Domenica 28 Febbraio 2021 | 08:32

NEWS DALLA SEZIONE

Coronavirus
«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

 
I dati
Covid, i colori delle regioni: Basilicata è rossa, Puglia resta gialla. Teatri e cinema riaprono il 27/3

Covid, i colori delle regioni: Basilicata è rossa, Puglia resta gialla. Teatri e cinema riaprono il 27/3

 
Il virus
Covid, positivo il vescovo di Lagonegro ma sta bene

Covid, positivo il vescovo di Lagonegro ma sta bene

 
Il bollettino
Covid Basilicata, 90 positivi ( su 1.085 tamponi) e nessun decesso

Covid Basilicata, 90 positivi ( su 1.085 tamponi) e nessun decesso

 
L'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
Serie C
Troppi casi di Covid nella Cavese: rinviata gara col Potenza

Troppi casi di Covid nella Cavese: rinviata gara col Potenza

 
Il caso
Potenza, furti nei supermercati: foglio di via per tre romeni

Potenza, furti nei supermercati: foglio di via per tre romeni

 
la richiesta
Basilicata, Bardi incontra Brunetta: «La Regione sia protagonista in vista del del Recovery fund»

Basilicata, Bardi incontra Brunetta: «La Regione sia protagonista in vista del del Recovery fund»

 
dati regionali
Covid in Basilicata, crescono contagi (+169) su 1386 test: nessun decesso, indice positività schizza al 12%

Covid in Basilicata, crescono contagi (+169) su 1386 test: nessun decesso, indice positività schizza al 12%

 

Il Biancorosso

Serie C
Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

Nel derby di Puglia, Il Bari in 10 batte il Foggia 1-0: segna il bomber Cianci

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaTragedia sfiorata
Auto esce di strada tra Foggia e Manfredonia e si ribalta: due persone ferite

Auto esce di strada tra Foggia e Manfredonia e si ribalta: 2 persone ferite

 
Leccel'aggressione
Cannole, bambina azzannata alla gola da un cane: ricoverata in codice rosso

Cannole, bambina azzannata alla gola da un cane: ricoverata in codice rosso

 
PotenzaCoronavirus
«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

«Vaccinateci!», in Basilicata il coro unanime dei malati rari

 
TarantoIl caso
Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

Taranto, spara per errore all'amico: 20enne si consegna in Questura, arrestato

 
BatL'episodio
Trani, a fuoco portone del sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

Trani, a fuoco portone sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

 
Covid news h 24Lotta al virus
Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

 
BrindisiIl ricordo
Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

 

Demografia

Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

Quasi 95mila appartamenti senza inquilino: il settore immobiliare è in ginocchio anche per l'emergenza sanitaria

Cresce la «città fantasma»: in Basilicata 1 casa su 3 è vuota

foto Tony Vece

asa più vuota che dolce in Basilicata. In un territorio che si spopola e che, nel giro di trent’anni, rischia di ritrovarsi nella situazione demografica dei primi dell’800, c’è un patrimonio abitativo abbandonato al proprio destino, specchio di uno svuotamento progressivo della popolazione residente. I dati sono inquietanti e ci dicono che una casa su tre, nel territorio lucano, è senza inquilino. Sono esattamente 94.809 le abitazioni «fantasma» (29,4 per cento del totale degli appartamenti), un numero che s’inserisce nel computo generale a livello nazionale, con 7 milioni di case non occupate. Secondo un’analisi di Solo Affitti, la rete immobiliare specializzata nella locazione, la situazione lucana è in sintonia con il contesto meridionale dove c’è una concentrazione maggiore di case vuote, ad iniziare dalla Calabria, al secondo posto nazionale con il 38,7 per cento e 481.741 case vuote, seguita dal Molise (36,9 e 73.524 case). Va meglio in Puglia dove la percentuale si ferma a quota 22 (72.800 abitazioni vuote), in linea con il trend nazionale. Ma la situazione pugliese risente in maniera determinante della presenza di tante case-vacanza (50.026) che sfuggono alla statistica di settore.
La Basilicata, pur registrando un dato allarmante, non è in cima alla classifica nazionale. A sorpresa, il primo posto in fatto di immobili senza inquilini è la Valle d’Aosta (50 per cento, con 58.731 case vuote). Per converso, il maggior tasso di occupazione delle abitazioni si registra in Lombardia (15,2 per cento per 731.665 case vuote), seguita da Campania (17 per cento con 417.576 case), e Lazio (17,6 per cento di case sono vuote, pari a 488.114 in totale).

Sezionando il dato lucano scopriamo che è la provincia di Potenza quella in cui il fenomeno è più evidente: sono 66.112, infatti, le case vuote pari al 30,73 per cento, mentre in quella di Matera l’emorragia si ferma 28.697 (26,8 per cento).
Ciò che sta accadendo sul fronte immobiliare - al netto degli effetti della pandemia che ha «immobilizzato» il comparto - è la conseguenza dello spopolamento. Il mercato del mattone, come tutti i settori economici, ne risente. Acquisti o affitti che siano sono ridotti al lumicino per mancanza di «materia prima». Fino a qualche anno fa il fenomeno apparteneva solo ai paesi più piccoli, ma oggi anche Potenza registra uno svuotamento che ha raggiunto livelli record. Dario De Marca, uno dei titolari della storica immobiliare di famiglia del capoluogo lucano, fotografa il caso: «Si lavora con numeri molto contenuti. I prezzi sono in continua riduzione perché aumenta l’offerta e la domanda invece è quasi azzerata. La città - sottolinea De Marca - si svuota determinando l’aumento dell’offerta da parte soprattutto di persone che hanno ricevuto in successione gli immobili. Magari vivono all’estero o in altre città italiane e se in passato aspettavano l’occasione per vendere casa, oggi con il carico fiscale che comporta - tra spazzatura, Ici e quant’altro - trattano gli appartamenti come una patata bollente. Vogliono liberarsene a qualsiasi cifra. La verità - conclude - è che ci sono immobili che resteranno sul groppone per sempre».

Insomma, la città si svuota determinando l’aumento dell’offerta da parte, in particolare, di lucani emigrati, persone che hanno ricevuto in successione gli immobili. Magari vivono all’estero o in giro per l’Italia e se in passato aspettavano l’occasione per vendere casa, oggi con il carico fiscale che comporta, fanno la corsa a vendere. Anche a costo di svendere. Molti di questi immobili resteranno desolatamente vuoti perché manca l’acquirente. Eppure a Potenza si continua a costruire: sorgono cantieri in ogni angolo edificabile e all’orizzonte ci sono nuove autorizzazioni. La sensazione è che, tra spopolamento, crisi economica e paralisi dovuta all’emergenza sanitaria, tutti questi appartamenti finiranno per far crescere la «città fantasma».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie