Sabato 25 Giugno 2022 | 17:01

In Puglia e Basilicata

mobilità sostenibile

Incentivi auto e moto, oggi il click day: al via le prenotazioni per il contributo fino a 5mila euro

Incentivi auto e moto, oggi il click day: al  via le prenotazioni per il contributo fino a 5mila euro

Escluse le aziende. Vincolo di proprietà per un anno. Le concessionarie dovranno registrare sul sito Mise i contratti per «bloccare» l’incentivo per 180 giorni (fino all’immatricolazione), salvo proroghe

25 Maggio 2022

Nicola Pepe

Da oggi inizia la corsa all’incentivo statale per l’acquisto di auto e moto non inquinanti fino a un massimo di 5mila euro. Il decreto pubblicato il 16 aprile, dopo tre mesi di «gestazione», prevede che le concessionarie acquisiscano un «ticket» di prenotazione dell’incentivo dopo la sottoscrizione dei contratti, accedendo alla piattaforma telematica del Mise che sarà operativa dalle 10 di oggi. Il decreto rischia di creare non poche difficoltà a un mercato che ad aprile ha visto un ulteriore segno negativo confermando il ruolo di fanalino di coda dell’Italia fra i 5 principali mercati dell’Ue, con una perdita del 33%. Vediamo perchè.

validità 180 giorniPrima di tutto è previsto un tempo massimo di consegna del veicolo di 180 giorni dalla registrazione, pena la perdita dell’incentivo. Un particolare che non sembra tener conto della crisi dei microchip, già esistente sin dalla fase pandemica, del ritorno dell’inflazione, dei rincari energetici e del conflitto russo ucraino: per questo le imprese del settore auto avevano chiesto di portare almeno a 300 giorni il termine, per rientrare nei tempi di consegna dell’auto. Sul punto, il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, ha parlato di una possibile proroga.

Poi c’è il nodo delle aziende che, per ora, restano escluse dalla vasta platea degli aventi diritto all’incentivo: anche su questo tema il Governo non ha escluso un successivo intervento, con un apposito dpcm, stavolta a favore dell’offerta per sostenere le imprese del settore automotive. Inoltre, i fondi degli incentivi - suddivisi per tipologia di veicolo - andranno ad esaurimento: quindi, chi arriva prima si aggiudicherà l’aiuto di Stato.

il pacchetto incentiviI 650 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022-2024,  rientrano tra le risorse approvate dal Governo nel  Fondo automotive  per il quale è stata prevista una dotazione finanziaria complessiva di  8,7 miliardi di euro fino al 2030. In particolare i 650 milioni di euro per l’anno 2022 vengono così ripartiti: per l’acquisto di  auto di categoria M1, 220 milioni di euro per la fascia 0-20 (elettriche); 225 milioni di euro per la fascia 21-60 (ibride plug - in); 170 milioni di euro per la fascia 61-135 (endotermiche a basse emissioni).

Per  motocicli e ciclomotori  (categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e) stanziati 10 milioni per i veicoli non elettrici e 15 per i veicoli elettrici, mentre 10 milioni sono destinati ai veicoli commerciali di categoria N1 e N2.

Il veicolo acquistato dovrà restare di proprietà per almeno 12 mesi nel caso di persona fisica e 24 per persona giuridica. Tale requisito è previsto per l’acquisto di auto, motocicli e ciclomotori, sono esclusi i veicoli commerciali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725