Martedì 21 Gennaio 2020 | 13:33

NEWS DALLA SEZIONE

Lotta per la sopravvivenza
Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

Gallipoli, polpo intrappola gabbiano: ma alla fine vince il pescatore

 
L'intervista
Gazzetta e Polizia stradale insieme per prevenire gli incidenti

Gazzetta e Polizia stradale insieme per prevenire gli incidenti

 
Serie C
Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

 
Il video
Bari, il mercato Santa Chiara visto dall'alto. Decaro: «Fine lavori entro l’estate»

Bari, il mercato Santa Chiara visto dall'alto. Decaro: «Fine lavori entro l’estate»

 
Nel foggiano
Alberona illuminata dai «Fuochi di Sant’Antonio»

Alberona illuminata dai «Fuochi di Sant’Antonio»

 
Il video
La pantera di San Severo si aggira per le campagne: il primo avvistamento

La pantera di San Severo si aggira per le campagne: il primo avvistamento

 
La trovata
Bari, pescatori ingegnosi: lavano polpi in lavatrice «artigianale» in riva al mare

Bari, pescatori ingegnosi: arricciano polpi in lavatrice «artigianale» in riva al mare

 
L'ex premier
Renzi: ecco perché Italia Viva non appoggerà Emiliano alle Regionali

Renzi: ecco perché Italia Viva non appoggerà Emiliano alle Regionali

 
Maltrattamenti
Matera, l'asilo degli orrori: schiaffi, urla e punizioni ai bimbi. Nei guai una 64enne

Matera, l'asilo degli orrori: schiaffi, urla e punizioni ai bimbi. Nei guai una 64enne

 
L'attentato
Manfredonia, incendiata auto guardie ambientali. «Città mafiosa»

Manfredonia, incendiata auto guardie ambientali. «Città mafiosa»

 
Il video
Tap, Castoro Sei arriva a Brindisi: a breve la posa della sezione sottomarina del gasdotto

Brindisi, arriva la nave Castoro Sei: a breve la posa della sezione sottomarina per Tap

 

Il Biancorosso

calciomercato
Bari, mercato bollente: Laribi, fantasia per Vivarini

Bari, mercato bollente: Laribi, fantasia per Vivarini

 

NEWS DALLE PROVINCE

Leccenel leccese
Taviano, cinema proietta film con sottotitoli per bimbo non udente: il «grazie» di una mamma

Taviano, cinema proietta film con sottotitoli per bimbo non udente: il «grazie» di una mamma

 
BrindisiNel Brindisino
Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

 
Tarantoil siderurgico
Ex Ilva, memoria commissari: «Venuti meno argomenti Mittal, su 'scudo' falsità»

Ex Ilva, memoria commissari: «Venuti meno argomenti Mittal». Da addio impatto da 3,5 mld su Pil

 
Batil caso
Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

Magistrati arrestati a Trani, i giudici: «A Savasta niente attenuanti, non ha detto tutto»

 
Materaprocura di matera
Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce

Furti per 500mila euro in scuole Puglia e Basilicata: 2 arresti e 5 denunce VD

 
BariIl concorso
Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate riciclate in un anno

Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate da riciclare in un anno

 
FoggiaIl caso
Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

 

i più letti

La riunione

Puglia, raduno sindaci Protezione Civile, Emiliano: «Passi da gigante»

Il presidente e i primi cittadini hanno incontrato il capo dipartimento della protezione Civile nazionale, Angelo Borrelli

«La Protezione civile pugliese sta facendo passi da gigante, come il direttore Borrelli ci ha confermato. Oggi qui sono riuniti tutti i sindaci della Puglia che hanno un ruolo fondamentale, perché il primo livello della dichiarazione dello stato di emergenza è proprio quello comunale». Lo ha detto il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, a margine del primo raduno organizzato in Puglia dei sindaci con il capo dipartimento della protezione Civile nazionale, Angelo Borrelli sul tema 'La comunicazione dell’emergenza e la responsabilità del sindaco, tra procurato allarme e omissione di soccorso».

«I sindaci - ha spiegato Emiliano - hanno l’obbligo di aprire degli uffici che si chiamano Coc, Centri operativi comunali, e da lì parte l’insieme delle segnalazioni che possono arrivare al livello regionale e poi addirittura allo stato di emergenza nazionale».

Il presidente della Regione ha infine ringraziato «tutti i volontari che in ogni Comune sono le colonne della Protezione civile regionale, senza le quali sarebbe impossibile qualunque tipo di intervento».

BORRELLI: NO COLORE POLITICO, È PATRIMONIO - «Con il nuovo Governo c'è un ottimo rapporto, anche perché per me è un’assoluta continuità relazionarmi all’interlocutore della Protezione civile che è il presidente del Consiglio dei ministri, che non è cambiato. La Protezione civile non è né di destra, né di sinistra, né di centro: è un patrimonio del Paese che dobbiamo preservare». Lo ha detto il capo del Dipartimento nazionale di Protezione civile, Angelo Borrelli, che oggi partecipa alla Fiera del Levante di Bari al primo raduno dei sindaci della Protezione civile in Puglia.

«Il presidente del Consiglio è molto presente sul tema del terremoto - ha aggiunto Borrelli rispondendo a una domanda sulla delega alla ricostruzione -. Io stesso sono stato insieme a lui e al commissario straordinario per la ricostruzione nelle aree terremotate e quindi voglio ringraziare anche qui, in questa occasione, il presidente Conte perché è sempre vicino ai problemi della gente. Spero che la ricostruzione possa avere anche una accelerazione e si possano superare le impasse burocratiche che sono emerse anche nel corso della visita del presidente». 

«Dobbiamo fare in modo che i sindaci abbiano gli strumenti per far avere ai cittadini le giuste informazioni e poi assisterli in caso di bisogno». Lo ha detto il capo del Dipartimento nazionale di Protezione Civile, Angelo Borrelli, al primo raduno dei sindaci della Protezione civile in Puglia, alla Fiera del Levante di Bari.

«Oggi parliamo di questa nuova piattaforma di allertamento nazionale della popolazione, del ruolo e della responsabilità dei sindaci. Credo che nel nostro Paese - ha spiegato Borrelli - non ci sia un soggetto pubblico, un decisore pubblico che non abbia una responsabilità così grande come quella che hanno i sindaci. L’evento di Livorno, delle gole del Raganello, ci hanno imposto una riflessione: se esistono le tecnologie perché non usarle anche per allertare la popolazione? Stiamo lavorando su questo anche con le Protezioni civili regionali».

Borrelli ha poi fatto un accenno alla «pianificazione» della Protezione civile: «E' opportuno che i sindaci - ha detto - facciano in modo che nei propri territori ci siano piani di Protezione civile aggiornati, perché solo con una pianificazione preventiva si riesce a limitare gli effetti degli eventi calamitosi».

DECARO: DARE A SINDACI PIU' MEZZI E UOMINI - «Per strutturare gli uffici comunali di Protezione civile e per poter dare attuazione al piano di emergenza, noi sindaci avremmo bisogno di uomini e mezzi. I mezzi possono arrivare attraverso risorse statali, gli uomini attraverso una delega alle assunzioni rispetto al turn-over del 100%, per assumere il personale necessario a far funzionare la struttura. Come Anci abbiamo già fatto questa richiesta al Governo». Lo ha detto il sindaco di Bari e presidente dell’Anci, Antonio Decaro, a margine del primo raduno in Puglia dei sindaci con il capo dipartimento della Protezione civile nazionale, Angelo Borrelli.

«Abbiamo ottenuto anche il risultato da qualche mese - ha aggiunto Decaro - di non essere direttamente responsabili per attività per i quali non si può chiedere la responsabilità al sindaco. Non essendo un tecnico, non può essere un sindaco a decidere quando lanciare un’allerta meteo o per un incendio e come intervenire».

Il presidente Anci ha poi ricordato il «rapporto antico» tra Protezione civile e sindaci, «specialmente nei momenti difficili della nostra comunità. Spesso ci siamo trovati a lavorare insieme fianco a fianco, per tenere insieme quelle che sono state le macerie fisiche ma anche le macerie dal punto di vista sociale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie