Sabato 19 Gennaio 2019 | 17:08

NEWS DALLA SEZIONE

L'inaugurazione
L'arrivo di Conte e i 2019 musicisti: la prima mattina di Matera da Capitale della Cultura

L'arrivo di Conte e i 2019 musicisti: la prima mattina di Matera da Capitale

 
Matera cielo stellato
Matera, 2019 lumini si accendono tra i sassi: il video

Matera, 2019 lumini si accendono tra i sassi: il video

 
21 arresti
Barletta, i pusher in contatto anche con trafficanti spagnoli

Barletta, i pusher in contatto anche con trafficanti spagnoli

 
Arresti a Taranto
Gestivano prostitute dal carcere in Francia: vicino alla banda anche sacerdote

Gestivano prostitute da carcere in Francia: vicino a banda anche un prete

 
Il video
Ius Soli a Ruvo, bimbi stranieri nati in Italia ricevono la cittadinanza civica

Ius Soli a Ruvo, bimbi stranieri nati in Italia ricevono la cittadinanza civica

 
A bari
Chiedevano a commercianti soldi per «amici detenuti»: nei guai 4 vicini al clan Strisciuglio

Chiedevano a commercianti soldi per «amici detenuti»: nei guai 4 vicini al clan Strisciuglio

 
La presentazione
Bari, l'annnuncio di Di Rella: «centrodestra unito per mandare a casa Decaro»

Bari, l'annuncio di Di Rella: «centrodestra unito per mandare a casa Decaro»

 
L'operazione
«Abbiamo tutto, anche ovuli»: a Lecce arresti per spaccio e intimidazioni a famiglia pentito

«Abbiamo tutto, anche ovuli»: a Lecce arresti per spaccio e intimidazioni a famiglia pentito

 
La protesta anti Salvini
Lecce scende in piazza contro il decreto sicurezza e immigrazione: il video

Lecce scende in piazza contro il decreto sicurezza e immigrazione: il video

 
Maltempo a Brindisi
Aeroporti Puglia: «Secchi d'acqua su aereo? È deicing»

Aeroporti Puglia: «Secchi d'acqua su aereo? È de-icing»

 
L'impresa della «Calata»
Massafra, la Befana vien di notte da 40 metri d'altezza: il video

Massafra, la Befana vien di notte e si cala da 40 metri d'altezza: il video

 

Battiti live

Lecce, il cantante italo tunisino dedica dedica un brano a un bimbo scomparso

LECCE - "Voglio dedicare quest’esibizione a Nevio, 11 anni, che ci ha lasciati questa mattina". Così il re della trap italotunisino Ghali ha aperto la seconda tappa del Radionorba Battiti Live, a Lecce, regalando con la sua musica un pensiero a un piccolo fan scomparso. Un inizio di serata emozionante, sulle note dei successi di Ghali, “Habibi” e “Cara Italia”: "È un pensiero per tutte quelle persone che stanno passando un momento di difficoltà, vorrei mandare loro un po’ di energia", ha dichiarato il cantante. 

Lo spettacolo, condotto da Alan Palmieri ed Elisabetta Gregoraci, è tornato a Lecce dopo due anni. Prova superata per la nuova location, piazza Libertini, ormai sede di tutti gli eventi musicali del capoluogo, molto più grande e con una capienza maggiore della consueta piazza S.Oronzo. Assente la webstar Mariasole Pollio, che in quest’edizione di Battiti si occupa di mettere in contatto gli artisti con il pubblico in piazza: come si era mormorato nelle ultime ore, la ragazza non ha potuto presenziare alla manifestazione perché impegnata con le riprese di una fiction in Toscana. 

Dopo Ghali, sul palco è arrivato un veterano della scena musicale italiana, Luca Carboni, che ha portato il suo storico successo “Mare Mare”, “Luca lo stesso”, e l’ultimo singolo “Una grande festa”, dall’album Sputnik.

Tanto Salento in piazza grazie ai Boom Da Bash, che insieme a Loredana Berté si sono esibiti sulle note di “Non ti dico no”. E i salentini, prima di cantare “Portami con te”, hanno ribadito la loro felicità di aver duettato con la signora della musica italiana: "Se la nostra carriera dovesse finire domani, saremmo comunque felici".

 Piazza Libertini ha intonato anche un’altra hit estiva, “Amore e Capoeira”, frutto della collaborazione tra i produttori Takagi&Ketra e Giusy Ferreri, che come per la prima tappa di Ostuni ha festeggiato i dieci anni di carriera con “Non ti scordar mai di me” e “Partiti adesso”. Il duo di produttori ha portato sul palco anche altri due tormentoni dell’ultimo anno: “Da sola (In the night)” e “L’esercito del selfie”.

La tappa leccese di Battiti ha ospitato anche il giovane Mihail, classe 1990, che ha origini russe e rumene e sta spopolando nelle radio con la sua “Who you are”, molto apprezzato per la bravura, ma anche per la bellezza. Subito dopo è stato il turno della salentina Dolcenera, che con la sua voce potente ha portato sul palco “Un altro giorno sulla Terra”, e accompagnandosi al pianoforte “Ci vediamo a casa”, "visto che stasera siamo a casa", ha ricordato. Gli spettatori di Piazza Libertini hanno poi ascoltato la classe di Mario Biondi, che si è esibito sulle note di “Smooth Operator”, cover di un brano di Sade del 1984, e del suo pezzo più famoso, “This is what you are”.

Di tutt’altro genere la musica del ventenne Capo Plaza, idolo delle giovanissime nelle prime file, che è arrivato nel backstage mano nella mano con la fidanzatina e ha portato a Lecce la sua trap con “Non cambierò mai” e “Giovane Fuoriclasse”. Chiusura con un gruppo veterano di Battiti Live, i Dear Jack, in una formazione inedita (sono rimasti in 4 dopo l’abbandono dei frontman Alessio Bernabei e Leiner Riflessi) con l’orecchiabile “Non è un caso se l’amore è complicato”, e il successo “Domani è un altro film”. L’appuntamento con la terza tappa è per domenica prossima, 15 luglio, ad Andria.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400