Martedì 19 Marzo 2019 | 00:27

NEWS DALLA SEZIONE

I controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
Dall'ispettorato del lavoro
Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

Furbetti dell'assegno di disoccupazione nei campi in Basilicata: denunciati

 
Il comizio
Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

Melfi, Salvini a contestatori: «Siete 10 sfigati, partigiani si rivolterebbero nella tomba»

 
Le parole
Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

Salvini: «Nel Potentino le vittime hanno ancora paura dell'usura»

 
A Melfi
Melfi, Berlusconi su morte giovane testimone processo Ruby: mi spiace

Berlusconi su morte teste processo Ruby: mi spiace
E sui cogl...: ho esagerato Vd

 
Il fenomeno
Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

Le case dei lucani all’asta un altro segno della crisi

 
La rapina
Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

Potenza, sfondano una gioielleria a colpi di martello: ladri in fuga

 
La decisione
Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

Papa: Monsignor Augusto Bertazzoni sarà venerabile

 
La denuncia
Potenza, 5 mesi di attesa per prenotare visita fisiatrica

Potenza, 5 mesi di attesa per prenotare visita fisiatrica

 
l’altra faccia della disoccupazione
Il 66% dei disoccupati lucani non cerca più un lavoro

Il 66% dei disoccupati lucani non cerca più un lavoro

 

Il Biancorosso

LE PAGELLE
Iadaresta aumenta il peso offensivoPozzebon grigio: neanche un tiro

Iadaresta aumenta il peso offensivo
Pozzebon grigio: neanche un tiro

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

potenza

Incidente ferroviario a Lagopesole: tre condanne

Incidente ferroviario Lagopesole tre condanne a due anni

POTENZA - Il Tribunale di Potenza ha condannato a due anni di reclusione (pensa sospesa) per omicidio colposo Francesco Fogliano, Domenico Barone e Vincenzo Conte, a conclusione del processo sull'incidente ferroviario avvenuto nel 2004 a Lagopesole di Avigliano (Potenza), in cui morirono due operai pugliesi, Ruggiero Ricco e Mario Di Pietrantonio: il giudice ha invece assolto Donato Caponero e Canio Claps.

E’ stato invece dichiarato prescritto il reato di disastro ferroviario. I due operai pugliesi stavano lavorando alla sostituzione di alcune traversine poco lontano dalla stazione ferroviaria di Lagopesole: il mezzo di servizio su cui si trovavano per riparare la linea fu tamponato da un convoglio di servizio carico di traversine. Secondo l’accusa questo mezzo stava trasportando materiale da Avigliano verso Lagopesole e, dopo aver raggiunto un tratto in discesa nell’area di Possidente, avrebbe iniziato ad accelerare, forse per un problema all’impianto frenante, impedendo al macchinista di spostarsi sull'altro binario ed evitare quindi l’altro convoglio.

Fogliano all’epoca era capo tronco della Rfi, Conte il macchinista del convoglio che ha tamponato il mezzo su cui si trovavano i due operai pugliesi, mentre Caponero, Claps e Barone erano agenti di scorta. Il pm Antonio Natale aveva chiesto condanne tra i tre e i sei anni di reclusione per tutte e cinque gli imputati. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400