno

 
FoggiaLotta al virus
Coldiretti, domani al via vaccini a braccianti stranieri: si parte nell'hub di Foggia

Coldiretti, domani al via vaccini a braccianti stranieri: si parte nell'hub di Foggia

 
PotenzaIl caso
Oppido Lucano, ha in casa piante di cannabis e munizioni: arrestato

Oppido Lucano, ha in casa piante di cannabis e munizioni: arrestato

 
Materafelicità
Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

 
TarantoLa tragedia
Taranto, Infortunio mortale alla foce del Tara

Taranto, Infortunio mortale alla foce del Tara

 
Brindisila campagna
Brindisi, Necropoli, in partenza la ricerca archeologica a Torre Guaceto

Necropoli, in partenza la ricerca archeologica a Torre Guaceto

 

i più letti

letteratura

Parlare del virus senza nominarlo: nuovo libro per Corrado Veneziano, la rilettura di Emilio Solfrizzi

Letture post-pandemia: Besa pubblica una raccolta di storie del pittore, regista e docente

Se l’emergenza sanitaria sta realmente rappresentando un radicale ripensamento dell’ecosistema umano, inteso in tutte le sue variabili, anche letteratura e narrativa devono fare i conti con ciò che sta accadendo. Perché «le parole sono importanti!», ripeteva insistentemente Nanni Moretti a bordo piscina, in Palombella rossa. E allora come raccontare gli strani e più duri mesi della pandemia, filtrandoli attraverso il linguaggio fiabesco?
Ci riesce con grazia, leggerezza e illuminanti artifici letterari lo scrittore Corrado Veneziano, il cui «arco» intellettuale e artistico contiene numerose frecce: è anche pittore, regista, docente di lingua italiana e di pronuncia della stessa. Così, in libreria è appena arrivata la sua ultima fatica, fresca di sensazioni e «visioni» - se così possiamo definirle - pandemiche: Andrà tutto bene. Dieci racconti belli attorno a un tema brutto (Ed. Besa, pagg. 116, euro 14), uno di quei libri che affrontano il «nemico» aggirandolo con astuzia, con tanto di arrocco e scacco matto finale.

La mossa vincente sta proprio nell’uso accorto delle parole: «coronavirus» è un «vocabolo che nel libro non viene mai nominato», spiega Veneziano, al pari di «Covid» o «pandemia». Proprio quella sintassi medica e sociale che improvvisamente ci ha contagiato, ma per la quale il vaccino è una miscela di fantasia, creatività e ironia. In un libro adatto a ogni età.
A partire da Etcì, Salute!, il racconto che apre il volume, e che proprio sulle pagine della Gazzetta era stato pubblicato in anteprima lo scorso 9 marzo, giorno di inizio lockdown in Italia.
Sono proprio le singole lettere, componenti dell’immaginaria «Nuova Enciclopedia della più insostituibile Contemporanea Filosofia», a esprimere preoccupazione di fronte al Gran Capo dell’Alfabeto della Lingua. Consonanti e vocali dell’abusato «etc.» vengono messe all’indice, insieme alla «i». Perché Etcì è un verso di cui oggi abbiamo tutti un po’ più paura. Il finale, del capitolo che capitola, è tutto da leggere.

L’autore gioca dunque con quell’Andrà tutto bene che a molti è parso fuori luogo, mentre per altri è diventato un mieloso hashtag di riferimento. E allora Tommy-Tommaso è il commovente dialogo di un nonno che racconta questi mesi al nipotino, parlandogli di alieni e speranza.
La ballerina e il poliziotto mette insieme quattro danzatrici e uno sbigottito agente che segue la loro performance. Nanotecnologie ci pone di fronte al bivio incessante tra anima e innovazione.

Tanti racconti, tante immagini diverse, ora vicine, ora lontane. Un dialogo fortuito nell’azienda Linda è una metafora intrigante degli odierni sistemi di igiene e controllo. Lezioni a distanza è la tenera vicenda di una prof alle prese con il terribile spauracchio della didattica a distanza, risolta con improvvisazione e un personale «feng shui» rivisitato. Un intermezzo grottesco: il cotto e il crudo è un’esilarante tenzone fra l’immunità di una cozza cruda e la caducità del virus. Mentre Elena e Argo svela una giornata diversa dal solito tra una bimba di 10 anni e il cane Argo, sorpreso dell’assenza umana dalle strade.
La facciata colorata si concentra sulla creatività infantile di tre bambine, che trasformano in mascherine le lenzuola di casa. Milano 2050 è uno sguardo dal futuro di una laureanda, con una tesi ragionata sugli accadimenti di trent’anni prima.
Tra psicosi e manie, solitudini e riscritture sentimentali - scrive Veneziano - c’è sullo sfondo «un inno al piacere e all’immanenza di questa cosa strana e meravigliosa - la vita, e con essa la libertà - che è parte integrante del nostro tratto più biologico e umano». Perché forse, ripensando a quanto le mascherine ci abbiano privati di fisionomie e parlato, «è certo che un uomo lo si comprende assai meglio dagli occhi che non dalle parole», diceva Robert Musil.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie