Domenica 21 Ottobre 2018 | 15:13

NEWS DALLA SEZIONE

Nella città vecchia
Taranto, nel ristorante di pescel'energia elettrica era... a sbafo

Taranto, nel ristorante di pesce l'energia elettrica er...

 
Scoperta dal Noe di Lecce
Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

 
Consegnate al comune
Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolte 4mila firme

Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolt...

 
Nel Tarantino
S.G. Jonico, autocarro investe e uccide ciclista 80enne

San Giorgio Jonico, autocarro investe e uccide ciclista...

 
Dopo l'intervento
Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemelli

Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemel...

 
Lotta allo spaccio
Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un casolare: 2 arresti

Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un ca...

 
Il caso
Taranto, provocò un incidente in cui una bimba rimase gravemente ferita: a giudizio 23enne

Taranto, provocò incidente e bimba perse una mano: a gi...

 
Il siderurgico
Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori ancora al buio

Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori...

 
A Sava (TA)
Taranto, estorce 1.500 euro e minaccia un 15enne per droga: arrestato 17enne

Taranto, estorce 1.500 euro e minaccia un 15enne per dr...

 
Sanità
Vivibilità ospedali, asl Taranto prima in Puglia

Vivibilità ospedali, asl Taranto prima in Puglia

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

A Fragagnano

Evasione fiscale nel Tarantino
sequestrati 524mila euro da Gdf

Un imprenditore operante nel settore dell’estrazione di materiale per l’edilizia, attraverso la gestione di una cava di conci di tufo

Case «in nero» a Barlettaassolti i re del mattone

Militari della Compagnia di Manduria della Guardia di finanza di Taranto hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo «per equivalente» di beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie per un ammontare complessivo di 524mila euro, nei confronti del titolare di una ditta individuale operante nel settore dell’estrazione di materiale per l’edilizia, attraverso la gestione di una cava di conci di tufo dell’estensione di 4 ettari con sede a Fragagnano (Taranto).

Il provvedimento cautelare è stato emesso dal Gip del Tribunale di Taranto su proposta della Procura della Repubblica. Il titolare della ditta, completamente sconosciuto al fisco in quanto non ha presentato alcuna dichiarazione dei redditi per gli anni dal 2010 al 2014, aveva trasferito la titolarità giuridica di tutti i propri beni ai due figli, rendendosi responsabile, in concorso con questi ultimi, del reato di sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte ed è stato denunciato anche per omessa dichiarazione. Il sequestro, pari all’ammontare complessivo delle imposte evase, ha riguardato, oltre alle disponibilità finanziarie, anche 6 fabbricati in fase di realizzazione, terreni agricoli per un’estensione di 25 ettari e 5 autoveicoli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400