Domenica 02 Ottobre 2022 | 05:24

In Puglia e Basilicata

Maltempo in Puglia

Chicchi di grandine come proiettili sulle auto a Casamassima: vetri distrutti. Acquazzone anche a Bari

Ecco le immagini della violenta grandinata che si è appena verificata nel Barese. Scatta l'allerta gialla per il maltempo

19 Agosto 2022

Graziana Capurso

BARI - Violenta grandinata a Casamassima: i chicchi sono così grandi da spaccare i vetri delle auto. Ecco le immagini diffuse sui social che mostrano i danni del forte temporale che si sta abbattendo in questi istanti nel Barese. Palle di ghiaccio così violente che piovendo dal cielo sembravano proiettili generando panico tra i residenti. Caos anche nel centro commerciale Conad durante la grandinata: pioggia anche nei negozi e disagi per gli utenti. “Abbiamo riscontrato che ci sono stati danni ai lucernari in copertura derivanti dalla grandine", ha dichiarato in una nota il Centro Casamassima di Nhood.

"I vigili del fuoco sono intervenuti ed hanno verificato lo stato dei luoghi, ma non hanno prescritto la chiusura del Centro. In via cautelativa abbiamo proseguito le verifiche per assicurare il servizio in sicurezza ai nostri visitatori. Siamo attivi, anche con il contributo dei presidi di manutenzione dall’apertura alla chiusura del centro, per ripristinare i danni causati dal maltempo” sottolineano dal Centro Casamassima.

E intanto è scattata l'allerta gialla per il maltempo in tutta la Regione Puglia. Tanta la paura dei residenti che hanno mostrato con foto e video pubblicate sui social i danni provocati dalla grandine. Il maltempo nel pomeriggio ha colpito anche Bari e la provincia a sud del capoluogo. La perturbazione si è abbattuta in particolare, oltre che su Casamassima, anche su Mola e Rutigliano dove la pioggia intorno alle 18.30 si è trasformata in grandine provocando non pochi danni all'agricoltura.

Nel capoluogo invece solo un forte acquazzone che è durato una mezz’ora, lasciando pozzanghere ai lati delle strade. Al momento non si registrano particolari danni alle strutture.

Dopo la violenta grandinata che ha colpito ieri alcune città del Barese, con pezzi di ghiaccio delle dimensioni di palline da tennis, il sindaco di Casamassima Giuseppe Nitti chiede lo stato di calamità. «Casamassima - dice - è stata l’epicentro della violenta grandinata che si è abbattuta sul nostro territorio. Sgomento, incredulità e anche disperazione sono stati i sentimenti più diffusi tra i cittadini. Migliaia sono le autovetture danneggiate e si contano ingenti danni anche a coltivazioni, abitazioni e attività commerciali. Già ieri - annuncia - ho sentito sia l’assessore regionale all’Agricoltura Donato Pentassuglia sia il consigliere regionale e presidente della commissione agricoltura Francesco Paolicelli a cui ho rappresentato il dramma che stiamo vivendo, raccogliendo la loro disponibilità a supportare la nostra città. Infine la nostra amministrazione sta già procedendo a richiedere formalmente la calamità naturale per i danni subiti dall’agricoltura».

Ad essere colpiti dalla grandine sono stati anche i vicini comuni di Noicattaro e Rutigliano. «La grandinata è stata violentissima e avrà provocato seri danni al raccolto dei nostri campi» dice il sindaco di Noicattaro Raimondo Innamorato, che si dice pronto anche lui a chiedere lo stato di calamità. «Sopralluoghi per verificare lo stato delle produzioni» è la richiesta di Vincenzo Cinquepalmi, segretario generale della Fai Cisl Bari. «L'ondata di maltempo in un momento molto delicato per i vigneti di uva da vino e da tavola - spiega - causa danni irreversibili e provoca la perdita dell’intero raccolto dopo un anno di lavoro».

Dopo Casamassima, anche i sindaci di Rutigliano e Noicattaro hanno annunciato la richiesta dello stato di calamità naturale per i danni causati dalle violente grandinate di ieri. «La situazione dopo la disastrosa grandinata di ieri è molto grave» scrive sui social il sindaco di Rutigliano, Giuseppe Valenzano. «Ad essere stata colpita - spiega - è la nostra agricoltura, la fatica di un anno che purtroppo in qualche minuto viene spazzata via da un violento temporale. Questa mattina, dopo un attento sopralluogo, abbiamo inviato comunicazione urgente per richiedere lo stato di calamità naturale. Sono certo che la Regione Puglia non ci lascerà indietro e ci sosterrà nel migliore dei modi». Il sindaco di Noicattaro, Raimondo Innamorato, che aveva già fatto sapere che gli uffici stavano valutando se accedere al fondo nazionale di solidarietà per le calamità naturali, nelle ultime ore ha inoltrato la formale richiesta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725