Venerdì 07 Agosto 2020 | 03:35

NEWS DALLA SEZIONE

L'iniziativa
Ecco «Sorrisi di Puglia», l'omaggio alla bellezza del nostro territorio firmato Sangiorgi

«Sorrisi di Puglia», l'omaggio alla bellezza del nostro territorio: è firmato da Sangiorgi

 
Maltempo
PUGLIA - Taranto, violento nubifragio causa inondazione

Violento nubifragio causa inondazione: Taranto finisce sott'acqua VD/FT

 
Il caso
In due sul monopattino a Bari: filmati e multati dalla Polizia 

In due sul monopattino a Bari: filmati e multati dalla Polizia

 
il video
Bari, l'appello di Decaro: «Non lasciamo soli gli amici cani»

Bari, l'appello di Decaro: «Non lasciamo soli gli amici cani»

 
maltempo
Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

Potenza, bomba d'acqua sulla città: si allaga un supermercato

 
La polemica
Riordino ospedaliero in Puglia, l'ironia in un video di Fitto: «Emiliano come Cetto La Qualunque»

Riordino ospedaliero in Puglia, l'ironia in un video di Fitto: «Emiliano come Cetto La Qualunque»

 
nel foggiano
Ministro Azzolina a Cerignola: «Beni confiscati a mafia vittoria dello Stato»

Ministro Azzolina a Cerignola: «Beni confiscati a mafia vittoria dello Stato»

 
Covid 19
Castellaneta, il «buongiorno» del Clorophilla è senza mascherine e distanziamento

Castellaneta, il «buongiorno» del Clorophilla è senza mascherine e distanziamento

 
Il video
Monopoli, banda di brasiliani a ritmo di samba allieta i bagnanti in spiaggia

Monopoli, banda a ritmo di samba allieta i bagnanti in spiaggia: sono gli ecoanimatori

 
dalla polizia
Scoperto terreno con 7mila piante di marijuana: 4 arresti nel Foggiano

Scoperto terreno con 7mila piante di marijuana: 4 arresti nel Foggiano

 
L'impatto
Taranto, incidente sul Ponte Punta Penna: traffico in tilt

Taranto, incidente sul Ponte Punta Penna: traffico in tilt

 

Il Biancorosso

SERIE C
Bari, Vivarini in stand by e ora vacilla anche Scala

Bari, Vivarini in stand by e ora vacilla anche Scala

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Call center, Cgil denuncia la Tim per interposizione manodopera

Call center, Cgil denuncia la Tim per interposizione manodopera

 
BatI fondi
Barletta, in arrivo 20 mln dal governo per il porto

Barletta, in arrivo 20 mln dal governo per il porto

 
Bari15° anniversario
Bari, Disastro aereo Atr, le famiglie delle vittime: «Nessuna grazia ai condannati»

Bari, disastro aereo Atr, le famiglie delle vittime: «Nessuna grazia ai condannati»

 
MateraA Ferrandina
Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

 
LecceLa storia
Zorba, il gabbiano con le ali ai piedi è tornato a Porto Cesareo

Zorba, il gabbiano con le ali ai piedi è tornato a Porto Cesareo

 
PotenzaLA SVOLTA
Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

Barresi «sfrattato» dai giudici: nomina, al S. Carlo di Potenza, illegittima

 
FoggiaLA PROTESTA
Foggia, ospedale Don Uva: in agitazione 410 lavoratori

Foggia, ospedale Don Uva: in agitazione 410 lavoratori

 
BrindisiI DANNI
Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

Maltempo, Brindisino ko: danni e disagi ovunque

 

i più letti

Il racconto

Brindisi, ritorno alla normalità nel reparto di Anestesia e Rianimazione: l'importanza di «essere una squadra»

Riflettori su chi è stato per tutto questo tempo in prima linea

BRINDISI - L’aver postato su Facebook un filmato che annuncia la normalità è stato un atto liberatorio collettivo di tutto il personale del Servizio di Anestesia e Rianimazione. Parliamo di un reparto che ha cambiato volto: «Medici e infermieri del servizio di anestesia e rianimazione sempre in prima linea, fin dal primo momento - ha detto ai cronisti il primario, Massimo Calò -: nonostante incertezze e paura nessuno si è mai tirato indietro davanti all’imperativo di curare chi stava soffrendo per questa terribile malattia».

«Il reparto di Anestesia e Rianimazione - osserva - ha affrontato l’emergenza Covid reagendo come una squadra, senza distinzioni. Il personale di rianimazione, medici e infermieri tutti, ha organizzato da zero la vita all’interno del reparto, affrontando un lavoro reso più complicato dalla presenza di occhiali protettivi,” armature di carta”, scudi di plastica e paia e paia di guanti. Sono stati affrontati problemi clinici di ogni natura e criticità logistiche - prosegue -, e il grande spirito di abnegazione e il sostegno vicendevole ha permesso di trovare le forze necessarie a risolvere ogni inghippo».

E poi: «La sfida più grande? Infondere ottimismo ed energie positive a tutti quei pazienti che lottavano per ogni singolo respiro, aiutandoli il più possibile, consapevoli del fatto che la terapia non passa solo per i farmaci ma anche per il contatto continuo e sincero con il malato». Tutto questo gestendo anche l’«ordinario». Medici al top... E infermieri «colonna portante di tutto il servizio di anestesia e rianimazione - ha aggiunto Calò -, hanno dato tutto quello che potevano in questi interminabili due mesi. Grazie a uno spirito di dedizione e abnegazione si sono dedicati ai loro pazienti ed grazie a loro se tra i pazienti dimessi c’è chi porta qualche bel ricordo in un periodo altrimenti da dimenticare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie